Le 5 cose di WhatsApp che possono dare fastidio

Cinque cose che danno più fastidio in WhatsApp e che possono davvero spingere a considerare di utilizzare valide alternative

da , il

    Cose fastidiose WhatsApp

    Quali sono le cose di WhatsApp che danno più fastidio? Abbiamo scelto cinque particolari della popolare applicazione di messaggistica istantanea universale che possono davvero far saltare i nervi e far propendere gli utenti a considerare il grande rivale del software di proprietà di Facebook, ossia Telegram. Nelle prossime pagine scopriamo tutti i più noiosi malfunzionamenti o mancanze di WhatsApp che scatenano il nervoso.

    1) Il punto nero che blocca tutto

    WhatsApp punto nero

    Una delle più recenti e fastidiose cose che danno molta noia di WhatsApp è quella del glitch del punto nero ossia di un messaggio con appunto un pallino nero e una scritta “t-touch here” che se si clicca manderà completamente in blocco il dispositivo per qualche secondo. Perché? L’emoji nasconde ben 1996 caratteri nascosti che affaticano e mandano momentaneamente in tilt l’app. Telegram non è colpito, Facebook Messenger sì.

    Le notifiche che non funzionano

    Notifiche Whatsapp

    Ultimamente e per certe marche di smartphone più delle altre, le notifiche di WhatsApp potrebbero non funzionare: un vero dramma perché non si viene informati se qualcuno ci lascia un messaggio, ci manda una foto o un video o prova a chiamarci. E la soluzione a volte non c’è nemmeno.

    Gli aggiornamenti obbligatori

    Aggiornamenti Whatsapp

    Se non si aggiorna WhatsApp e si continua a evadere da questo necessario passo, WhatsApp si bloccherà e chiederà che per forza si effettui l’upgrade altrimenti non sarà più utilizzabile. Ok, niente di così trascendentale, se non fosse che avviene piuttosto spesso (con miglioramenti minimi) occupando spazio in memoria e aprendo il fianco ad attacchi malevoli che sfruttano questi aggiornamenti come esca.

    Non è multi-dispositivo

    Dispositivi Whatsapp

    Molti dicono che Telegram sia meglio di WhatsApp, uno dei motivi a conforto di questa tesi è sicuramente quello che il programma di proprietà di Zuckerberg non sia multi-dispositivo. Insomma, si cambia tra smartphone, tablet, computer anche senza Sim corrispondente non si può utilizzare l’applicativo. E ogni volta che il device viene cambiato, si deve partire con la configurazione da zero.

    Client PC poco utile

    Web Whatsapp

    Il client PC di WhatsApp non è utilissimo perché è un vero e proprio mirror dell’applicazione per smartphone. Lo dimostra il fatto che se il cellulare è scarico oppure se non è connesso allora non si può utilizzare. Capiamo il discorso sicurezza, ma alla fine si ha davvero un software che serve solo a metà, ma poco più e poco meno. Ad esempio, ancora una volta Telegram offre questa mancanza.