Non solo Chiara Ferragni: la nuova generazione di influencer vuole tutto

L’impatto che gli influencer hanno avuto sul mondo dell’economia ancora è piuttosto limitato ma secondo gli esperti questi nuovi beniamini del web si apprestano realmente a ridisegnare il mondo della comunicazione e anche il mondo del business.

Da qualche anno attraverso YouTube e attraverso i social network dei comunissimi ragazzi hanno cominciato a diventare sempre più popolari presso i loro coetanei. All’inizio sembrava un fenomeno piuttosto limitato e circoscritto ma la strepitosa popolarità di questi grandi beniamini del web ha cominciato davvero a creare fenomeni nuovi sia nel mondo dell’editoria che nel mondo degli affari.

Ora gli influencer non sono più semplici testimonial
Ora gli influencer non sono più semplici testimonial / QNM

Eppure queste tendenze sono solo all’inizio. Infatti nel mondo degli influencer sta emergendo un vero e proprio cambio di paradigma. Fino ad oggi erano gli influencer che quando diventavano particolarmente popolari venivano pagati dalle aziende per fare un po’ di pubblicità.

Non più semplici testimonial

Ma oggi i ruoli si stanno sempre più invertendo. Infatti l’influencer ormai è spesso testimonial di se stesso e dei prodotti che produce. Se inizialmente Chiara Ferragni veniva contattata dalle aziende per la pubblicità, oggi Chiara Ferragni è un piccolo impero che produce oggetti e prodotti di ogni genere.

Spesso lo fa in partnership con altre aziende ma molto spesso fa anche in modo autonomo. Ma non bisogna credere che ciò che capita a Chiara Ferragni o ai “me contro te” sia un fenomeno circoscritto a questi grandissimi nomi. Infatti i manager che gestiscono gli influencer e soprattutto i manager di questi personaggi ragionano già in termini di prodotti da generare. In sostanza l’influencer oggi non è più semplicemente un ragazzino con tantissimi follower ma è una piccola azienda che produce tutta una serie di prodotti di cui il personaggio stesso è semplicemente il testimonial.

Diventano il centro del business e le aziende spesso restano a guardare

Ma anche per quanto riguarda i media ormai l’influencer stringe i patti d’oro con gli editori per poter avere visibilità reciproca. Quindi guai a considerare gli influencer oggi come lo erano in passato perché gli influencer secondo gli esperti mirano a diventare dei veri e propri baricentri del sistema mediatico e produttivo. I loro straordinari numeri glielo consentono e di conseguenza continuare a ragionare attorno agli influencer come se fossero dei ragazzini che al massimo possono via fare da testimonial significa ragionare in modo vecchio.

L’influencer ormai è un centro di business e i canali social sono semplicemente il ramo pubblicitario di questa realtà commerciale. Ma qualche numero può aiutare a capire le reali proporzioni di questo fenomeno. Nel 2022 l’81% delle aziende ha messo in campo campagne di influencer marketing.

I numeri e i trend

Sempre nello scorso anno l’investimento globale per spingere un prodotto tramite gli influencer ha raggiunto la cifra record di 294 milioni di euro ma questi numeri sono semplicemente i numeri italiani e certamente non si tratta dei numeri globali che sono spaventosamente più elevati. Ma quello che queste cifre vanno a dimostrare è semplicemente l’investimento che l’azienda fa nell’influencer marketing per spingere i propri prodotti.

Ora gli influencer non sono più semplici testimonial
Ora gli influencer non sono più semplici testimonial / QNM

Tuttavia secondo gli esperti e soprattutto secondo le aziende che si occupano proprio di gestire i creator e gli influencer, i numeri più importanti sono proprio quelli degli introiti che gli influencer stanno raggiungendo vendendo direttamente i prodotti brandizzati con i loro marchi. Sono numeri ancora difficili da quantificare in modo chiaro ma quello che conta è che questo trend è in fortissima crescita. Ben presto infatti il denaro introitato dagli influencer vendendo i propri prodotti potrebbe addirittura quel superare quello delle sponsorizzazioni e questo sarebbe un cambio di paradigma veramente radicale.