Come investire a febbraio e marzo: rispondiamo ai tanti dubbi

In questo convulso momento per l’economia giustamente gli italiani si pongono tante domande in merito ai loro investimenti.

Scegliere l’investimento giusto in questo momento storico è difficilissimo. Le difficoltà nel fare l’investimento azzeccato ci sono sempre state e non partono certamente da oggi. Tuttavia oggi sui tradizionali strumenti di investimento pensano delle minacce assolutamente inedite che è il caso di analizzare seppure velocemente.

Come investire oggi
Come investire oggi / QNM

Sugli immobili che da sempre sono l’investimento preferito dagli italiani, grava lo spettro della spaventosa direttiva Europea case Green. A partire dal 2030 e fino al 2050 la maggior parte delle case degli italiani saranno obbligate ad interventi di ristrutturazione costosissimi per essere portati dalla classe G alla classe A.

Tanti dubbi per gli italiani

Il valore di tantissime case sarà letteralmente azzerato e chi sta sostenendo le spese di un mutuo rischia di ritrovarsi alla fine con una casa che praticamente non vale niente. Ma se gli immobili rischiano questa stangata terrificante è anche la borsa ad essere in pericolo perché lo spettro della recessione potrebbe portare ad una correzione o a un vero e proprio tonfo sulle borse internazionali. Come sappiamo le banche centrali stanno aumentando i tassi di interesse per cercare di arginare la fortissima inflazione.

Proprio questo aumento dei tassi di interesse potrebbe portare a una forte debolezza in borsa e anzi ha un vero e proprio crollo. Ma anche sui titoli di stato, altro investimento classico per gli italiani, pesano parecchie incognite.

I Bot rendono poco rispetto all’inflazione

Il problema per i titoli di stato non è certo quello della sicurezza perché come sappiamo bot e btp sono garantiti dallo stato. Il problema per i titoli di stato è quello dei rendimenti. I titoli di stato attualmente rendono circa un 3%. Fino a qualche anno fa un rendimento del 3% sarebbe apparso stellare ma oggi con un’infrazione dell’11% un rendimento del 3% è veramente ben poca cosa.

Inutile dire che pensare e investire sulle criptovalute è assolutamente da escludere perché si tratta di un investimento molto volatile da lasciare agli esperti. L’investimento più prudenziale secondo gli esperti rimangono i titoli di stato ma c’è un allerta tremenda per quanto riguarda la direttiva case Green.

La direttiva case green può cambiare tutto

Infatti se realmente dovesse passare questa folle direttiva per gli italiani sarebbe una stangata senza precedenti e cambierebbe completamente la loro situazione economica ben al di là degli investimenti da fare nell’immediato.

E sostanzialmente impossibile calcolare oggi quanto la direttiva case green può costare ad ogni singolo immobile ma le cifre dovrebbero essere davvero spaventose. Infatti entro il 2030 si dovrebbe aumentare l’appartamento dal punto di vista dell’efficienza energetica ma poi arriverebbero step successivi ogni tre o quattro anni fino a farlo arrivare alla classe a. Si tratta di spese che potrebbero tranquillamente arrivare a 30 o 40 mila euro per un appartamento che magari finirebbe per vedere azzerato il suo valore.

Famiglie nei guai

Ma con questi lavori di ammodernamento energetico che dovrebbero coinvolgere tutta l’Italia, le cifre potrebbero letteralmente schizzare alle stelle e non si troverebbero nemmeno ditte per uscire a fare i lavori. Quindi per gli italiani ci sarebbero davvero decenni di spese folli e continui fastidi nell’utilizzo della casa.

Come investire
Come investire / QNM

Sia per chi vive nella propria casa che per chi abbia case in affitto sarebbe una stangata letteralmente senza precedenti. Come ripetiamo la direttiva Case Green va a sconvolgere ben più che le scelte nell’immediato sull’investimento perché va a sconvolgere letteralmente la situazione economica delle famiglie. Finché non ci sarà chiarezza è difficile scegliere in modo oculato.