La Venere di Botticelli diventa testimonial italiana del turismo

Sta riscuotendo molta curiosità la nuova immagine della Venere di Botticelli elaborata da una intelligenza artificiale per promuovere la cultura italiana nel mondo

Ai puristi della cultura probabilmente l’idea non sarà piaciuta. Ma la Venere di Botticelli rielaborata da una intelligenza artificiale per una campagna di promozione turistica del nostro paese sta suscitando parecchia curiosità e interesse.

Venere Botticelli QNM 230421
La Venere di Botticelli costruita con l’intelligenza artificiale – Credits Ministero del Turismo (QNM)

Una campagna di marketing molto divertente in effetti. Nella quale la Venere, molto somigliante a quella del Botticelli, ma ricostruita secondo una iconografia perfetta per i social network.

La Venere di Botticelli del terzo millennio

È così che la campagna promozionale del ministero del turismo italiano ha trasformato l’immagine del Botticelli in una sorta di influencer che mangia spaghetti, veste in abiti firmati e scatta selfie davanti ai più bei monumenti italiani. Da Piazza San Marco al Colosseo.

Il comunicato del ministero del turismo italiano è stato diramato alle agenzie di stampa stranieri, conquistando pagine importanti. Di lei hanno parlato persino la CNN e il Wall Street Journal: “Si tratta di una Venere che veste i panni di una moderna influencer e che condurrà per mano ogni visitatore internazionale alla scoperta dell’Italia. La nuova versione della Venere di Botticelli, presterà il suo volto per raccontare la nostra bellezza, dalle grandi città più famose agli angoli più nascosti d’Italia.”

Un influencer digitale

La Venere 3.0 ha anche un suo account Instagram: @venereitalia23. La speranza è quella che la Venere diventi virale e che riceva domande sui luoghi da frequentare e sulle curiosità italiane, che dispensi consigli ricevendo scatti di turisti da ogni parte del mondo per creare un flusso promozionale non solo destinato ai turisti ma che coinvolga tutti quelli che visiteranno il nostro paese.

Divertente anche la sua bio: “Ho 30 anni, ok… forse appena qualcuno in più”.