Papa Francesco resta ricoverato al Gemelli, salta celebrazione Domenica delle Palme: le condizioni di Bergoglio

Ricoverato da ieri, 29 marzo, presso il Policlinico Gemelli di Roma per un’infezione respiratoria, Papa Francesco questa mattina sembra stare meglio. Le novità sullo stato di salute. Le novità sulle celebrazioni del periodo di Pasqua. 

Secondo quanto si apprende da fonti vicine a Papa Francesco e come riporta l’Ansa, il Pontefice “Ha trascorso una notte tranquilla, liscia come l’olio”. Ricoverato nello speciale appartamento dei Papi sito al decimo piano del Policlinico A. Gemelli di Roma da ieri, mercoledì 29 marzo, a seguito di un’infezione respiratoria, Bergoglio secondo gli infermieri sta bene.

Papa Francesco
Papa Francesco, come sta il pontefice? (ansa) qnm.it

Il personale sanitario è molto ottimista e ritengono che per le celebrazioni della prossima domenica delle Palme, sarà presente, salvo ovviamente imprevisti. Accanto al Pontefice, sin dall’inizio, c’è il 54enne infermiere Massimiliano Strappetti, così vicino a Papa Francesco da convincerlo, tre anni fa, a sottoporsi all’operazione al colon.

Bergoglio passerà nell’appartamento dell’ala E del Policlinico universitario ancora qualche giorno in osservazione dove proseguirà la sua terapia per l’infezione respiratoria e continueranno gli accertamenti che per ora escludono problemi cardiaci e polmonite. Nel frattempo, dalla Casa Bianca il presidente USA, Joe Biden dopo la notizia del ricovero del Pontefice si dice: “Preoccupato. E’ un caro amico”.

Gli esami medici eseguiti su Papa Francesco

Dagli esami sinora eseguiti sul Pontefice, tac toracica e saturazione dell’ossigeno nel sangue, si escludono problemi gravi. Secondo i medici che hanno in cura Bergoglio, la salute del Papa “non desta preoccupazione”.

Papa Francesco
Papa Francesco, come sta il pontefice? I dubbi sulle prossime celebrazioni (ansa) qnm.it

A 21 anni Jorge Mario Bergoglio venne sottoposto a un delicato intervento chirurgico dove gli venne asportato il lobo superiore del polmone destro a seguito di una grave polmonite. Poi, tre anni fa (2021) l’ultimo ricovero per un intervento chirurgico programmato a causa di una stenosi diverticolare sintomatica del colon. L’emogasanalisi, test diagnostico quasi obbligatorio in questi casi, e altri esami del sangue sono stati tra i primi test a cui Bergoglio è stato sottoposto una volta arrivato presso il Policlinico Gemelli.

Tali esami hanno permesso anche di escludere il Covid così come condizioni più gravi. La salute del Papa, secondo i medici, non crea preoccupazione e gli esami al momento sarebbero rassicuranti. La tac e gli esami del sangue hanno escluso problemi di fibrosi e la Bpco, ovvero una malattia cronica ostruttiva che spezza il respiro a chi ne soffre.

A rischio le prossime celebrazioni Pasquali?

Subito dopo il ricovero di Papa Francesco, la notizia fa il giro del mondo trovando spazio nelle prime pagine dei principali media internazionali. Dalla Bbc che ieri ha aperto il suo sito di notizie web con il pontefice, così come la Cnn con la breaking news dell’infezione respiratoria di Bergoglio.

Papa Francesco
Papa Francesco, i dubbi sulle prossime celebrazioni Pasquali e le condizioni di salute (ansa) qnm.it

Il sito di notizie tedesco, lo Spiegel, invece ricorda che proprio ieri mattina Papa Francesco “aveva tenuto l’udienza generale e che è da qualche tempo alle prese con problemi di salute”. Stessa notizia riportata anche dalla Svizzera Welt e Frankfurter Allgemeine Zeitung. Mentre la Spagna, riportando la notizia ha annunciato anche l’annullamento degli impegni per oggi e venerdì del Pontefice. Infine, grandissimo rilievo alle condizioni fisiche e di salute del Papa hanno dato i media Argentini, Paese di origine di Bergoglio.

Per oggi, giovedì 30 e domani, venerdì 31 marzo, tutte le udienze e le altre attività presenti in calendario sono state annullate, salta anche la celebrazione della Domenica delle Palme, in forse anche le altre celebrazioni successive. Da quello che si conosce, molto probabilmente la prima celebrazione, al momento, non è a rischio, mentre ancora si tace sui prossimi impegni Pasquali del Papa con le celebrazioni da giovedì, e la Via Crucis al Colosseo la sera del Venerdì Santo.

Il Vaticano ha comunicato che “si è fatto spazio nell’agenda del Papa perché i controlli possano proseguire per il tempo necessario”. Le celebrazioni, secondo quanto riporta Adnkronos, potrebbero essere in dubbio ma tutto verrà chiarito nelle prossime ore.

La conferma

Il cardinale Leonardo Sandri, vice decano del Collegio cardinalizio, ha spiegato all’agenzia ANSA che il Papa non celebrerà la messa durante la prossima Domenica delle Palme. “Sì, certamente, posso confermare che domenica celebrerò la messa delle Palme: sono stato avvertito già lunedì scorso dal maestro delle Cerimonie pontificie che i riti della Settimana Santa sarebbero stati celebrati ognuno da un cardinale, e a me hanno richiesto la Domenica delle Palme“, ha spiegato Sandri.

Mi auguro naturalmente che il Papa si rimetta e possa presiedere le liturgie come avvenuto in altre occasioni, pur essendoci un cardinale che officiava all’altare“, ribadisce il vice decano.