Spia avaria del motore accesa: il trucco che il meccanico non ti dice | Funziona e non spendi nulla

Le spie in una macchina sono di cruciale importanza. Vale anche per questa qua che vedremo oggi, data la funzionalità delle stesse.

Quante volte al giorno ci troviamo e ci siamo trovati ad utilizzare un’automobile? Sicuramente tantissime. Nel 2023, nonostante il caro carburante, è davvero difficile fare a meno di un veicolo a quattro ruote per quanto riguarda la mobilità; usiamo le vetture per muoverci e andare a fare la spesa, andare a lavoro o anche per godersi un viaggio tanto in solitudine quanto in compagnia. Per utilizzare la macchina al meglio è però di cruciale importanza fare molta attenzione al veicolo stesso ed imparare a conoscerlo meglio.

Spia avaria motore, quel che non sai su un segnale fondamentale 16 gennaio 2023 qnm.it
Spia avaria motore, quel che non sai su un segnale fondamentale qnm.it

In alternativa, rischiamo di trovarci all’interno di situazioni davvero difficili da controllare e anzi, che possono rivelarsi non poco allarmanti dal punto di vista della sicurezza e dell’affidabilità. Quest’oggi parleremo di una di queste che non può e non deve assolutamente passare inosservata. Ci riferiamo alla spia avaria del motore, fra le più importanti se non la più importante in senso lato da conoscere. Scopriamo di più a riguardo su tale componente e sui suoi segreti nascosti.

Le conosci tutte?

Come abbiamo anticipato, per guidare un’automobile spesso non è sufficiente saper utilizzare un veicolo al meglio; bisogna anche essere in grado di definire al meglio i segnali che l’automobile ci invia. A partire dalle spie, che si differenziano per colori e indicazioni; ad esempio, quelle di colore verde, che sono utili perché inidcano che una certa funzione è attiva. Indicano gli indicatori di direzione inseriti, i fari accesi e il cruise control funzionante.

Le spie gialle e arancioni, invece, segnalano un pericolo imminente o una situazione problematica che merita la nostra attenzione; come il carburante pressoché in riserva, pressione degni pneumatici bassa, modalità ECO inserita e così via. Ma anche lunotto termico o spazzole tergicristallo attive. Le spie rosse, come suggerisce il colore stesso, sono le più preoccupanti e che ci allarmano maggiormente.

Indicano una situazione problematica che va risolta il prima possibile come la batteria scarica, la pressione dell’olio, la temperatura dell’acqua troppo alta, portiere aperte, freno di stazionamento o le quattro frecce inserite. Le spie bianche indicano informazioni generiche come i fendinebbia posteriori inseriti, gli airbag disattivati ecc. Le spie blu sono le più rare e solitamente invitano il conducente a prestare attenzione come nel caso di fari abbaglianti accesi.

Spia avaria motore, il trucchetto di cui nessuno ti parla

Fra le tante, questa è senza ombra di dubbio una delle più preoccupanti. La spia avaria motore è caratterizzata da un piccolo logo a forma di rubinetto, e si accende per alcuni secondi al momento dell’avviament dell’auto. Tuttavia, se non si spenge la situazione può essere davvero problematica. Le difficoltà possono riguardare l’accensione, l’avviamento o l’alimentazione e lo scarico. Il problema può permanere il pedale di accelerazione o il sistema di alimentazione, oppure il catalizzatore.

Spia del motore 16 gennaio 2023 qnm.it
Spia del motore qnm.it

Ma a questi, in caso la vettura dovesse faticare nell’erogare potenza, si può aggiungere un errore di rifornimento – un caso che sarebbe di portata irreparabile. In tutti questi casi è sempre meglio andare da un meccanico di fiducia, perché un professionista saprà sempre come aiutarvi per questioni così tanto spinose. Se però la situazione in cu ivi trovate non è così grave e siete sicuri che tutti stia filando liscio, potete affidarvi ad alcuni metodi fai da te.

Il primo in assoluto è quello legato allo scollegamento della batteria, tenendo però presente che in questo modo potrebbe finire cancellata la memoria di alcuni componenti dell’auto. C’è poi la soluzione del clacson; suonandolo per 30 secondi scaricherete l’elettricità residua del condensatore. Dopo quindici minuti collegate di nuovo la batteria e i codici dovrebbero essere cancellati mentre la spia spenta. Questi approcci in ogni caso saranno meno efficaci del lavoro di un professionista che, sicuramente, saprà come aiutarvi in ogni caso.