I 5 tipi di ragazze con cui è meglio non fidanzarsi mai

Ragazze da evitare

Abbiamo più volte ribadito come la vita da single sia spesso preferibile al fidanzamento (o, peggio ancora, al matrimonio), eppure la natura umana ci porta a cercare una partner anche quando pensiamo di essere felici da soli. Una spinta evolutiva o autolesionista? Nella maggior parte dei casi fidanzarsi è esperienza positiva e decisamente gradevole, ma esistono anche casi in cui forse sarebbe stato meglio lasciar perdere. Succede quando si incontra uno dei 5 tipi di ragazze con cui è meglio non fidanzarsi mai. Certo, è difficile essere sicuri, a priori, di come sarà il rapporto di coppia. Qualche segnale può aiutarvi, in ogni caso, a evitare la catastrofe.

La ragazza che vuole comandare: in inglese si definisce ‘girl in bossy pants’ perché ama vestire i panni di colei che gestisce la situazione. Questa categoria devastante non va confusa con la donna decisa e che sa quel che vuole, perché c’è una bella differenza tra stabilire i ritmi della propria esistenza e condizionare anche quella degli altri. La ragazza boss non si accontenta di decidere cosa dovete guardare in televisione, ma anche dove si passa il weekend (di solito o da soli o con i suoi amici) e chi dovete frequentare. Se una ragazza con cui uscite da poco se ne esce con una imposizione ai primi appuntamenti, allora forse è il caso di tagliare subito i ponti prima di ritrovarsi una scopa su per il prezioso fondoschiena, pronti a ramazzare la sua stanza (citazione doverosa ai ‘servi della gleba’).

La ragazza pazza di gelosia: non c’è niente che renda più nervoso un uomo della gelosia della sua partner, soprattutto quando immotivata. Quando si tiene davvero a una persona è inevitabile provare il timore di perderla, ma questo non giustica certo le scenate davanti alle altre persone, i pedinamenti a tutte le ore del giorno (i prima persona o tramite amici spioni), i sotterfugi per sapere dove eravate in quella determinata data, con chi e a fare cosa. La ragazza malata terminale di gelosia è in grado di rendere la vita impossibile. Se volete evitare la pazzia meglio stare alla larga da questa tipologia di donna, peraltro piuttosto facile da riconoscere.

La ragazza che vuole cambiarvi: per la serie ‘ti amo per quello che sei ma forse è meglio se diventi come dico io’, questo tipo di ragazza cercherà in tutti i modi di modificare la vostra vita per farla somigliare a quel principe azzurro sognato fin dall’infanzia. Appare davvero inspiegabile perché sia fidanzata con voi se poi non le va bene niente di quello che siete, fate o dite: dai vestiti alle frequentazioni, dal lavoro agli hobbies, lei vi plasmerà a sua immagine e somiglianza se la lasciate fare. Tempo di difendere il proprio orto con le unghie e con i denti, altrimenti tra 20 anni vi chiederete come avete fatto a stare con una donna del genere per tanto tempo.

La ragazza mammona: in questa categoria rientrano tutte quelle donne che non fanno nulla se prima non si sono consultate con la mamma, quelle che sentono la necessità di telefonarle a qualsiasi ora del giorno perché se non la sentono almeno cinque volte al giorno vanno in paranoia, quelle che la domenica si deve per forza pranzare da mammà. La suocera è sempre un argomento complesso, da trattare con le pinze, ma forse è il caso di fare un discorsetto se la vostra fidanzata è attaccata morbosamente alla sottana materna. Potreste ritrovarvi a vivere un rapporto a tre… ‘io mammeta e tu’!

La ragazza con una ossessione: questa è forse la categoria più difficile da riconoscere, perché non esiste un sintomo univoco e l’ossessione può manifestarsi da un momento all’altro e nelle forme più diverse. Gli esempi sono tanti, e ognuno va affrontato in modo diverso. C’è la ragazza con problemi alimentari, per cui o non mangia mai o mangia troppo e male; quella che non si stacca mai dal telefonino e dai social network (con una predilezione per gli autoscatti, cui dovrete per forza partecipare); quella che non ha altro nella vita se non il fidanzato, cioè voi; quella vetero-femminista secondo cui è sempre e comunque tutta colpa degli uomini; quella vegetariana nazista che cerca di costringere anche voi a rinunciare alla sacra bistecca. In tutti questi casi la fuga è l’opzione migliore.