La star italiana che ha rifiutato un film con Keanu Reeves: “Che vergogna” 

Quando si parla di Keanu Reeves, automaticamente non si pensa solo al suo essere un attore, il nome della star di Hollywood è fortemente connesso al suo modo di essere sempre cortese, gentile e disponibile. 

Qualunque attore farebbe di tutto per poter lavorare con lui. Un’attrice invece, ha deciso di fare un passo indietro. Un volto italiano molto noto, la motivazione è anche piuttosto pittoresca.  

Keanu Reeves rifiutato
La star italiana che ha rifiutato Keanu Reeves – Qnm.it

L’attrice di cui stiamo parlando ha preferito dire ‘no’ ad un film con Keanu Reeves. Il suo ‘rifiuto’ non è connesso all’attore in particolare, l’attrice ha voluto specificare anche, la motivazione nel dettaglio, ciò che l’ha spinta a non accettare quella determinata parte, è una caratteristica del suo corpo, che, a detta dell’attrice, l’avrebbe messa in imbarazzo.  

L’attrice italiana che ha rifiutato Keanu Reeves 

Stiamo parlando di Maria Grazia Cucinotta, la splendida attrice che si è fatta conoscere con il film ‘Il Postino’ e nel resto del mondo come Bond Girl, in 007 – ‘Il mondo non basta’. Ha partecipato inoltre ad altre pellicole internazionali, come il film di Mikael Håfström, ‘The Rite’ (Il rito) con Anthony Hopkins e ‘Ho solo fatto a pezzi mia moglie’, di Alfonso Arau, con Woody Allen. 

Maria Grazia Cucinotta in un’intervista al Corriere della Sera, ha rivelato un dettaglio su un film, a cui ha preferito non partecipare. La pellicola in questione è ‘L’avvocato del diavolo’, del 1997, diretto da Taylor Hackford. Il film è super noto, con ovviamente Keanu Reeves e lo splendido Al Pacino, nei panni, per l’appunto di Satana. 

Maria Grazia Cucinotta ed il film con Keanu Reeves
Maria Grazia Cucinotta rifiuta Keanu Reeves – Qnm.it

La Cucinotta ha dichiarato: «Ero tentata. Dico, Keanu Reeves, che quando lo vedi ammutolisci. Nel copione c’era un nudo continuo e io con questo seno gigante mi sarei sentita a disagio e avrei rovinato tutto». L’attrice ha poi spiegato: «Ho sempre avuto il complesso, a 13 anni ero già così, che vergogna, non vedevo l’ora di ridurlo con un intervento, poi ci ho rinunciato, forse non avrei avuto lo stesso successo, però non mi è mai sembrato bello, troppo ingombrante, per nasconderlo ingobbivo le spalle. E poi è dura farsi prendere sul serio, nessuno ti guarda negli occhi. ‘Ah, ma sei anche intelligente’, è una frase che ho sentito spesso». 

La parte della moglie di Keanu Reeves è poi andata, come ben sappiamo, alla splendida Charlize Theron, ed il film ha avuto un successo enorme. Si sarà poi pentita, la Cucinotta, di questo suo rifiuto?