Trump sotto accusa: cosa accadrà ora?

Per la prima volta un ex presidente Usa dovrà affrontare un’accusa penale. Ma negli Stati Uniti qualcuno pensa che la vicenda possa rafforzare la sua posizione

Donald Trump è stato incriminato dal gran giurì di Manhattan, ed è ufficialmente il primo ex presidente degli Stati Uniti ad affrontare un’accusa penale. Una vicenda che lo porta a rivedere necessariamente la usa candidatura per la Casa Bianca in vista delle prossime elezioni presidenziali.

Trump
L’ex Presidente degli Usa è sotto accusa – Qnm.it

Le accuse si concentrano sui pagamenti effettuati nel 2016 per mettere a tacere le accuse di un incontro sessuale extraconiugale. Segnano uno sviluppo straordinario dopo anni di indagini sugli affari, la politica e i rapporti personali di Trump. L’ex presidente degli Stati Uniti  che ha negato qualsiasi illecito e ha ripetutamente attaccato l’indagine, ha definito l’accusa “persecuzione politica” e ha previsto che danneggerà i democratici nel 2024. Secondo i suoi legali, l’accusa non sta in piedi. L’incriminazione nei confronti di Donald Trump “manca completamente di basi legali”, ha affermato uno degli avvocati dell’ex presidente, Chris Kine, che parla di “punto più basso nella storia del nostro sistema giudiziario”.

“Alvin Bragg ha danneggiato irreparabilmente il nostro Paese nel tentativo di interferire nelle elezioni presidenziali”, ha annunciato lo speaker della Camera Usa, il repubblicano Kevin McCarthy, a proposito dell’incriminazione dell’ex presidente degli Stati Uniti. “Mentre fa scarcerare regolarmente criminali violenti per terrorizzare il pubblico, Alvin Bragg ha armato il nostro sistema giudiziario contro il presidente Donald Trump”, attacca ancora McCarthy. “Il popolo americano non tollererà questa ingiustizia e la Camera terrà conto del suo abuso di potere senza precedenti”.

Secondo la stampa statunitense, le accuse arrivano in un momento di profonde divisioni politiche, ed è probabile che  rafforzino la posizione di Trump, dando ragione alle tesi di chi ritiene che il repubblicano sia preso di mira per scopi politici da un procuratore democratico. Trump, che ha negato qualsiasi illecito e ha ripetutamente attaccato l’indagine, ha definito l’accusa “persecuzione politica” e ha previsto che danneggerà i democratici nel 2024. In una dichiarazione che conferma le accuse, gli avvocati difensori Susan Necheles e Joseph Tacopina hanno detto che Trump “non ha commesso alcun crimine. Combatteremo vigorosamente questa persecuzione politica in tribunale”.

Le accuse a Trump

Trump
Trump , candidato alle prossime presidenziali – Qnm.it

Il caso è incentrato su accuse ben documentate del 2016. I pubblici ministeri per mesi hanno esaminato i soldi pagati all’attore porno Stormy Daniels e all’ex modella di Playboy Karen McDougal, che temeva avrebbero reso pubbliche le affermazioni di aver avuto incontri sessuali extraconiugali con lui. La tempistica dell’accusa ha sorpreso i funzionari della campagna di Trump, che immaginavano tempi più lunghi per chiudere le indagini. L’ex presidente era a Mar-a-Lago, la sua tenuta in Florida, giovedì e aveva filmato un’intervista.

L’accusa arriva mentre Trump sta cercando di riaffermare il controllo del Partito Repubblicano e allontanare una sfilza di ex alleati che stanno cercando o probabilmente si opporranno a lui per la nomination presidenziale. Un atteso rivale principale nella corsa, il governatore della Florida Ron De Santis, ha definito l’accusa “non americana”. Il caso potrebbe anche ruotare in parte sulla testimonianza di un testimone chiave, l’ex avvocato e faccendiere di Trump Michael Cohen, che si è dichiarato colpevole di accuse federali derivanti dai pagamenti di denaro.