Trasferimento polizza: come passare l’assicurazione da un’auto all’altra?

Come fare un cambio assicurazione auto ed effettuare il trasferimento polizza nel modo corretto, ottenendo un risparmio economico. Tutti i consigli nei prossimi paragrafi.

da , il

    Trasferimento polizza: come passare l’assicurazione da un’auto all’altra?

    Quando sostituisci la tua vecchia vettura con una nuova, è importante pensare come muoversi con la polizza assicurativa e decidere se trasferire la propria polizza alla nuova auto o sottoscrivere una nuova assicurazione con un nuovo gestore.

    Il cambio assicurazione auto è un’operazione obbligatoria se acquisti un nuovo veicolo e, in genere, la scelta più frequente è la sostituzione dell’assicurazione già sottoscritta, ovvero l’emissione di un nuovo contratto assicurativo che permette di mantenere l’attestato di rischio e la classe di merito acquisita.

    Se la tua vecchia polizza non fa più per te, puoi pensare ad un cambio assicurazione dell’auto, trovando quella più conveniente e adatta alle tue nuove esigenze.

    In questo articolo ti offriremo tutti i consigli per trasferire la polizza in modo facile e veloce.

    Cambio assicurazione auto: come trasferire la polizza da un’auto all’altra

    Il trasferimento della polizza assicurativa da un’auto ad un’altra può essere effettuato anche quando il nuovo veicolo ha una diversa cilindrata rispetto al precedente ed è un altro modello.

    La procedura della sostituzione assicurativa è diversa rispetto alla normale procedura di stipula di una nuova assicurazione e richiede l’esibizione di specifici documenti. Per mantenere la polizza RC auto già esistente è importante contattare in anticipo la compagnia assicurativa di riferimento e chiedere quali sono tutti i documenti da presentare per conservare le condizioni stabilite in precedenza, compresi i termini di scadenza per il pagamento semestrale o annuale.

    In genere, le condizioni per poter mantenere la vecchia polizza sono le seguenti: che l’auto sia nuova o usata, deve trattarsi di una nuova immatricolazione al PRA ed essere registrata con i dati dell’individuo assicurato.

    Tuttavia, la maggior parte delle compagnie permettono di trasferire la polizza anche al coniuge, se in possesso di comunione di beni, al convivente di fatto o ai figli eredi.

    Subito dopo aver effettuato la sostituzione del veicolo e della polizza assicurativa, la compagnia deve necessariamente ricalcolare il premio assicurativo e in questo caso possono innescarsi due diverse situazioni:

    ● La compagnia deve generare un rimborso all’assicurato;

    ● L’assicurato deve integrare una somma di denaro per la nuova tariffa RC auto.

    Quali sono i documenti necessari per la sostituzione assicurazione auto

    Visto che, nella maggior parte dei casi, la sostituzione assicurazione auto vede lo stesso individuo come proprietario dell’auto e assicurato, la procedura per eseguire il trasferimento è molto semplice. I documenti necessari sono:

    ● L’atto di vendita e/o demolizione, rottamazione, denuncia di furto, ecc.: un documento che mostra alla compagnia assicurativa il motivo per cui è necessario trasferire l’assicurazione da una vecchia auto ad una nuova;

    ● La carta verde;

    ● Il certificato assicurativo della vecchia auto;

    ● Il libretto del nuovo veicolo;

    ● Documenti di riconoscimento del proprietario/assicurato.

    Cambio assicurazione auto con trasferimento a proprietario diverso

    Quando si vuole trasferire la propria assicurazione ad un altro proprietario è possibile usufruire del “Decreto Bersani”. Questa pratica può essere svolta solo con gli individui presenti all’interno dello stesso nucleo famigliare, ad esempio: moglie/marito, genitore/figlio, convivente di fatto.

    Il trasferimento consiste nel trasferire la propria classe di merito ad un nuovo assicurato, che altrimenti partirebbe dalla quattordicesima classe. Il Decreto Bersani permette di ottenere un notevole risparmio economico sull’assicurazione, perché il nuovo assicurato dello stesso stato di famiglia può acquisire la classe di merito più favorevole (in genere, quella di uno dei due genitori), purché il mezzo sia assicurato per la prima volta.

    Alla scadenza del contratto assicurativo, è comunque possibile rinnovare la polizza con la stessa compagnia o pensare ad un cambio assicurazione con una nuova compagnia che offre condizioni vantaggiose, senza perdere i vantaggi della Legge Bersani. È sempre consigliabile richiedere informazioni alla compagnia di riferimento.