Il re dei sondaggi in esclusiva a Qnm: “L’incredibile dato su Giorgia Meloni”

Renato Mannheimer svela gli ultimi sondaggi e regala un dato impressionante sul Premier: ecco la situazione dopo la finanziaria e le polemiche sulla benzina

Come è cambiato il giudizio degli elettori dopo la legge finanziaria e dopo le polemiche relative alle accise e agli aumenti sul prezzo della benzina? I giudizi nei confronti di Giorgia Meloni sono rimasti intatti o il suo elettorato ha modificato l’opinione sul Premier e i suoi principali collaboratori? I sondaggi regalano uno spaccato sul pensiero degli italiani e confermano l’opinione positiva generale nei confronti della maggioranza.

Giorgia Meloni
Renato Mannheimer svela l’ultimo sondaggio su Giorgia Meloni (Ansa) – Qnm.it

Ma, secondo gli esperti, più passa il tempo, più emerge un dato significativo, che coinvolge direttamente la leader della coalizione di centrodestra. Secondo Renato Mannheimer, Giorgia Meloni continua a volare nelle preferenze degli elettori. Un dato eccezionale, che non risente delle polemiche e delle prime mosse del suo Governo. “Giorgia Meloni è amatissima e gli ultimi sondaggi lo confermano“, dichiara Mannheimer in esclusiva per Qnm. Ma c’è un dato che viene evidenziato con forza e che regala aspetti significativi sul pensiero degli elettori.

“Il dato forte, che emerge dagli ultimi sondaggi e che Giorgia Meloni è decisamente più popolare del suo stesso governo”, conferma il noto sondaggista ai nostri microfoni. “Le attenzioni principali di chi ha votato i partiti di maggioranza sono tutte per il Premier che ha superato di fatto anche la prova della manovra finanziaria e quella legata alla benzina”. Meloni continua a stupire e a ricevere consensi, andando addirittura ad oscurare il suo stesso governo.

La fiducia degli italiani nel governo

Giorgia Meloni
Giorgia Meloni continua a volare nei sondaggi (Ansa) – Qnm.it –

Ma come ha risposto l’elettorato di centrodestra alla Manovra economica e alla situazione legata alla benzina? E’ calato il consenso verso la maggioranza? “La fiducia degli italiani nei confronti del governo – continua Mannheimer –  è rimasta pressoché identica nonostante l’aumento del prezzo della benzina e le polemiche sulle accise. C’è stato un leggerissimo calo, come era prevedibile. Un piccolo calo di preferenza che riguarda il governo e i partiti di maggioranza, ma non la figura del premier. Che viaggia ancora spedita”.

Nessuna variazione significativa anche nelle opposizioni. Il Movimento 5Stelle si conferma la prima forza all’interno del centrosinistra, davanti al Partito Democratico e al Terzo Polo. Secondo Mannheimer le opposizioni non hanno tratto vantaggio nell’ultima rilevazione. “Il leggero calo subito dai partiti di governo non si è però concretizzato in aumenti di fiducia e popolarità per le opposizioni. Nessuno ha visto modificare in modo sostanziale il proprio apprezzamento nel corso dell’ultima settimana. Anche il Partito Democratico non ha fatto registrare variazioni significative; molto probabilmente dopo il congresso ci sarà qualche novità”.