Gli eserciti più forti della storia, dai Romani agli USA

Una carrellata degli eserciti più forti della storia dell'umanità dai Romani che dominarono il Mediterraneo e tutto il mondo conosciuto fino agli Stati Uniti d'America che sono gli attuali leader globali

da , il

    Esercito Romano

    Quali sono gli eserciti più forti della storia dell’umanità? Ne abbiamo raccolti undici che vanno da quello che per primo dominò una porzione intercontinentale dell’allora mondo conosciuto ossia quei Romani che conquistarono tutto il bacino del Mediterraneo e non solo fino all’esercito americano che è a tutti gli effetti quello più potente attualmente sul nostro pianeta (ma non per questo invincibile). Nelle prossime pagine abbiamo raccolto, come in una sorta di Risiko nel tempo e nello spazio, le undici armate più poderose mai viste.

    Esercito Romano

    Non si può che partire dalla nostra storia ossia dall’esercito romano che operò da circa il 27 prima di Cristo fino al 476 dopo Cristo dominando tutto il mondo (a loro) conosciuto dunque il bacino mediterraneo, il Nord Africa, l’Anatolia fino alla Mesopotamia e parte del Nord Europa. La sua forza era l’organizzazione per la prima volta sistematica e moderna e un numero di soldati praticamente infinito se paragonato a quello degli altri eserciti. Mezzo millennio di dominio terminò per via di due fragilità insite in ogni grande impero ossia guerre intestine e confini troppo grandi da difendere.

    Impero Persiano

    L’Impero Persiano dominò quasi mezzo mondo contanto che si è stimato che dal 44 al 49% della popolazione dell’allora pianeta Terra fu sotto il suo dominio dal 550 al 651 dopo Cristo. Emblematica la schiera di quelli che venivano definiti Immortali; come raccontato Erodoto questi Ἀθάνατοι (Athánatoi), erano una elite composta da fanteria pesante, guidati da Idarne, in costante numero di 10.000 uomini.

    Impero macedone

    La fama bellica di Filippo II re di Macedonia (360 aC – 336 aC) viene spesso oscurata da quella di suo figlio Alessandro il Grande, il cui regno arrivò a toccare decine di stati moderni, dalla Grecia all’India. Ma la base di partenza degli straordinari (quanto effimeri) successi di Alessandro è stata sicuramente l’intuizione del padre Filippo, ovvero la necessità di rivoluzionare l’esercito introducendo, fra le altre cose, un corpo di cavalleria veloce e organizzato, capace di attaccare in modo fulmineo; ma, soprattutto, il perfezionamento delle tecniche di battaglia a piedi: la terribile falange macedone era una formazione di fanteria pesante impenetrabile e ottimamente organizzata che dimostrò definitivamente la sua superiorità sulle formazioni belliche del tempo nel corso della battaglia di Cheronea nel 338 avanti Cristo.

    Impero mongolo

    Un immenso impero quello mongolo che dal 1206 al 1368 conquistò buona parte dell’Asia spingendosi fino in Europa. E non si può che citare la figura mitologica di Genghis Khan che era certo un genio militare oltre che assai crudele ma promuoveva anche i diritti promuovendo la libertà religiosa per la prima volta nella storia. Si stima che un quarto della popolazione mondiale fu assoggettata e con la sua armata micidiale annichiliva i rivali superandoli anche di dieci volte. E conquistò la Russia durante l’inverno.

    Impero Spagnolo

    L’impero spagnolo si espanse dal 1492 fino a terminare formalmente con il 1975 muovendosi dall’Africa all’America centrale e del Sud superando come estensione e popolazione molto più che Francia, Portogallo e Inghilterra al massimo della sua brillantezza con 460 milioni di persone che oggi parlano l’idioma, dietro soltanto a Cina e India. Emblematico il caso della conquista sudamericana con un esercito di soli 500 uomini che disintegrò milioni di persone grazie ad armi più tecnologiche.

    Impero britannico

    L’Impero Britannico dal 1800 non è formalmente finito nel 1939, ma può essere considerato ancora vivo visto che il Commonwealth è ancora vivo e vegeto. La sua forza è stata senza dubbio una marina più forte di tutti i tempi e su un esercito di terra meno esteso ma molto efficiente che consentì al Regno Unito di diventare leader mondiale nel 19esimo secolo.

    Impero russo e sovietico

    Mettiamo insieme l’impero russo con l’Unione Sovietica che ne è derivata. Il primo (1721-1905) sconfisse numerosi eserciti sontuosi dalla Persia agli Ottomani, dai Polacchi agli Svedesi passando non per ultimi dai francesi, mongoli e anche tedeschi. Un esercito che, unico, si può fregiare di queste vittorie contro le potenze dell’epoca. L’Unione Sovietica, dal 1941 al 1991, costruì un impero andando a vincere la Seconda Guerra Mondiale con la sconfitta dei nazisti fino alla disgregazione dell’unione stessa. Detonò la più potente bomba di sempre, la Tsar, e “combattè” nella Guerra Fredda contro gli USA mandando in orbita i primi satelliti e il primo uomo.

    Impero giapponese

    L’Impero Giapponese fu quello che combinò più crimini contro l’umanità di tutta la storia conosciuta e non è un caso che i nipponici sono visti di malo modo ancora oggi in buona parte dell’Asia Pacifica fino alla Cina e Corea. Dal 1905 al 1945 conquistarono buona parte di questa fetta di mondo, compiendo disastri e disumanità. Riuscirono a vincere una guerra contro i russi ma furono disintegrati nella Seconda Guerra mondiale.

    Germania nazista

    La Germania nazista è stata senza dubbio l’esercito più forte della prima metà del ventesimo secolo, almeno fino alla discesa in campo prima dei sovietici e poi degli americani. Di certo, Hitler commise una serie di errori strategici che lo condannarono, ma sulla carta il suo esercito era davvero di terrificante potenza, andando a inaugurare un metodo tutto nuovo di combattimento quale quello del blitz, la guerra lampo.

    Viet Cong

    I Viet Cong – 1954-1976 – dimostrarono per la prima volta che l’esercito americano poteva uscire sonoramente sconfitto nonostante un numero maggiore di soldati, nonostante l’uso di armi devastanti e di moderne tecnologie. Con la conoscenza profonda del campo di battaglia e una strenua resistenza al limite del logoramento. Questa guerra cambiò molte delle strategie di guerra.

    USA

    Gli USA sono a tutt’oggi l’esercito più potente della Terra sin dalla loro discesa in campo nella Seconda Guerra Mondiale. Il loro dominio iniziò proprio nel momento in cui furono – loro malgrado – chiamati in causa il 7 dicembre del 1941 dopo l’attacco brutale e vigliacco di Pearl Harbur da parte dei giapponesi. Attualmente, gli Stati Uniti d’America spendono più dei seguenti dieci paesi per numeri di truppe negli armamenti e sono leader della NATO, la più grande e forte alleanza militare di tutti i tempi.