Elon Musk ha perso 20 miliardi di dollari dopo la sua apparizione in tv

Dalla rivelazione della sindrome di Asperger ai commenti autoironici sui suoi piani aziendali, ecco quanto è costata al fondatore di Tesla la sua ospitata al Saturday Night Live

da , il

    Elon Musk ha perso 20 miliardi di dollari dopo la sua apparizione in tv

    Elon Musk, il fondatore di Tesla e SpaceX, ha perso 20 miliardi di dollari dopo la sua ospitata al Saturday Night Live, dove ha mostrato lati del suo carattere finora inediti. Dalla rivelazione della sindrome di Asperger fino al ballo con la madre durante l’esibizione di Miley Cyrus, ai commenti senza filtri sulle criptovalute, Elon Musk ha superato tutte le aspettative, dividendo il pubblico degli ascoltatori, tra estimatori e detrattori.

    Elon Musk stupisce al Saturday Night Live

    Tuttavia, pare che non tutti abbiano apprezzato la spontaneità del fondatore di Tesla. Infatti, all’indomani della sua apparizione televisiva, il patrimonio di Elon Musk è precipitato di oltre 20 miliardi di dollari e le sue azioni sono scese del 15%. Secondo le stime di Forbes, il patrimonio di Elon Musk si è ridotto, in una sola notte, di 20,5 miliardi di dollari, per una cifra complessiva di 145,5 miliardi. Ciononostante, Elon Musk rimane la terza persona più ricca al mondo, seguita dal fondatore di Microsoft, Bill Gates, la cui fortuna ammonta a 127 miliardi di dollari.

    Perché Elon Musk ha perso 20 miliardi di dollari

    Ma per quali ragioni il patrimonio del fondatore di Tesla è precipitato dopo la sua clamorosa intervista? Nel corso della serata, oltre a rivelare di avere la sindrome di Asperger, il fondatore di Tesla ha ironizzato sui suoi audaci piani aziendali, mettendo in dubbio il recente clamore di criptovalute, come Bitcoin e Dogecoin, in particolare quest’ultima, che Musk ha definito “un casino”. Ma le parole di Musk non sono state esenti da conseguenze: nell’arco delle 24 ore successive, il valore di Dogecoin è sceso di oltre il 30% .

    Quale sarà la prossima mossa?

    Ma le sorprese non sono finite qui. A metà della scorsa settimana, Musk ha annunciato che Tesla non avrebbe più accettato pagamenti in Bitcoin per i suoi veicoli, esprimendo preoccupazione sul rapido aumento dell’uso di combustibili fossili per l’estrazione e le transazioni di Bitcoin. Così, nelle ore successive, anche il prezzo del Bitcoin è precipitato fino al 17%, facendo oscillare le azioni di Tesla. Alla luce delle imprevedibili scelte di Elon Musk, non ci resta che attendere la prossima mossa!