Droga, serie di blitz della Polizia: scattano le manette in tutta Italia

Operazioni diverse, ma che hanno portato allo stesso risultato: sono scattate le manette in diversi comuni italiani

Una lunga serie di operazioni organizzate dalla Polizia, hanno permesso di smantellare più organizzazioni criminali dedite allo spaccio di droga. Nelle prime ore di giovedì 16 febbraio sono stati portati a termine numerosi arresti, in diverse città italiane: su tutte Monza, Pavia, Alessandria ed Asti nel nord e Salerno nel meridione.

droga
Scattano gli arresti in tutta Italia per droga – Qnm.it

Operazioni disgiunte, ma che hanno portato allo stesso risultato. Nel salernitano cinque persone sono state portate in carcere, mentre altre 5 sono state punite con gli arresti domiciliari. In Brianza sono state invece eseguite 13 misure cautelari in carcere e 5 divieti di dimora. L’indagine che ha portato allo smantellamento di una banda a Monza, è stata coordinata dalla Procura della Repubblica di Monza. Sono stati eseguiti arresti e perquisizioni ad un gruppo di cittadini marocchini e nigeriani che nel centro di Monza, nel parchetto ricompreso tra la via Artigianelli e via Gramsci avevano impiantato una vera e propria ‘centrale dello spaccio’ di sostanze stupefacenti: su tutte cocaina, hashish e marjuana.

L’indagine è stata nominata Icaro ed era iniziata a gennaio del 2022. Il sodalizio marocchino-nigeriano era ben strutturato: molti degli arrestati erano richiedenti asilo, che avevano realizzato un business nello spaccio. Le telecamere della polizia scientifica hanno ripreso le operazioni di compravendita e spaccio realizzate in panchine e parchi. Gli agenti hanno inoltre sfruttato anche intercettazioni telefoniche tra spacciatori e clienti. I componenti della banda avevano preso possesso del giardino pubblico di via Gramsci/via Artigianelli trasformandolo in una vera ‘piazza di spaccio. Gli indagati avevano preso possesso del territorio, bivaccando sui giochi per i bambini e usando una spregiudicata violenza per regolare i conti sia all’interno del gruppo, che con soggetti esterni, come testimoniato sia dai numerosi esposti presentati alle autorità dai residenti della zona, sia dai frequenti interventi delle pattuglie di polizia per episodi di ferimenti. Il numero degli indagati, del filone monzese, ammonta a 18 soggetti, dei quali 8 destinatari di misura cautelare in carcere e 5 della misura cautelare del divieto di dimora nel territorio del comune di Monza. Si tratta di 12 nigeriani e 6 marocchini.

Arresti a Salerno

Arresti
I Carabinieri hanno portato a termine perquisizioni e arresti – Qnm.it –

A Salerno invece i Carabinieri della compagnia di Mercato San Severino hanno eseguito l’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip di Salerno su richiesta della Procura guidata da Giuseppe Borrelli. A finire in manette sono state dieci persone: cinque in carcere e cnque ai domiciliari.  Le accuse sono di associazione a delinquere dedita a trasporto, detenzione e vendita di cocaina, crack, marijuana e hashish. In particolare, le indagini hanno svelato come una parte della banda, ben fornita, organizzata e dotata di armi e munizioni, riuscisse a controllare e a gestire lo spaccio di stupefacenti in diverse zone del salernitano: Baronissi, Pellezzanno e Mercato San Severino, tutti Comuni della provincia. Un secondo ‘gruppo’ criminale costituito invece su base famigliare aveva il controllo dalla piazza di spaccio nella frazione San Vicenzo di Mercato San Severino