Stanchezza mentale: cause, sintomi, rimedi e integratori

Parliamo della stanchezza mentale, delle cause, dei sintomi, dei rimedi e degli integratori utili per ovviare a questo disturbo davvero molto comune. A differenza di quella fisica, la stanchezza mentale è più complessa da gestire, poiché può interessare anche problemi legati alla sfera psicologica e, in ogni caso, dormire a sufficienza può non rivelarsi un rimedio soddisfacente. In questo articolo cercheremo di fare il punto sulla stanchezza mentale e sulle sue cause, con focus più attento su quelli che sono i rimedi e gli integratori – sia naturali, che chimici- utili per riuscire a tamponare il senso di spossatezza e quel sentirsi sempre stanchi che appanna il cervello.

Le cause della stanchezza mentale

Le cause della stanchezza mentale si ritrovano prettamente nell’ansia e nelle preoccupazioni quotidiane, ma non è detto che siano escluse altre condizioni particolari colpevoli della stanchezza mentale. Fra le più comuni cause abbiamo:

  • ansia e preoccupazioni
  • depressione
  • stress
  • sforzi mentali eccessivi
  • alterazioni del ciclo sonno-veglia
  • dormire troppo poco
  • cambi di stagione
  • dieta poco varia e carente di vitamine e minerali essenziali, come magnesio e potassio
  • medicinali con particolari controindicazioni relative alla potenziale stanchezza mentale
  • scarsa forma fisica: sia eccessiva magrezza, che obesità
  • disidratazione
  • patologie come il diabete, l’ipertiroidismo, l’anemia ed eventuali infezioni

I sintomi della stanchezza mentale

I sintomi della stanchezza mentale sono afferenti in particolar modo alla psiche, ma nei casi più gravi anche il fisico può risentirne. Di certo, ciò che colpisce maggiormente sono i segnali di stanchezza che invia il cervello, che preso dallo stress conduce a sintomi inconfondibili come la costante confusione mentale, la difficoltà di concentrazione e i vuoti di memoria.

A livello fisico, invece, la stanchezza mentale comporta spossatezza, alterazioni del ciclo sonno-veglia (sia insonnia, che ipersonnia), dolori e spasmi allo stomaco, colite, aritmia e un abbassamento delle difese immunitarie. Nei casi più gravi ci possono essere anche svenimenti e frequente minzione.

I rimedi per la stanchezza mentale

Non è facile definire rimedi per la stanchezza mentale che siano efficaci per tutti in egual modo, proprio in virtù del fatto che questo tipo di stanchezza è davvero molto più complesso rispetto alla stanchezza mentale e dunque non di facile risoluzione. Di certo, ciò che è assai valido per tale disturbo è assumere delle corrette abitudini e stili di vita, sia a tavola, che nel quotidiano. Infatti, è importante ricordarsi di:

  • riposare a sufficienza: dormire almeno 6/8 ore a notte
  • lavorare per obiettivi organizzati e raggiungibili evitando i tour de force, specie in vista delle scadenze
  • fare delle pause a lavoro per far riposare il cervello
  • assumere cibi ricchi di magnesio e potassio, che energizzano corpo e mente
  • concedersi un po’ di tempo per se stessi e per il proprio relax (un massaggio, un bagno caldo, attività sportiva leggera, ecc.)

A livello di alimentazione, è inoltre fondamentale mangiare in maniera regolare e sana, prediligendo la dieta mediterranea. Cercate, poi, di mantenere il peso forma. Se vi sentite sempre stanchi, potete prendere una tisana energizzante o bevande con caffeina durante la giornata.

Gli integratori per la stanchezza mentale

Naturalmente, quando il cervello ne ha più bisogno, potrete aiutarlo a sostenere gli sforzi assumendo degli integratori per la stanchezza mentale. In commercio vi sono sia integratori naturali, che chimici, da poter usare a propria discrezionalità.

  • eleuterococco (ginseng siberiano)
  • ginseng
  • maca
  • guaranà
  • ginko biloba
  • bacopa
  • centella asiatica
  • fiori di Bach
  • ferro
  • potassio
  • magnesio supremo
  • niacina
  • vitamina B1, B2, B6, B12 e vitamina C
  • fosforo
  • zinco
  • iodio