Colazione, ad ognuno la sua: 3 consigli dell’esperto più uno dello chef stellato

È considerato da tutti gli esperti il pasto più importante della giornata ma ad ognuno la sua. Ecco tre consigli dell’esperto più uno dello chef, che aiutano ad iniziare al meglio la giornata.

Saltare la colazione è quanto di più deleterio si possa fare a detta del professor Luca Piretta, esperto in nutrizione che ha rilasciato una consulenza al portale iocominciobene.it. Non mangiando nelle prime ore della giornata si sottrae al nostro organismo la base del rifornimento di energie fondamentali per affrontare il resto delle ore.

Colazione per tutti
Colazione ad ognuno la sua (QNM.it)

La colazione: il pasto più importante della giornata

La colazione, infatti è il momento nel quale il nostro l’orologio biologico intestinale, ma soprattutto metabolico, si resetta per affrontare tutto il giorno. Sempre secondo l’esperto, la colazione è da consumare con tutta calma.

E’ necessario, infatti, concedersi più di qualche minuto seduti a tavola per gustare al meglio ogni ingrediente e prendersi un prezioso momento per entrare in connessione con il mondo esterno. Mangiare velocemente, poi, come anche in tutti gli altri pasti è sconsigliatissimo poiché può creare fastidiosi problemi di digestione.

Sempre secondo il professor Piretta, sarebbe molto importante variare l’alimentazione e cercare di non mangiare sempre lo stesso pasto. La diversità alimentare, infatti, aiuta a creare un ambiente intestinale sano e diversificato che aiuta in tutte le funzioni digestive, ma è bene sapere che non tutte le colazioni vanno bene per chiunque.

Ad ognuno la sua colazione

Esistono, infatti pasti ad hoc a seconda del soggetto che li consuma. Per i più piccoli, ad esempio, il consiglio è quello di fare iniziare la giornata con una dose di frutta fresca che può essere proposta sia sotto forma di spremuta sia come macedonia.

Per completare il pasto, una tazza di latte e uno yogurt con due, massimo tre biscotti o qualche cucchiaio di cereali sono sufficienti. Da sconsigliare le merendine anche se, saltuariamente, può essere concesso qualche prodotto da forno che gratifica le esigenze dei bambini.

Per quanto riguarda gli adulti e gli anziani, che solitamente con il passare degli anni sentono diminuire l’appetito, al mattino è importante scegliere alimenti che in poco volume concentrano molte sostanze benefiche.

Un esempio è la frutta secca; qualche noce e qualche mandorla forniscono un apporto calorico corretto senza dover affrontare un pasto eccessivamente abbondante. Anche in questo caso, come in quello dei bambini, è da prediligere la frutta fresca tramite spremute, macedonia o frullati essenziale fonte di vitamine.

Frutta secca a colazione
Frutta secca per gli over (QNM.it)

Se con il passare degli anni, poi, si è diventati intolleranti al lattosio niente paura: si può tranquillamente optare per bevande vegetali, come latte di soia o di riso, che sostituiscono pienamente il latte vaccino.

La colazione per chi si deve preparare ad affrontare una giornata impegnativa a livello fisico, e perciò per tutti gli sportivi, deve essere certamente più abbondante e strutturata. Via libera ad una tazza abbondante di latte e uno yogurt con tre fette biscottate, del miele o della marmellata o della crema spalmabile.

Le fette biscottate si possono sostituire anche con cinque biscotti o due fette di pane tostato con la marmellata. Importante aggiungere anche una porzione di frutta o dei cereali misti.

Arriva anche la proposta salata che a volte è preferita rispetto a quella dolce. Si possono consumare con tranquillità infatti 2-3 fette di pane tostato con ricotta o affettato magro e saltuariamente cedere a una fetta di torta, una brioche o dei pancake.

La chicca dello chef Gordon Ramsay

Sempre per quanto riguarda la colazione salata è una chicca consigliata da uno degli chef più famosi al mondo: Gordon Ramsay è lui che propone una ricetta facilissima per le uova strapazzate servite sotto forma di crema montata.

La colazione dello chef
Gordon Ramsay, le sue uova strapazzate per colazione (QNM.it)

La ricetta è semplice ma dall’effetto assicurato: Gordon Ramsay consiglia di ungere una padella con del burro e un goccio di panna acida e versare le uova. Iniziate a mescolare con un cucchiaio di legno a fuoco basso fino a quando le uova non iniziano a rapprendersi.

A questo punto spostatevi dalla fonte di calore e iniziate a mescolare energicamente incorporando più aria possibile. Il trucco risiede nel ripetere questa operazione ad intervalli di due minuti sul fuoco e un minuto lontano dal calore fino a quando non si ottiene un composto cremoso ed omogeneo; queste uova dalla consistenza eccezionale possono essere servite, come lo stesso chef consiglia, su due fette di pane tostato e insaporite con dell’erba cipollina.