SBK Imola 2011: Checa a 3 punti dal titolo

da , il

    SBK Imola 2011: Checa a 3 punti dal titolo

    Un terzo posto in gara 1 dietro a Rea e Haga e una vittoria in gara 2 consentono a Carlos Checa di proclamarsi virtualmente campione del mondo: allo spagnolo infatti basteranno appena 3 punti a Magny Cours per prendersi il titolo.

    Dietro al pilota spagnolo Marco Melandri, ottavo e sesto, tiene in vita il Mondiale. In classifica generale sempre terzo posto Max Biaggi, nonostante l’infortunio che gli ha impedito di correre a Imola e che ha purtroppo condizionato il finale di stagione del romano.

    - Gara 1:

    Nonostante la pole position Checa dopo qualche curva si ritrova al quarto posto anche per via di una condotta di gara piuttosto prudente. Davanti a Haga e Rea si danno battaglia e alla fine è il secondo ad avere la meglio.

    - Ordine di arrivo:

    1- Jonathan Rea – Castrol Honda – Honda CBR 1000RR – 21 giri in 38’03.396

    02- Noriyuki Haga – Pata Racing Team Aprilia – Aprilia RSV4 Factory – + 0.111

    03- Carlos Checa – Althea Racing – Ducati 1198 – + 9.449

    04- Tom Sykes – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – + 9.792

    05- Eugene Laverty – Yamaha World Superbike Team – Yamaha YZF R1 – + 14.699

    06- Sylvain Guintoli – Team Effenbert Liberty Racing – Ducati 1198 – + 16.820

    07- Jakub Smrz – Team Effenbert Liberty Racing – Ducati 1198 – + 24.227

    08- Marco Melandri – Yamaha World Superbike Team – Yamaha YZF R1 – + 24.935

    09- Ayrton Badovini – BMW Motorrad Italia – BMW S1000RR – + 25.224

    10- Joan Lascorz – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – + 25.487

    11- Mark Aitchison – Team Pedercini – Kawasaki ZX-10R – + 26.148

    12- Troy Corser – BMW Motorrad Motorsport – BMW S1000RR – + 26.444

    13- Federico Sandi – Althea Racing – Ducati 1198 – + 29.761

    14- Alex Polita – Barni Racing Team – Ducati 1198 – + 30.083

    15- Leon Camier – Aprilia Alitalia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – + 34.862

    16- Matteo Baiocco – Barni Racing Team – Ducati 1198 – + 40.331

    17- Ruben Xaus – Castrol Honda – Honda CBR 1000RR – + 44.547

    18- Roberto Rolfo – Team Pedercini – Kawasaki ZX-10R – + 50.241

    - Gara 2:

    L’ottima partenza di Rea sembra dargli possibilità di replicare la vittoria di gara 1. Ma a metà gara Rea rompe la Honda del Team Castrol e lascia a Haga e a Checa la possibilità di giocarsi il successo: lo spagnolo alla fine ha la meglio. Nel finale un lungo di Melandri ha chiuso per qualche minuto il Mondiale ma con una bella rimonta il ravennate in pochi giri ha recuperato dal decimo al sesto posto.

    - Ordine di arrivo:

    01- Carlos Checa – Althea Racing – Ducati 1198 – 21 giri in 38’04.538

    02- Noriyuki Haga – Pata Racing Team Aprilia – Aprilia RSV4 Factory – + 4.631

    03- Leon Camier – Aprilia Alitalia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – + 15.159

    04- Eugene Laverty – Yamaha World Superbike Team – Yamaha YZF R1 – + 17.195

    05- Leon Haslam – BMW Motorrad Motorsport – BMW S1000RR – + 17.388

    06- Marco Melandri – Yamaha World Superbike Team – Yamaha YZF R1 – + 18.533

    07- Sylvain Guintoli – Team Effenbert Liberty Racing – Ducati 1198 – + 19.615

    08- Joan Lascorz – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – + 20.063

    09- Mark Aitchison – Team Pedercini – Kawasaki ZX-10R – + 24.194

    10- Ayrton Badovini – BMW Motorrad Italia – BMW S1000RR – + 28.485

    11- Ruben Xaus – Castrol Honda – Honda CBR 1000RR – + 28.600

    12- Federico Sandi – Althea Racing – Ducati 1198 – + 41.802

    13- Maxime Berger – Supersonic Racing Team – Ducati 1198 – + 54.750

    14- Javier Fores – BMW Motorrad Italia – BMW S1000RR – + 1’12.281

    - CHI SALE:

    - CARLOS CHECA: calcolatore in gara 1, più deciso in gara 2. E’ stato quasi perfetto durante questo Mondiale: si merita il titolo.

    - JOHNNY REA: finalmente un lampo di fine stagione per Rea. Perfetto in gara 1, sfortunato in gara 2. Speriamo non sia stato un fuoco di paglia.

    - NORI HAGA: grintoso, determinato e competitivo. Era da tempo che non si vedeva così: due secondi posti che fanno sicuramente morale.

    - CHI SCENDE:

    - AYRTON BADOVINI: si sperava in qualche piazzamento migliore per Ayrton ma la spalla lo ha condizionato pesantemente.

    - MARCO MELANDRI: un sesto e di un ottavo posto durante una gara che serviva a non chiudere il Mondiale. Alla fine ci è riuscito ma ci si aspettava qualcosa di più. La sensazione è che Biaggi avrebbe reso la vita più dura a Checa…

    - LEON CAMIER: male nella prima gara, buona nella seconda. Dopo due anni di Aprilia ufficiale non ha mai avuto una zampata vincente, di quelle che lasciano il segno. Poco competitivo!

    - Classifica piloti:

    1 Carlos Checa Ducati 417

    2 Marco Melandri Yamaha 320

    3 Max Biaggi Aprilia281

    4 Eugene Laverty Yamaha 256

    5 Leon Haslam BMW 187

    6 Leon Camier Aprilia 171

    7 Sylvain Guintoli Ducati 158

    8 Noriyuki Haga Aprilia 155

    9 Ayrton Badovini BMW 147

    10 Michel Fabrizio Suzuki 141

    Foto da AP/LaPresse