Olimpiadi Londra 2012, canottaggio: argento per Sartori e Battisti [FOTO]

da , il

    AP/LaPresse

    Grande impresa dall’Italia del canottaggio. Il due di coppia composto da Alessio Sartori e Romano Battisti ha conquistato la medaglia d’argento ai Giochi Olimpici di Londra 2012. Gli azzurri, protagonisti di una grande seconda parte di gara, hanno chiuso in 6:32.80, arrendendosi solamente ai fortissimi neozelandesi. Bronzo per l’armo sloveno. Grazie alla prestigiosa medaglia conquistata dal duetto azzurro, l’Italia sale a quota dieci nel medagliere.

    Eppure l’avvio di gara non era stato tra i più entusiasmanti. Dopo un avvio lento Sartori e Romano hanno accelerato ai 1000 metri e sono arrivati in testa ai 1500, ma nel finale hanno subito la prepotente rimonta della Nuova Zelanda, favorita nei pronostici della vigilia. La coppia italiana ha provato a tenere testa agli avversari negli ultimi 500 metri ma si sono arresi al fotofinish: gli azzurri hanno chiuso in 6’32″70, a meno di un secondo dai vincitori. Dopo una grande prova c’è tanta felicità per Sartori e Battisti: “Siamo soddisfatti del nostro percorso”, ammette Romano. C’è spazio anche per una frecciatina alla federazione: “Noi ci abbiamo sempre creduto: siamo un equipaggio di un gruppo sportivo, le Fiamme Gialle, per la federazione non eravamo adatti a questo livello. Romano ha ragione – aggiunge Sartori – veniamo da un anno durissimo. Abbiamo gareggiato con un lutto sulla maglia per il colonnello Gaetano Bellantuono: è stato un secondo papà, ha formato lui questo equipaggio. E’ qui con noi”.

    “I ragazzi si sono messi a lavorare a testa bassa cercando di capire quale fosse il loro ruolo, hanno dovuto superare tanti step, ma ce l’hanno fatta a qualificarsi come equipaggio societario. Adesso il merito del loro argento è di tutti, non dimentichiamo che lo scafo è della Federazione”, sono le parole del tecnico Francesco Cattaneo, che cerca di smorzare eventuali polemiche dopo che i suoi ragazzi non erano stati convocati dal ct De Capua “per scelte tecnico-fisiologiche”. “Si sono qualificati, hanno dovuto superare tante difficoltà burocratiche, ma alla fine ce l’hanno fatta”, ha aggiunto. Per l’Italia si tratta della quinta medaglia d’oro e il settimo posto nella classifica generale.