MotoGP 2014: presentata la nuova Ducati GP14 [FOTO e VIDEO]

MotoGP 2014: presentata la nuova Ducati GP14 [FOTO e VIDEO]
da in Ducati MotoGP, MotoGP, Sport
    Svelata la nuova Ducati MotoGP 2014

    Mancava solo la presentazione di un team in vista del primo semaforo verde stagionale che si vedrà tra meno di due settimane in Qatar. Si trattava della scuderia Ducati Corse. La presentazione è avvenuta ieri pomeriggio all’interno dell’aeroporto di Monaco di Baviera nell’Audi Forum, a dimostrazione della forte partnership tra i due marchi. I piloti che guideranno e difenderanno i colori della Rossa di Borgo Panigale in questa stagione saranno il confermato Andrea Dovizioso e la new entry Cal Crutchlow, alla sua prima esperienza in un team ufficiale dopo gli ottimi risultati nei team satellite.

    Per la nuova stagione è stato inserito in organico anche l’ingegnere Luigi Dall’Igna, costruttore della Aprilia Superbike e della ART MotoGP, nel ruolo di Direttore Generale Ducati Corse. Confermato invece come Direttore Sportivo Ducati Corse, Paolo Ciabatti. Le novità stagionali però non finisco qui. La Ducati Gp 14 ha deciso, dopo i test di Sepang, di iscriversi al campionato in modalità “open”. Questa decisione ha fatto storcere il naso a qualche tifoso e anche alla Honda. A spiegare questa scelta ci ha pensato Claudio Domenicali, Amministratore Delegato Ducati Holding: “Le nuove scelte tecniche e sportive che l’azienda ha deciso di seguire ci consentiranno di tornare a competere con quello spirito che ha sempre caratterizzato le donne e gli uomini che lavorano in Ducati.” Dello stesso avviso anche il nuovo Dg Luigi Dall’Igna:” lavorare in MotoGP ed essere Direttore Generale per uno dei più famosi e prestigiosi produttori del mondo è un traguardo significativo ma anche una responsabilità notevole. Durante i test abbiamo ridotto in parte il gap dagli altri team e contiamo di migliorarci ulteriormente durante il proseguo della stagione.”
    Entusiasta della sua nuova avventura è Cal Crutchlow: “Ho lavorato molto bene con la mia nuova squadra, e soprattutto in Australia sono rimasto molto soddisfatto.

    Dobbiamo ancora provare diverse soluzioni sulla mia moto, ma credo che siamo già ad un buon punto.”
    Anche Andrea Dovizioso sempre felice e fiducioso in vista della stagione:” Abbiamo lavorato bene in inverno e ci presentiamo abbastanza fiduciosi in Qatar. Il gap sembra ridotto e potremmo essere a ridosso dei primi.”
    La decisione di passare in pianta stabile alla classe Open, direttamente da questa stagione potrebbe risultare un azzardo vincente o un incredibile autogol. Si sa che le decisioni drastiche sono sempre pericolose e porteranno vantaggi e svantaggi. Il vantaggio significativo potrebbe essere in previsione futura, in quanto Ducati si ritroverà con un anno di esperienza in più rispetto ad Honda e Yamaha nel caso decidessero di passare nel 2015 a questa categoria. Un altro fattore significativo potrebbe essere dovuto al fatto che gli uomini in rosso sapevano che in questa stagione non avrebbero potuto competere con le altre case, con il rischio di essere superate perfino da scuderie facenti parte della categoria Open. I contro di questa decisione sono una Ducati arrendevole che non prova a competere contro i big e che si accontenterà, molto probabilmente, di un ruolo di comprimario a meno di incredibili colpi di scena.

    526

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Ducati MotoGPMotoGPSport
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI