Figurine calciatori (Foto)

1 di 50
    continua
    http://www.qnm.it/sport/fotogallery/figurine-calciatori_10505.html
    Roberto Baggio
    Roberto Baggio. Baggio, Gullit, Van Basten, Trapattoni, Ronaldo com’erano quand’erano alle prime armi? Un sito francese, www.oldschoolpanini.com, si è preso la briga di andare a pescare centinaia di giocatori diventati celeberrimi, quando erano ancora imberbi. Ma non solo, ha riscontrato incredibili somiglianze. O granchi eccezionali (dallo stesso Baggio scambiato per Monelli a un Van Basten in maglia blaugrana). Qui di seguito ve ne mostriamo cinquanta, partendo dal Baggio agli esordi in maglia vicentina. Buon divertimentoBaggio, Gullit, Van Basten, Trapattoni, Ronaldo com’erano quand’erano alle prime armi? Un sito francese, www.oldschoolpanini.com, si è preso la briga di andare a pescare centinaia di giocatori diventati celeberrimi, quando erano ancora imberbi. Ma non solo, ha riscontrato incredibili somiglianze. O granchi eccezionali (dallo stesso Baggio scambiato per Monelli a un Van Basten in maglia blaugrana). Qui di seguito ve ne mostriamo cinquanta, partendo dal Baggio agli esordi in maglia vicentina. Buon divertimento

    Roberto Baggio

    Baggio, Gullit, Van Basten, Trapattoni, Ronaldo com’erano quand’erano alle prime armi? Un sito francese, www.oldschoolpanini.com, si è preso la briga di andare a pescare centinaia di giocatori diventati celeberrimi, quando erano ancora imberbi. Ma non solo, ha riscontrato incredibili somiglianze. O granchi eccezionali (dallo stesso Baggio scambiato per Monelli a un Van Basten in maglia blaugrana). Qui di seguito ve ne mostriamo cinquanta, partendo dal Baggio agli esordi in maglia vicentina. Buon divertimentoBaggio, Gullit, Van Basten, Trapattoni, Ronaldo com’erano quand’erano alle prime armi? Un sito francese, www.oldschoolpanini.com, si è preso la briga di andare a pescare centinaia di giocatori diventati celeberrimi, quando erano ancora imberbi. Ma non solo, ha riscontrato incredibili somiglianze. O granchi eccezionali (dallo stesso Baggio scambiato per Monelli a un Van Basten in maglia blaugrana). Qui di seguito ve ne mostriamo cinquanta, partendo dal Baggio agli esordi in maglia vicentina. Buon divertimento

    Cesare Prandelli

    Cesare Prandelli

    Che alla Juve allenò Cesare Prandelli. Il viaggio finisce con il nostro ct. Ma le sorprese non finiscono qui, la settimana prossima, vi proporremo un’altra supersfilata adesiva, questa volta con gli «Improbabili». Chi sono? Pazientate

    Giovanni Trapattoni

    Giovanni Trapattoni

    E il nostro Giovanni Trapattoni al Milan

    Vicente del Bosque

    Vicente del Bosque

    Compagno di squadra di Antonio Conte alla Juve, qui al Lecce a inizio carriera

    Laurent Blanc

    Laurent Blanc

    Compagno di squadra di Antonio Conte alla Juve, qui al Lecce a inizio carriera

    Joachim Loew

    Joachim Loew

    Compagno di squadra di Antonio Conte alla Juve, qui al Lecce a inizio carriera

    Antonio Conte

    Antonio Conte

    Compagno di squadra di Antonio Conte alla Juve, qui al Lecce a inizio carriera

    Christian Vieri

    Christian Vieri

    Dove fugacemente è transitato il nostro Christian Vieri

    Hugo Sanchez

    Hugo Sanchez

    E prima di giocare in quel Real, il messicano Hugo Sanchez militava dai dirimpettai dell’Atletico Madrid

    Emilio Butragueno

    Emilio Butragueno

    E il buitre Butragueno

    Carlos Alonso Santillana

    Carlos Alonso Santillana

    Fecero disperare gli interisti con incredibili rimonte al Bernabeu, alla metà degli anni’80: il madridista Santillana

    Clarence Seedorf

    Clarence Seedorf

    Clarence Seedorf, quando ancora non allenava e in Italia era appena arrivato, alla Samp, si presentava così a Euro 1996

    Dennis Bergkamp

    Dennis Bergkamp

    Dennis Bergkamp all’Ajax, prima della non felice esperienza in nerazzurro

    Paul Gascoigne

    Paul Gascoigne

    Gazza Gascoigne, agli inizi al Tottenham, sorrideva così

    Marco Simone

    Marco Simone

    E il nostro Marco Simone, idem come sopra

    George Weah

    George Weah

    Pure George Weah, indimenticato rossonero

    Yuri Djorkaeff

    Yuri Djorkaeff

    Djorkaeff, indimenticato nerazzurro, ha vestito le maglie di Monaco e Psg

    pan_07_MGzoom

    pan_07_MGzoom

    Francescoli, prima del Cagliari, militava per il Racing di Parigi

    Carlos Valderrama

    Carlos Valderrama

    Carlos Valderrama: in Europa giocava al Montpellier

    Zlatan Ibrahimovic

    Zlatan Ibrahimovic

    Ecco Ibra quando si svela al mondo, prima al Malmo, poi nella nazionale svedese

    Alexander Zavarov

    Alexander Zavarov

    Zavarov, dopo la sfortunata esperienza alla Juve, va a giocare al Nancy, in Francia

    Socrates

    Socrates

    Socrates, ancora senza barba, al Corinthians

    Marco Van Basten

    Marco Van Basten

    Che poi diviene protagonista di un falso d’autore: nel 1988-89 viene dato per venduto al Barcellona, dove sarebbe dovuto arrivare insieme a Johan Cruyff e addirittura posa per la figurina. Non andò così

    Marco Van Basten

    Marco Van Basten

    Ed ecco Marco Van Basten, non ancora maggiorenne, all’Ajax

    Alvaro Recoba

    Alvaro Recoba

    Tanto quanto quella di un giovanissimo Alvaro Recoba che in Francia paragonano a una cantante e attrice di colà, Chantal Goya

    Marc Van Bommel

    Marc Van Bommel

    Prima di diventare centrale inamovibile del Bayern, Van Bommel si esercitava nel Fortuna Sittard (con un’acconciatura alquanto improbabile)

    Jose Luis Chilavert

    Jose Luis Chilavert

    Chilavert, il portiere paraguaiano che segnava su punizione, in Europa giocò al Real Saragozza

    Andrea Pirlo

    Andrea Pirlo

    Pirlo era così, quando iniziò la sua carriera nella natia Brescia

    Diego Armando Maradona

    Diego Armando Maradona

    Diversi anni dopo, un po’ più gonfio, il Pibe approderà a Siviglia, dopo aver lasciato Napoli

    Diego Armando Maradona

    Diego Armando Maradona

    E qui il suo nemico di sempre, Diego Maradona, ai tempi del Boca, 1980

    Daniel Passarella

    Daniel Passarella

    Tre sono i mondiali per il Caudillo Passarella

    Fernando Couto

    Fernando Couto

    Ecco le somiglianze, a sinistra è Fernando Couto, roccioso stopper del Parma. E a destra? Gemello separato alla nascita, Antonio Banderas

    Thierry Henry

    Thierry Henry

    Insieme a Thierry Henry

    David Trezeguet

    David Trezeguet

    E prima di diventare stella della Juventus, David Trezeguet muoveva i primi passi al Monaco

    David Moyes

    David Moyes

    Prima di diventare allenatore dello United, David Moyes giocava, agli scozzesi del Dumferline

    Arjen Robben

    Arjen Robben

    La serie del prima-della-perdita sin chiude con Arien Robben, giovanissimo al Gronigen

    Carlos Bianchi

    Carlos Bianchi

    E Carlos Bianchi, anch’egli non ancora calvo, quando giocava in Francia

    Zinedine Zidane

    Zinedine Zidane

    Zidane quando aveva ancora i capelli, a Euro 1996

    Ronaldo

    Ronaldo

    E al Psv, primo approdo in Europa

    Ronaldo

    Ronaldo

    Ai Mondiali del 1994, dove non giocò neanche una partita

    Ronaldo

    Ronaldo

    E Ronaldo, neanche diciassettenne al Cruzeiro

    Almeyda

    Almeyda

    Matias Almeyda ancora in argentina, al River Plate

    Michel Platini

    Michel Platini

    E Platini ai tempi di Nancy

    Eric Cantona

    Eric Cantona

    Cantona ai tempi di Marsiglia

    Antonio Zubizarreta

    Antonio Zubizarreta

    Zubizarreta giovanissimo all’Athletic Bilbao

    Jurgen Klinsmann

    Jurgen Klinsmann

    Klinsmann allo Stoccarda

    Rudd Gullit

    Rudd Gullit

    Infine grande campione con l’Olanda (e come lo conosciamo tutti)

    Ruud Gullit

    Ruud Gullit

    Poi al Feyenoord

    Rudd Gullit

    Rudd Gullit

    Il primo Ruud Gullit, all’HaarlemIl primo Ruud Gullit, all’Haarlem

    Roberto Baggio

    Roberto Baggio

    Ed eccolo Baggio scambiato per Monelli