Formula 1 2012: calendario e novità del regolamento

da , il

    Formula 1 2012: calendario e novità del regolamento

    La stagione 2011 della Formula 1 dominata dal binomio Vettel-Red Bull si è conclusa da poco ma è già tempo di volgere le attenzioni al 2012: il prossimo campionato di F1 avrà delle novità, dai Gran Premi alle modifiche di regolamento.

    Per quanto riguarda le squadre e i piloti, almeno per i top team, non ci saranno particolari variazioni: da evidenziare però il ritorno dell’ex campione del mondo Kimi Raikkonen. Scopriamo tutti i cambiamenti di team, Gran Premi e regolamenti.

    - Team e piloti di Formula 1 2012:

    - Red Bull: Sebastian Vettel e Mark Webber

    - McLaren: Jenson Button e Lewis Hamilton

    - Ferrari: Fernando Alonso e Felipe Massa

    - Mercedes: Michael Schumacher e Nico Rosberg

    - Lotus: Kimi Raikkonen e Romain Grosjean

    - Force India: Paul di Resta e Nico Hulkenberg

    - Sauber: Kamui Kobayashi e Sergio Perez

    - Toro Rosso: Daniel Ricciardo e Jean-Eric Vergne

    - Williams: Rubens Barrichello e Pastor Maldonado

    - Caterham: Heikki Kovalainen e Jarno Trulli

    - HRT: Pedro de la Rosa e Vitantonio Liuzzi

    - Marussia: Timo Glock e Charles Pic

    - ll calendario Formula 1 2012:

    Il campionato inizierà il 18 di marzo e prevede 20 gare: il primo GP si terrà sul circuito di Melbourne, in Australia. L’ultima gara pianificata è in Brasile a San Paolo, il 25 di novembre. E’ stato inserito anche il Gran Premio del Bahrain, saltato lo scorso anno a causa dei disordini nel paese. C’è invece l’uscita di scena del GP della Turchia per via di problemi economici. Debutterà invece il GP del Texas.

    Ecco il calendario completo:

    1 – GP Australia (Melbourne), dal 16 al 18 marzo

    2 – GP Malesia (Sepang), dal 23 al 25 marzo

    3 – GP Cina (Shanghai), dal 13 al 15 aprile

    4 – GP Bahrein (Sakhir), dal 20 al 22 aprile

    5 – GP Spagna (Barcellona), dal 11 al 13 maggio

    6 – GP Monaco (Montecarlo), dal 24 al 27 maggio

    7 – GP Canada (Montréal), dal 8 al 10 giugno

    8 – GP Europa (Valencia), dal 22 al 24 giugno

    9 – GP Gran Bretagna (Silverstone), dal 6 al 8 luglio

    10 – GP Germania (Hockenheim), dal 20 al 22 luglio

    11 – GP Ungheria (Budapest), dal 27 al 29 luglio

    12 – GP Belgio (Spa-Francorchamps), dal 31 agosto al 2 settembre

    13 – GP Italia (Monza), dal 7 al 9 settembre

    14 – GP Singapore (Singapore), dal 21 al 23 settembre

    15 – GP Giappone (Suzuka), dal 5 al 7 ottobre

    16 – GP Corea (Yeongam), dal 12 al 14 ottobre

    17 – GP India (Nuova Delhi), dal 26 al 28 ottobre

    18 – GP Abu Dhabi (Yas Marina), dal 2 al 4 novembre

    19 – GP Stati Uniti (Austin), dal 16 al 18 novembre

    20 – GP Brasile (San Paolo), dal 23 al 25 novembre

    - I test invernali:

    Durante la stagione 2012 della Formula 1 saranno 4 le occasioni per i team di effettuare i test:

    - Jerez, dal 7 al 10 febbraio

    - Barcellona, dal 21 al 24 febbraio

    - Barcellona, dal 1° al 4 marzo

    - Mugello, dal 1° al 3 maggio

    - Novità di regolamento di Formula 1 2012:

    Sicurezza: per partecipare ai test invernali le monoposto dovranno superare dei crash test obbligatori.

    Test: durante il corso della stagione saranno scelti 3 giorni durante i quali i team potranno effettuare dei test con i piloti titolari, utilizzando anche collaudatori e piloti di riserva.

    Safety Car: sarà nuovamente possibile per i piloti doppiati superare la vettura di sicurezza e di recuperare quindi lo svantaggio accumulato. La decisione è stata presa per evitare che delle monoposto possano intralciare la ripartenza.

    Interruzioni di gara: i piloti che si trovano in pit-lane in quel momento riprenderanno posizione in schieramente occupando il posto che avevano al momento dello stop della corsa.

    Durata gara: il tempo massimo per la durata di una gara è stato portato a 4 ore, il doppio rispetto a quanto accadeva in passato.

    Qualifiche: in qualifica non si potrà più tagliare curve o parti del circuito con la propria monoposto senza un motivo valido. Sarà consentito però usare tutti i set di gomme a diposizione.

    Addio agli scarichi soffiati: sul fronte tecnico-progettuale è stato vietato l’uso degli scarichi “soffiati”. I terminali dovranno spuntare dalla carrozzeria, senza troppe carenature, ed essere inclinati verso l’alto, eliminando quindi l’effetto aerodinamico dato dalle soluzioni di quest’anno

    Sorpassi: “Drivers may no longer move back on the racing line having moved off to defend a position”. In poche parole se ci si sposta una volta per contrastare un attacco poi non è permesso rientrare sulla traiettoria ideale. Addio a duelli infiniti per un sorpasso?

    Pensate che le emozioni del 2012 potranno superare quelle avute durante il 2011? Recuperare sulla Red Bull sarà comunque difficile…

    Foto da AP/LaPresse