Formula 1 2011: i pronostici indicano Vettel campione

da , il

    Formula 1 2011: i pronostici indicano Vettel campione

    Alla vigilia di un Mondiale i pronostici impazzano ogni volta. La Formula 1 ovviamente non fa eccezione. Secondo i pronostici la Red Bull ed il campione del mondo in carica Vettel sarebbero ancora l’accoppiata da battere. Per scoprire chi avrà maggiori possibilità per la conquista del titolo ecco una panoramica di tutti i team di Formula 1.

    Partiamo dalle opinioni dei principali boss dei team di Formula 1:

    - Norbert Haug – Mercedes: “Il favorito è sempre il campione in carica, quindi Sebastian Vettel e la Red Bull”.

    - Tost – Toro Rosso: “Vettel e la Red Bull hanno mostrato prestazioni molto buone in tutti i test”

    - Frank Williams – Williams: “Red Bull e Ferrari saranno ancora al vertice”.

    - Kolles – HRT: “La Red Bull ha il pacchetto piu’ forte”.

    - Peter Sauber – Sauber: “La mia sensazione è che il favorito sia Vettel”.

    - Anche Dietrich Mateschitz, boss della Red Bull, contro ogni tipo di scaramanzia, ha indicato il suo team come favorito per il Gran Premio d’Australia 2011.

    Mateschitz è intervenuto anche sulla questione contrattuale di Vettel: il rinnovo fino al 2014 ha spento le speranze di chi lo avrebbe ben visto su una Ferrari. E il capo della Red Bull ha confermato l’operazione come una formula anti-Ferrari: “Abbiamo pensato a questo nuovo contratto per porre fine al pressing di alcune squadre che forse si erano spinte anche un pò troppo oltre. Tuttavia, se non fossimo in grado di dare a Sebastian ciò di cui ha bisogno e ce lo chiedesse, lo lasceremo andare nonostante il contratto”.

    Passiamo adesso ad un’analisi ai raggi X di tutti i team:

    -Red Bull: è grande favorita. Solo qualche capriccio dei piloti potrebbe rovinare in qualche modo la stagione del team. Kers ed alettone mobile sembrano già messi a punto: il tutto evolvendo la macchina-monster della scorsa stagione. L’unico dubbio? La gestione delle gomme. Ma questo è un punto controverso per tutti i team.

    -Ferrari: la Red Bull è la più veloce, la Ferrari la più affidabile e continua. Quale strategia si rivelerà vincente? L’anno scorso si è deciso tutto all’ultimo GP. I nuovi ingressi ai vertici tecnici di Maranello, a partire da Pat Fry, sembrano indicare una maggiore voglia di evitare errori come quelli della passata stagione. “Per vincere, sarà vitale avere la strategia giusta. Il contributo dei ‘cervelli’ sarà fondamentale. Finora abbiamo fatto tante prove in quattro sessioni ma solo in Australia avremo la possibilità di valutare davvero il nostro livello di competitività. Sono molto prudente“ ha detto Stefano Domenicali, direttore della gestione sportiva Ferrari.

    Alonso riuscirà ad avere una macchina sempre competiva per far valere la sua grande esperienza e voglia di vincere? Di certo la Ferrari è sullo stesso gradino della Red Bull. Chi trionferà?

    - McLaren: i problemi sorti durante la sessione dei test invernali e la rivoluzione totale pre-Melbourne costituiscono grandi incognite per il team inglese. Le ipotesi sono due: o il progetto è stato incredibilmente fallito e queste continue modifiche sono disperati tentativi di migliorare la macchina o la McLaren si sta preparando a delle sorprese. Flop o sorpresa di questa stagione? Solo il tempo ci chiarirà le idee.

    - Mercedes: Ross Brawn è ottimista riguardo alle novità del 2011. In Mercedes è stato accolto con entusiasmo l’introduzione dell’alettone mobile e tutti sembrano apprezzare il Kers. Di certo Rosberg ma soprattutto Schumacher puntano a migliorare la passata stagione. Li vedremo ogni tanto sul podio?

    - Lotus Renault: l’incidente choc di Robert Kubica ha sicuramente stravolto l’ambiente Lotus. La monoposto era stata progettata proprio su misura del pilota polacco. Nick Heidfeld riuscirà a non far rimpiangere il buon Robert?

    - Williams: poche le novità rispetto alla passata stagione. Da valutare l’inserimento della novità Pastor Maldonado, una scommessa che il team deve assolutamente vincere per non veder precipitare le proprie apparizioni tra i primi 8.

    - Force India: Sutil e Di Resta sembrano faticare a trovare il giusto feeling con il Kers e per questo il lavoro sullo sviluppo progettuale potrebbe far perdere posizioni importanti al team. I test invernali sono stati disastrosi: riusciranno i tecnici a migliorare la monoposto prima del GP di Melbourne?

    - Sauber: le prestazioni del team svizzero dipenderanno molto dall’eventuale esplosione di Kamui Kobayashi, pilota sorpresa dell’ultima stagione. Accanto a Kobayashi, l’altra scommessa della stagione, Sergio Perez. Con tutte queste incognite a che tipo di stagione si andrà incontro?

    - Toro Rosso: si spera anche qui nella crescita dei due piloti Sebastian Buemi e Jaime Alguersuari. Il team di Faenza riuscirà a emulare in qualche modo, seppur in tono minore, le gesta della “sorella” Red Bull?

    -Lotus: il team malese e dal motore Renault non sembra in grado di dare quella spinta utile per lottare almeno per qualche punto iridato. Jarno Trulli e Heiik Kovalainen sono buoni piloti. Ma la macchina sembra vivere della gloria del proprio nome… E basta.

    - Hispania-HRT: la cancellazione del Gp del Bahrain ha senz’altro aiutato il team spagnolo. Il ritardo ha permesso a José Ramon Carabante di vedere almeno ultimata la monoposto. Quindi la vedremo in griglia a Melbourne… Si spera.

    - Virgin: per Timo Glock e Jerome D’Ambrosio non sarà facile neanche qualificarsi per la gara. I capitali russi non sembrano in grado di risollevare il team che con l’Hispania si giocherà probabilmente le ultime 2 posizioni di ogni GP.

    E voi cosa ne pensate? Sarà davvero una lotta tra Red Bull e Ferrari con Vettel e Alonso protagonisti? Quale la possibile sorpresa?

    Di certo lo spettacolo non mancherà…

    Foto da AP/LaPresse