Ferrari F150th Italia: cambia il nome della nuova Rossa in Formula 1

da , il

    Ferrari F150th Italia: cambia il nome della nuova Rossa in Formula 1

    “La F150 non è un veicolo commerciale e non ha legami con altri marchi, ma per evitare equivoci d’ora in poi verrà chiamata con la denominazione completa F150th Italia”: con questo comunicato la Ferrari ha replicato alle accuse della Ford che accusava il Cavallino di violazione di marchi depositati, falsa denominazione e pirateria.

    I legali di Ford avevano infatti presentato esposto contro la Ferrari presso il tribunale di Detroit per violazione di marchi depositati, falsa denominazione e pirateria e per la creazione del sito Internet ferrarif150.com che costituirebbe una forma di cybersquotting, cioè di furto di un dominio legato ad un marchio.

    F 150 infatti è anche il nome di un pick-up marchiato Ford, in vendita nel mercato statunitense.

    Nonostante il 150 sia stato sottolineato e legato come a un evento eccezionale per la storia italiana e comunque non sarebbe stata legata a forme concorrenziali con la Ford essendo la Ferrari F150 una vettura da competizioni sportive, la nuova Ferrari di F1 si chiamerà Ferrari F150th Italia e non piu’ F150.

    Dopo l’esposto della Ford alla Corte Federale di Detroit è arrivata dunque la mossa della Ferrari per evitare qualsiasi controversia legata al nome della nuova vettura, ha deciso di modificare prontamente il nome della sua monoposto per il mondiale di Formula 1.

    Ecco il comunicato integrale della Ferrari:

    “In merito al nome della nuova monoposto Ferrari di Formula 1, la Casa di Maranello rende noto che è stata inviata una lettera di risposta alla Ford, sottolineando che la sigla F150 (utilizzato come abbreviativo della denominazione completa Ferrari F150th Italia) non è né mai sarà il nome di un prodotto commerciale – non ci sarà certo una produzione di serie della monoposto – ma, come sempre nella storia della Scuderia, rappresenta la nomenclatura di un progetto di una vettura da competizione ed è legata ad un ordine cronologico, a motivazioni tecniche o, in casi eccezionali, a particolari ricorrenze.

    Quest’anno è stato deciso di dedicarla ad un anniversario particolarmente significativo come il 150esimo dell’Unità di Italia, la cui importanza ha indotto il nostro Governo a proclamare, solo per quest’ anno, una festività nazionale.

    Per questi motivi la Ferrari ritiene che non si possa confondere la propria monoposto del prossimo campionato di F1 con un qualsiasi veicolo di tipo commerciale ovvero pensare che vi sia un legame ad altro marchio di veicolo stradale e risulta pertanto davvero difficile comprendere quanto espresso dalla Ford.

    Detto questo, a ulteriore riprova della buona fede e della correttezza dell’operato della Ferrari, è stato deciso di eliminare e far eliminare in ogni sede la denominazione abbreviata e di utilizzare sempre quella completa di Ferrari F150th Italia”.

    F150th Italia quindi: siamo certi che non ci faremo scappare un’abbreviazione “pericolosa”? Vedremo…

    Foto da AP/Lapresse