Ducati GP13: la rossa per la MotoGp 2013 presentata al Wroom

Ducati GP13: la rossa per la MotoGp 2013 presentata al Wroom
da in Ducati MotoGP, MotoGP, Sport
    Ducati GP13: la rossa per la MotoGp 2013 presentata al Wroom

    E’ stata presentata al Wroom di Madonna di Campiglio, la Ducati GP13 ultima nata della casa di Borgo Panigale con l’onere di cancellare nella MotoGp 2013 le due stagioni horribilis con Valentino Rossi, finito in Yamaha. I due centauri chiamati alla resurrezione sportiva della Rossa sono Nicky Hayden e il nostro Andrea Dovizioso che ha già fissato gli obiettivi futuri della sua permanenza in Ducati. Presentato anche il team Pramac che vedrà ai nastri di partenza della nuova stagione Andrea Iannone e l’americano Ben Spies.

    Dovizioso: “Mondiale in due anni”
    L’arrivo dell’Audi sembra aver portato una ventata d’ottimismo in tutta la casa e i problemi del recente passato sembrano finalmente vicini alla loro soluzione. Questo è il parere del Dovi: “Dopo aver parlato con Filippo Preziosi e Gabriele Del Torchio, mi sono convinto che quella della Ducati sarebbe stata la scelta giusta. Mi hanno illustrato i programmi futuri e con l’Audi alle spalle c’è la possibilità di fare bene. Ma ci vuole pazienza, il nostro è un programma di due anni, come il mio contratto: spero bastino per vincere il mondiale, anche se i risultati non saranno immediati“.

    Hayden: “Rossi più ascoltato di me”
    Anche Nicky Hayden è pronto alla nuova stagione e la sua lunga esperienza in Ducati (5° anno per lui) danno ulteriore peso alle parole dell’americano: “La Ducati ha ricevuto molto critiche, ma la realtà è che ha fatto anche di più di quello che doveva fare, perfino troppo. Naturalmente, Rossi è stato ascoltato di più, ma io ero d’accordo con le sue richieste: il monogomma richiede telai simili, ecco perché è stato giusto passare al telaio in alluminio“.

    Gabriele Del Torchio: “Reparto Corse nuovo di zecca”
    L’amministratore delegato di Ducati ha fatto il punto della situazione sulla stato di salute dell’azienda (2012 anno ottimo sotto il punto di vista delle vendite) e sulla riorganizzazione del Reparto Corse, susseguente all’arrivo di Audi: “Essere entrati nel gruppo Audi dà solidità all’Azienda, che può guardare con fiducia al futuro.

    Purtroppo non è stato un anno altrettanto positivo per le corse e per questo abbiamo deciso di riorganizzare la squadra: do ufficialmente il benvenuto a Bernhard Gobmeier, nuovo direttore generale di Ducati Corse, che sostituisce Filippo Preziosi, che avrà un importante incarico nello sviluppo tecnologico delle moto da produzione“. Insomma la Rossa di Borgo Panigale sembra aver innestato una nuova marcia: adesso la pista sarà il giudice inappellabile, ma i tifosi sperano che l’infinita transizione del post Stoner sia finalmente terminata.

    487

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Ducati MotoGPMotoGPSport
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI