D&G Italia Thunder vs Usa Knockouts: perentorio 5 a 0 a Assago [FOTO]

D&G Italia Thunder vs Usa Knockouts: perentorio 5 a 0 a Assago [FOTO]
da in Sport
Ultimo aggiornamento:
    D&G Italia Thunder vs Usa Knockouts: perentorio 5 a 0 a Assago [FOTO]

    Doveva vincere alla grande e così è stato: i ragazzi del Dolce & Gabbana Italia Thunder boxing team spazzano via gli statunitensi degli USA Knockouts per 5 a 0 al Forum di Assago. C’eravamo anche noi e abbiamo assistito all’appassionante sfida di qualificazione ai play-off della terza stagione delle World Series of Boxing. I cinque boxeur del team italiano hanno conquistato i punti necessari per portarsi al secondo posto del girone B dietro ai fortissimi e imbattuti Astana Arlans Kazakhstan, che contemporaneamente vincevano in casa dei tedeschi, facendo per altro un gran favore agli azzurri. L’arena – con diversi VIP presenti tra cui Fabrizio Corona, il comico Andrea Pucci nonché l’infortunato Clemente Russo – si è infiammata soprattutto sull’ultimo incontro tra Matteo Modugno e Paul Koon III, vinta dal colosso italiano nell’ultimo round, nonostante qualche linguaccia di troppo dell’avversario.

    Con una formula fresca e appassionante, le World Series of Boxing propongono ogni giornata cinque incontri tra i pugili di ogni squadra, salendo man mano di categoria, partendo dai peso gallo fino agli atleti entro 91Kg. La battaglia tra americani e italiani è iniziata con Vincenzo Picardi contro Joe Perez: il campano doveva rifarsi dopo la sconfitta contro il moldavo Gojan della prima giornata, ma aveva di fronte un avversario più alto e prudente. Finalmente nel secondo round Picardi riesce ad accorciare le distanze e mantiene il vantaggio fino alla fine con un punteggio che non ammette repliche 3-0 50-45; 50-45; 50-45.

    Dolce e Gabbana Italia Thunder
    [fotoda nome="LaPresse"]

    Grande tifo per il filippino Charly Suarez che nonostante la giovane età riesce ad avere la meglio contro il rappresentante del Tagikistan, Anvar Yunusov non con qualche difficoltà. Charly è più generoso e arrembante, Anvar è più chiuso eppure va quasi sempre a segno, addirittura mandando a tappeto l’avversario. Alla fine il punteggio premia ancora i D&G per 3-0 (47-47; 49-46; 47-47) nello scontro più equilibrato. Al contrario, il francese Michel Tavares si sblocca dopo due sconfitte e vince nettamente contro il PRO Clarence Joseph con una condotta regolare e cauta, portandosi subito in vantaggio e poi amministrando nel finale, per lui un 3-0 con 50-45; 49.46; 50-46.

    Coppa World Boxe

    Sfida molto equilibrata tra i mediomassimi con Imre Szello contro Dzemal Bosnjak. Un round a testa poi il terzo se lo prende Szello che però viene pareggiato al quarto.

    Si decide tutto all’ultima ripresa e i due pugili si affrontano più che altro sulla corta distanza, dove apparentemente Bosnjak sembra avere la meglio, con colpi più precisi. Emblematico il colore sulla parte destra del collo di Szello che tende ormai al viola per quante volte è stata colpita – completamente sguarnita – per tutto l’incontro. Alla fine, però, i giudici premiano l’atleta dei D&G per 3-0 48-47; 48-47; 48-47.

    Dolce e Gabbana Italia Thunder
    [fotoda nome="LaPresse"]

    Infine l’incontro più emozionante tra i due colossi dei pesi supermassimi con Matteo Modugno che batte con un grande finale l’ostico e beffardo Paul Koon III. Si chiude con due pugili rappresentanti del paese dei team ossia Italia vs USA e la sfida è tra la potenza di Modugno e la velocità di Koon III. Quest’ultimo è astuto e abile ad accorciare sempre e sono numerosissimi gli “abbracci” che alla fine premiano proprio l’americano nei primi due round. Terzo round con ferita per Modugno, che però cambia il ritmo e ribalta il punteggio. Il quarto è ancora per l’italiano, mentre l’americano gioca sulla provocazione e mostra più volte la lingua sfuggendo agli attacchi. Il pubblico rumoreggia, una ragazza in prima fila (la compagna di Matteo?) è letteralmente assatanata e se potesse salirebbe sul ring. Il quinto round è tutto per Modugno che attacca rabbiosamente l’americano colpendolo più volte con entrambe le mani, l’avversario barcolla più volte, ma riesce con l’astuzia a trascinarsi fino alla fine dell’incontro che termina con un 3-0 48-47; 48-47; 48-47. Al gong la ragazza scatta e va quasi sotto l’angolo americano, l’arena si infiamma, prossimo impegno il 18 gennaio in Germania, alla EWS Arena di Göppingen, contro i German Eagles.

    773

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Sport
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI