Speciale Natale

Capirossi annuncia il suo ritiro dalle corse

Capirossi annuncia il suo ritiro dalle corse
da in MotoGP, Sport

    Dopo 22 anni di motociclismo, il 2011 sarà l’ultimo anno di gare per Loris Capirossi: il pilota del team Pramac Racing ha annunciato infatti a Misano il suo ritiro dalle corse. Da Mick Doohan a Kevin Schwantz da Valentino Rossi fino al grande duello con Harada di fine anni ’90: ripercorriamo la storia di Capirex!


    - I numeri:

    - Tre titoli mondiali, uno in 125 nel 1990 a 17 anni (record), due in 250.
    - 322 gare disputate
    - 99 podi
    - 41 pole position
    - 3147 punti in classifica totali.
    - 22 anni di moto GP


    - Le parole di Capirossi:

    - I ringraziamenti:
    “E’ un momento particolare della mia carriera, e la decisione che ho preso è stata partorita dopo tante, tantissime riflessioni. Sono contento, dopo 25 anni, di cui 22 di motomondiale di arrivare a dire basta col sorriso sulle labbra, anche se è dura pensare che l’anno prossimo non guiderò più una moto. Devo ringraziare tantissime persone che per tutti questi anni mi hanno seguito, incoraggiato, motivato, anche il team Pramac, che mi ha dato l’ultima opportunità di guidare una moto.

    - L’ultimo obiettivo:
    ” Dispiace, quest’anno, di non aver portato a casa un buon risultato, ma confido nell’ultima parte del mondiale. Motegi, Philip Island e Sepang sono i miei circuiti preferiti, lì ho vinto tante gare. Il centesimo podio che rincorro è difficile da agguantare, ma ci crederò fino alla fine.

    - Il futuro:
    “Per quanto riguarda il mio futuro, poi, non ho ancora le idee chiare, l’unica cosa certa è che non sarò più un pilota. Nella vita, arrivare a prendere una decisione del genere non è facile, soprattutto dopo tanti anni. Ma so a cosa vado incontro, sono sicuro che la mia nuova vita sarà entusiasmante come quella che ho fissato fino a ora”.


    - Le parole di Rossi sul compagno:

    “Di Loris ho molti ricordi dalla televisione quando lo guardavo correre. Quando ancora non erano nati i piloti contro cui corro oggi. Poi e’ stato fantastico correrci contro.

    Ricordo delle gran battaglie in 250 e anche in 500 con le due tempi, fino al duello bellissimo con le mille al Mugello nel 2006. Affrontarlo è sempre stato difficile e divertente, di certo ci mancherà”.


    - Il confronto con Harada del 1998:

    Ma nell’avventura di Capirossi c’è un episodio che rimarrà indelebile (purtroppo ? ): il duello con il giapponese Tetsuya Harada.

    Era il 1998 ed entrambi erano in lotta per il titolo mondiale: all’ultimo Gp di Argentina, Capirossi aveva 4 punti di vantaggio su Harada. All’ultima curva dell’ultimo giro Loris entrò sul giapponese in uno spazio molto stretto, tanto che il rivale cadde. Loris vinse il Mondiale ma l’Aprilia, invece, si unì alle accuse di Harada che gli contestò di averlo fatto cadere di proposito: fu anche intentata una causa per danni che la casa di Noale poi perse. Il titolo restò così a Capirossi.


    - Capirossi sull’episodio:

    “Sono passati 13 anni ma per me non cambia nulla. Se non ci avessi provato non mi sarei mai sentito un pilota vero. Lo spazio c’era ed era impensabile che non ci provassi. Comunque la vita cambia. Ora io e Harada viviamo tutti e due a Montecarlo, ci frequentiamo e siamo amici. I nostri figli vanno anche a scuola insieme”.

    Non resta che ringraziare Capirossi per questi anni di emozioni e augurargli di raggiungere il centesimo podio della sua carriera: in bocca al lupo Capirex!

    Foto da AP/LaPresse

    607

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN MotoGPSport

    Speciale Natale

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI