Trofeo Berlusconi: le nostre pagelle

Trofeo Berlusconi: le nostre pagelle
da in Calcio, Sport
Ultimo aggiornamento:
    Trofeo Berlusconi: le nostre pagelle

    Il Trofeo “Berlusconi” ha illuminato con sprazzi di bel gioco la consueta sfida di fine agosto tra i bianconeri e i rossoneri. Gran primo tempo del Milan, ripresa più a tinte bianconere. Molto belli tutti e tre i gol segnati da Boateng, Seedorf e Vucinic. Ululati all’uscita di Boateng da parte di una frangia di tifosi juventini.

    Il Milan senza Ibra, Pato, Robinho e Van Bommel ha comunque tenuto il pallino del gioco durante tutto l’arco del primo tempo. Stupenda la volè al volo di Boateng per il vantaggio rossonero e altrettanto bella la seconda rete rossonera con una punizione telecomandata di Seedorf.

    Nel secondo tempo con Del Piero al posto di Matri, la Juve è riuscita a rendersi più pericolosa. Più pressing, più determinazione ma anche tanti errori. La rete di Vucinic ha comunque reso meno amara la sconfitta.

    Passiamo alla pagelle dei giocatori per questa sfida:


    - MILAN

    - Abbiati: ha trasmesso la solita sicurezza alla retroguardia rossonera. Voto 6

    - Abate: corsa, grinta e determinazione. Tornerà utile anche a Prandelli? Voto 6,5

    - Nesta: esce al 50′ per una botta alla testa subita da Chiellini. Fino ad allora, buona partita. Voto 6 (Rodrigo Ely, voto 6)

    - Bonera: preciso e puntuale negli interventi. Ritrovato! Voto 6,5

    - Taiwo: Una distorsione alla caviglia lo mette KO a fine primo tempo. Voto 6 (Zambrotta, voto 6)

    - Gattuso: corre in mezzo al campo senza mai tirare indietro il piede. Voto 6,5 (K.Boateng, il giovane attaccante colpisce un palo, voto 6)

    - Ambrosini: davanti alla difesa è una sicurezza. Voto 6,5

    - Seedorf: grandi giocate e punizione spettacolare. Il migliore in campo. Voto 7,5

    - Emanuelson: molto dinamico ma un pò impreciso. E’ comunque un jolly utile. Voto 6

    - K.P.Boateng: attaccante, mezzala, trequartista: dove lo metti fa bene. Gran gol al volo dopo 10 minuti. Esce per una botta al polpaccio. Voto 7 (Flamini, voto 6).

    - Cassano: vuole partecipare all’azione di gioco con voglia e continuità. Ritrovato! Voto 6

    - Allegri: la quadratura tattica e il possesso palla da squadra “spagnola” è da attribuire all’allenatore toscano. Voto 6,5


    - JUVE:

    - Buffon: nessuna responsabilità sui gol ma da lui ci si aspetta sempre il miracolo. Voto 6

    - Liechtsteiner: molta spinta sulla fascia condita però da qualche sbavatura in difesa e da qualche cross sbagliato. Voto 6,5

    - De Ceglie: benino dietro, assente in fase offensiva. Voto 5,5

    - Bonucci: meglio che a Bari ma di certo non trasmette sicurezza al reporto. Futuro allo Zenit? Voto 6

    - Chiellini: anche per il difensore toscano nessun errore ma l’idea di non essere quell’insuperabile muro di due stagioni fa. Voto 6

    - Pirlo: molto meglio nel secondo tempo. Nel primo avrà patito la prima da ex a San Siro? Voto 6,5

    - Marchisio: grande corsa ma poca presenza davanti a cercar inserimenti pericolosi. Colpisce anche un palo dalla distanza. Voto 6

    - Vidal: al cileno si dovrà trovare una collocazione tattica precisa. A sinistra non convince. Voto 5,5

    - Krasic: molta corsa ma poca lucidità. Non è quello di inizio stagione scorsa. Voto 5,5

    - Matri: il primo tempo è brutto per tutta la Juve e non risparma l’ex Cagliari. Voto 5,5 (Del Piero: con lui in campo in fase offensiva la palla circola molto meglio, voto 6,5)

    - Vucinic: troppo molle nel primo tempo, molto meglio nel secondo. Bello il gol d’esterno.

    Voto 6

    - Conte: prova Vidal esterno di sinistra e l’esperimento fallisce. Nel secondo tempo riesce a far uscire più grinta alla squadra. Voto 5,5

    A margine del match, si è notata anche la presenza del presidente rossonero Silvio Berlusconi. Che ovviamente ha detto la sua su vari punti:

    - Su Eto’o: “Io il mio Ibrahimovic ai russi non lo darei. Lui comunque non lo cederemmo a nessuno e per qualsiasi cifra perché è parte integrante della nostra rosa”.

    - Su Cassano: Cassano? Bene direi. Lui ogni tanto fa cose ma le qualità sono superiori ai difetti.

    - Su Aquilani: “Aquilani mi piace, gioca sia sulla destra che sulla sinistra è giovane e ha qualità, si è un giocatore da Milan, vediamo”.

    - Su Balotelli: “Balotelli tipo Cassano? Non lo conosco. Cioè lo conosco come giocatore, so dove gioca ecc ma non ho mai messo attenzione su di lui”.

    Sarà dunque Aquilani il famoso mister X rossonero? Di certo si è passati dall’idea di prendere Fabregas, Hamsik o Schweingster a quella di Montolivo a prezzo di saldo e Aquilani in prestito. Anche in casa Milan i tempi sono cambiati…


    - Il TABELLINO:

    - Marcatori: Boateng (M) al 9’, Seedorf (M) al 23’ p.t.; Vucinic (J) al 12’ s.t.

    MILAN (4-3-2-1): Abbiati; Abate (dal 44’ s.t. Oddo), Nesta (dal 13’ s.t. Ely), Bonera, Taiwo (dal 2’ s.t. Zambrotta); Gattuso (dal 20’ s.t. K. Boateng), Ambrosini, Seedorf (dal 40’ s.t. Antonini); K.P. Boateng (dal 30’ p.t. Flamini), Emanuelson; Cassano. (Amelia, Ganz). All. Allegri.

    JUVENTUS (4-2-4): Buffon; Lichtsteiner, Bonucci, Chiellini, De Ceglie (dal 40’ s.t. Ziegler); Marchisio (dal 27’ Pazienza), Pirlo; Krasic (dal 40’ s.t. Quagliarella), Matri (dal 44’ p.t. Del Piero), Vucinic, Vidal (dal 9’ s.t. Pasquato). (Storari, Sorensen). All. Conte.

    ARBITRO: Brighi.

    NOTE: spettatori paganti 41.302 per un incasso di 687.805 euro. Ammonito Marchisio. Recupero 2’ p.t., 4’ s.t.

    Foto da AP/LaPresse

    948

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CalcioSport Ultimo aggiornamento: Venerdì 03/07/2015 18:17
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI