Speciale Natale

Serie A 2015-2016, 37^ giornata raccontata in 5 episodi

Serie A 2015-2016, 37^ giornata raccontata in 5 episodi
da in Calcio, Serie A, Sport
Ultimo aggiornamento: Domenica 08/05/2016 17:29

    Totti

    La 37^ giornata della Serie A 2015-2016 ha avuto molti spunti interessanti e alcuni verdetti importanti. Il Frosinone, sconfitto dal Sassuolo, ha detto addio alla Serie A mentre l’Udinese ha mantenuto la categoria. Nell’ultima giornata si giocheranno la permanenza nella massima serie Palermo e Carpi con i rosanero avanti di un punto. La giornata verrà ricordata anche per i saluti a diversi capitani che l’anno prossimo non continueranno con le rispettive squadre. Noi di QNM Sport abbiamo voluto racchiudere, nella nostra speciale classifica, i cinque punti chiave di questa giornata di Serie A. Ora non Vi resta che sfogliare le pagine per scoprire quali siano stati i momenti esaltanti della 37^giornata.

    Totti

    Uno dei momenti più toccanti della Domenica si è verificato nel primo pomeriggio. La Roma ha battuto facilmente il Chievo Verona e sugli spalti c’è stata una festa per Francesco Totti. Il capitano giallorosso ha collezionato la 600^ presenza in Serie A ed è stato osannato dai suoi tifosi.

    Frosinone

    Il Frosinone perde in casa contro il Sassuolo e dice addio alla Serie A. Per i laziali, dopo appena una stagione, il ritorno nel campionato cadetto. Per il Sassuolo invece una vittoria importante per mantenere il sesto posto che vale l’accesso all’Europa League della prossima stagione.

    Suso

    Il Genoa stravince il derby della Lanterna contro la Sampdoria. Il Grifone, grazie alle reti di Pavoletti e alla doppietta di Suso, ha umiliato i cugini blucerchiati. A fine gara i tifosi della Sampdoria hanno contestato il presidente Ferrero che ha abbandonato anticipatamente lo stadio.

    Pasqual

    Manuel Pasqual, 34 anni, saluta la Fiorentina. Lo storico capitano viola, dopo 11 anni di permanenza, non rinnoverà il proprio contratto con la società di Diego Della Valle. La curva Fiesole ha esposto molti striscioni e frasi di affetto per il terzino nato a San Donà di Piave.

    Bellini

    Anche a Bergamo si è salutato uno storico capitano. Gianpaolo Bellini, dopo 18 anni di Atalanta, abbandonerà il calcio a fine campionato e lo ho fatto segnando un gol all’Udinese. Il difensore, 36enne, è stato accolto con applausi e striscioni dai propri tifosi. Bellini ha passato una vita, come per Francesco Totti, nella stessa squadra di cui è diventato prima capitano poi bandiera.

    614

    Speciale Natale

    PIÙ POPOLARI