Pagellone della 8a giornata di Serie A 2013-14: promossi e bocciati

Pagellone della 8a giornata di Serie A 2013-14: promossi e bocciati
da in Calcio, Serie A, Sport
Ultimo aggiornamento:
    Pagellone della 8a giornata di Serie A 2013-14: promossi e bocciati

    Ecco il pagellone dell’8a giornata di Serie A 2013-14: promossi e bocciati del massimo campionato italiano. Fiorentina e Roma sugli scudi dopo aver battuto Juve e Napoli. Male dietro Lazio, Bologna con menzione speciale per Mazzarri che non perde occasione di rinverdire la sua nome di “lamentone”.

    Fiorentina: voto 10. Il giorno che Firenze ricorderà per tanti anni a venire. Una vittoria spettacolare che arriva dopo un’altalena di emozioni da sconsigliare ai cardiopatici. Giuseppe Rossi è la faccia da copertina, ma è tutta la squadra di Montella ad essersi accesa con una supernova nel cielo della Juventus.

    Roma: voto 9. E chi la ferma più? Anche il Napoli si deve inchinare allo strapotere giallorosso. Miglior squadra d’Europa per numeri, 22 gol fatti, uno solo subito. In più anche la fortuna arride alla Lupa. 5 punti di vantaggio sono nulla, ma questa striscia mette in cascina fieno mentale che tornerà utile più avanti.

    Verona: voto 8. La sorpresa di questa Serie A batte anche il Parma in rimonta e si conferma quasi imbattibile fra le mura amiche. Qualità, quantità e una buone dose di umiltà che farebbe bene anche su piazze ben più rinomate. Salvezza facile da conquistare e possibilità di costruire un futuro solido.

    Sampdoria e Sassuolo: voto 7. Arriva finalmente la prima vittoria per Samp e Sassuolo. I blucerchiati battono il Livorno e si rilanciano, i neroverdi vincono il derby emiliano e assaporano il primo successo della storia nella massima serie. La guerra non è di certo finita, ma il morale cresce.

    Milan: voto 6. Birsa è la medicina di questo Milan operaio. Allegri vede i suoi iniziare a crescere a livello fisico e spera nella rimonta. A parte la Roma, gli altri non sono troppo distanti: 4 punti da Inter e Fiorentina, 8 da Juve e Napoli.

    I bocciati

    Napoli e Inter: voto 5. Il Napoli perde una chance per fermare la corsa della Roma: match giocato discretamente, ma manca l’apporto dei big come Pandev e Hamisk. L’Inter si fa riprendere sul più bello ad un passo dall’impresa sul campo del Toro. Campanello d’allarme: non vince da 3 giornate.

    Chievo: voto 4. Quarta sconfitta consecutiva per la squadra di Sannino che cambia volto all’undici clivense, ma che sembra non trovare risultati. Tanta voglia di lottare sempre, ma per il momento i risultati latitano.

    Juventus: voto 3. Voto che chiaramente considera solo i 10 minuti di black-out al Franchi. Prima si era vista la solita Vecchia Signora, opportunista e cinica. Ma attenzione a non sottovalutare l’impasse bianconera: Conte non sembra avere lo stesso piglio dei due anni precedenti. E la difesa fa acqua…

    Lazio: voto 2. Inizio di stagione difficilissimo per i biancocelesti che avevano chiuso con il trofeo più bello di sempre e che sembrano essere rimasti lì con la testa. Terza giornata senza vittorie, con i cugini che hanno più del doppio dei punti. Petkovic al bivio.

    Bologna: voto 1. L’unica squadra a non aver vinto una sola partita nelle prime 8. Incredibile se si pensa che può contare su Diamanti, uno dei migliori della A. Pioli è stato confermato, ma serve una svolta, soprattutto per una difesa non all’altezza della situazione.

    Walter Mazzarri: voto 0. Indifendibile. L’Inter è una società blasonata e non si possono fare queste figure, soprattutto con un nuovo presidente che magari non è neppure troppo convinto della guida tecnica. L’arrabbiatura contro l’arbitro non ha alcun senso, rigore ed espulsione di Handanovic erano nettissimi.

    611

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CalcioSerie ASport Ultimo aggiornamento: Venerdì 03/07/2015 17:56
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI