Speciale Natale

Pagellone della 1a giornata di Serie A 2013-14: promossi e bocciati

Pagellone della 1a giornata di Serie A 2013-14: promossi e bocciati
da in Calcio, Serie A, Sport
Ultimo aggiornamento:
    Pagellone della 1a giornata di Serie A 2013-14: promossi e bocciati

    Pronti-attenti-via! Torna il campionato e pure il nostro pagellone. Promossi e bocciati della 1a giornata di Serie A 2013-14. Dopo un’estate all’insegna dei colpi di mercato e dei cambiamenti in panca è arrivato finalmente il tempo delle risposte. E’ ancora presto per un giudizio completo, ma è inevitabile che chi stecca alla prima non possa aspettarsi grandi voti. Sugli scudi le nuove gestioni di Inter, Roma e Napoli e la Juve “vecchio stile”, ma con gol nuovi. Ovviamente bocciato il Milan di Allegri che incoccia in un grandissimo Luca Toni in quel di Verona.

    Napoli: voto 10. E’ la squadra di Benitez a meritarsi la copertina grazie ad una partita di altissimo livello contro il malcapitato Bologna. La mano di Rafa si vede e l’addio di Cavani sembra già dimenticato a Fuorigrotta. Che sia l’anno buono? Hamsik è fenomenale con questo scacchiere tattico…

    Juventus: voto 9. Tevez fa già il fenomeno ed espugna il campo che lo scorso anno fu amaro. Nonostante le gambe ancora pesanti, i bianconeri dimostrano di avere le idee chiarissime. Conte non sbaglia più e si può permettere anche di essere antipatico.

    Roma: voto 8. 60 minuti di paura, poi Daniele De Rossi decide di tornare a remare dalla parte giusta. Capitan Futuro si porta a casa un bel voto e grazie al ritorno ai livelli che gli competono. I giallorossi hanno potenzialità altissime, ma non devono farsi bloccare da un pubblico esigente (forse troppo…).

    Verona e Inter: voto 7. Gli scaligeri trovano un Toni (voto 9 e 1/2) implacabile e matano il Milan. L’Inter di Mazzarri non convince a pieno, ma vince in casa contro un buon Genoa. Ci voleva la vittoria per scacciare fantasmi pesantissimi…

    Torino e Lazio: voto 6. Bella partenza dei granata che si sbarazzano della neopro Sassuolo con una partita di livello. Cerci è l’uomo in più. La Lazio torna a vincere dopo la scoppola della Supercoppa: i tre punti contro l’Udinese meriterebbero altro voto se non fosse per quella mezz’ora finale in cui la squadra di Petkovic denota limiti fisici.

    I bocciati

    Genoa: voto 5. Peccato perché Liverani&co avevano sognato di portarsi a casa un punticino da San Siro. La mano del tecnico si vede, ora bisogna sperare che Preziosi non si faccia prendere dalle smanie di vincere tutto e subito. Fermatelo!

    Parma e Chievo: voto 4. Ragazzi è iniziata la stagione! Sembrava una partita di maggio, con Cassano in versione partitella di Ferragosto. I piedi ci sono, ora bisogna innestare la marcia.

    Udinese: voto 3. La squadra di Guidolin perde ancora.

    Siamo sicuri che a marzo il nostro giudizio sul progetto tecnico cambierà ancora per magia, ma i campanelli d’allarme ci sono. Muriel di un altro pianeta.

    Livorno e Sassuolo: voto 2. Le neopromosse steccano paurosamente la prima contro avversari diversi. Gli emiliano giocano benino, ma palesano limiti di concretezza davanti. I labronici incontrano una formazione di livello superiore, ma hanno bisogno di diversi innesti per poter sperare nella salvezza.

    Milan: voto 1. Ogni stagione la stessa storia. Le squadre di Allegri partono sempre con il freno a mano tirato. Poi è inutile fare le rincorse e ottenere gli stessi punti della Juventus se se ne regalano 10 in avvio. Attenzione perché mercoledì la batosta potrebbe costare molto di più.

    Sconti tra tifosi a Verona: voto 0. Il peggior modo per ripartire: ragazzi datevi una calmata!

    605

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CalcioSerie ASport

    Speciale Natale

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI