Speciale Natale

Pagellone della 19a giornata di Serie A 2013: promossi e bocciati

Pagellone della 19a giornata di Serie A 2013: promossi e bocciati
da in Calcio, Serie A, Sport
Ultimo aggiornamento:
    Pagellone della 19a giornata di Serie A 2013: promossi e bocciati

    Giro di boa della Serie A, si passa al 2013 con una giornata, l’ultima del girone di andata, all’insegna delle sorprese. La Juve cade, l’Inter pure; il Napoli e la Lazio sognano. Turno con gli attaccanti protagonisti: Cavani, Icardi, Borriello e Di Natale alla grandissima. Ecco in sunto il pagellone della 19a giornata di Serie A 2013.

    I promossi

    Voto 10: Icardi e Cavani. Entrambi sudamericani, entrambi giovani, entrambi decisivi. Il primo stende la Juventus a Torino con una doppietta e questo basta per il voto. Il secondo non è più una sorpresa e gli aggettivi ormai scarseggiano: tripletta del Matador ai giallorossi, obiettivo sensibile per l’azzurro (8 reti in 11 sfide).

    Voto 9: Sampdoria. D’accordo i bianconeri avevano le gambe pesanti, ma la vittoria portata a casa da Delio Rossi vale più dei 3 punti in palio. La salvezza è alla portata per questo organico che per strada ha trovato in Icardi un bomber di scorta dal futuro roseo.

    Voto 8: Milan e Boateng. Niente da dire, nonostante le tirate d’orecchie arrivate da diverse voci sulla gestione dell’affaire Pro Patria. Alcuni distinguo fanno sorridere e fanno capire che il tifo, purtroppo, va oltre tutti i limiti accettabili. Mezzo punto in più per la vittoria contro il Siena.

    Voto 7: Udinese e Lazio. 3 a 0 e apertura della crisi nerazzurra. Di Natale sembra eterno, Muriel mostra che dietro a Totò i giovani crescono. Campionato in altalena per i friulani che però dimostrano di meritare ampiamente di stare a metà classifica. I biancocelesti sono a 5 punti dalla capolista e battono il Cagliari pur senza brillare: è l’anno giusto?

    Voto 6: Parma. Vittoria contro il Palermo e sfida che si rinfocola con Catania e Udinese per la palma di prima delle provinciali. A metà percorso la squadra di Donadoni fa sorridere i suoi tifosi per un campionato decisamente positiva.

    I bocciati

    Voto 5: Fiorentina. Come dominare e portare a casa 0 punti. I viola si confermano squadra dal gioco brillante, ma spesso perdono occasioni d’oro. Il Pescara ringrazia un Perin superlativo (in Via Turati si cerca il colpaccio…), ma Montella deve trovare una soluzione.

    Voto 4: Roma. E’ difficile anche dare un brutto voto all’undici di Zeman.

    Ci stiamo abituando agli alti e bassi dei giallorossi, squadra delle occasioni perdute.

    Voto 3: Inter. Senza scuse. E’ forse finita la luna di miele con Stramaccioni? Probabilmente no, ma il tecnico romano deve trovare contromisure ad un momento no che si protrae dalla “maledetta” vittoria contro la Juventus.

    Voto 2: Juventus. I carichi di lavoro del richiamo fisico hanno fatto perdere la bussola alla squadra di Conte che avanti di un gol e di un uomo si fa riprendere e superare dalla Doria. Buffon quando sbaglia è decisivo (suo malgrado) e il campionato è riaperto, anche solo per poco.

    Voto 1: Bologna, Cagliari, Siena e Palermo. Sconfitte pesanti e adesso la classifica si fa sempre più difficile. Insieme al Genoa saranno queste a giocarsi la salvezza?

    Voto 0: i “buuu” ad Ibarbo. Commentarli sarebbe contestualizzare un fenomeno osceno. Basta così.

    541

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CalcioSerie ASport

    Speciale Natale

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI