Speciale Natale

Pagellone della 12a giornata di Serie A 2013-14: promossi e bocciati

Pagellone della 12a giornata di Serie A 2013-14: promossi e bocciati
da in Calcio, Serie A, Sport
Ultimo aggiornamento:

    Torna il pagellone per mettere in luce bocciati e promossi della 12a giornata di Serie A 2013-14. Prima della sosta per gli impegni della Nazionale, si rivede una Juve straordinaria. Bene anche la Fiorentina di Pepito Rossi e il Genoa. Malissimo Milan, Napoli, ma il peggio si è visto a Salerno…

    Juventus: voto 10. La sconfitta con la Viola è stata un toccasana: da quel momento in campionato è tornata un rullo compressore e adesso la Roma è solo ad un punticino. Napoli asfaltato con una prestazione mostruosa soprattutto nei primi 20 minuti.

    Pepito Rossi: voto 9. 11 gol in 12 partite, trascinatore assoluto di questa Fiorentina che senza Gomez sembrava persa, ma che ha trovato l’uomo della provvidenza. L’infortunio è solo un brutto ricordo, adesso c’è un presente fatto nuovamente di gol… e una maglia azzurra…

    Genoa: voto 8. Gasperini ha ritrovato il suo palcoscenico ideale e i risultati sono sotto gli occhi di tutti. 6 partite, 4 vittorie, 1 pareggio e una sconfitta. Striscia vincente di 3 match senza subire gol: non saranno molto belli, ma sono terribilmente efficaci.

    Inter: voto 7. Nerazzurri sornioni che si prendono 3 punti importanti con una prestazione sonnacchiosa, ma fondamentale per la completa maturazione del progetto Mazzarri. E infine, “Bentornato Javier”!

    Sassuolo: voto 6. Piccolo con le piccole, grande con le grandi. Gli emiliani si portano via un punticino d’oro dalla trasferta dell’Olimpico grazie ad un Pegolo (voto 8 ) strepitoso.

    I bocciati

    Roma: voto 5. Tre indizi fanno una prova. Manca l’ultimo. Il pareggino di ieri è ancora ascrivibile alla casualità però è chiaro come la squadra di Garcia sia assolutamente Totticentrica. Ljajic ne ha ancora di strada da fare, i numeri da soli non bastano.

    Milan: voto 4. “Se avessimo segnato…”. Se avessimo comprato un difensore, se avessimo preso un centrocampista, se avessimo cambiato allenatore…

    Napoli: voto 3. Come le sberle prese allo Juventus Stadium.

    Si può recriminare sul gol di Llorente, ma non si può dimenticare il fatto che per larghi tratti gli azzurri in campo neppure ci sono stati. Benitez deve meditare sulla patologica sparizione dal campo di Hamsik.

    Papera di Curci: voto 2. Non ce ne voglia l’estremo difensore rossoblu, ma quando si fanno questi errori al 93° è chiaro che non si può abbozzare nessun tipo di difesa.

    Le polemiche su Bardi: voto 1. Che strazio leggere e sentire polemiche su questa autorete. Succede di sbagliare, poi ad un giovane come lui che sta facendo comunque una bella stagione. Se si voleva mettere in mostra, non era di certo questo il modo per tornare a San Siro con le stimmate del predestinato.

    La follia di Salernitana-Nocerina: voto 0. Quando la realtà supera l’immaginazione. Uno spettacolo indecoroso non solo per il calcio, non solo per l’Italia, ma proprio a livello umano per quanto sia futile questo intrattenimento. Si attendono condanne esemplari.

    492

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CalcioSerie ASport

    Speciale Natale

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI