Pagellone della 11a giornata di Serie A 2012-13: promossi e bocciati

da , il

    Pagellone della 11a giornata di Serie A 2012-13: promossi e bocciati

    Torna il pagellone di QNM a giudicare l’11a giornata di Serie A 2012-13. La palma di squadra migliore della settimana se la prendere l’Inter capace di sconfiggere la Juventus sul proprio campo dopo un’imbattibilità che durava da 49 match. Bene anche Fiorentina, Milan e Roma. Affondano, oltre ai bianconeri, Lazio e Napoli.

    Voto 10: Inter. I nerazzurri violano lo Juventus Stadium e si portano ad un solo punto dalla vetta. La crescita della squadra di Stramaccioni è stata inesorabile e a farne le spese è stata proprio la dittatrice di questa Serie A. Il campionato per fortuna è ancora vivissimo!

    Voto 9: Fiorentina. L’undici di Montella è la vera rivelazione di questa stagioni. Belli e finalmente concreti battono il Cagliari che usciva da 4 vittorie di fila. Se trova sul mercato una spalla per Jovetic può puntare al terzo posto.

    Voto 8: Milan. Ecco la reazione tanto attesa dai tifosi: 5 gol al Chievo, un gioco finalmente spumeggiante e un attacco di giovani che fa sognare: El Shaarawy segna, Bojan inspira e si attende ancora la rinascita di Pato.

    Voto 7: Roma. Stesso discorso del Milan, un voto in meno perché ha segnato una rete di meno anche per un Ujkani in serata. Se Zeman trova l’equilibrio dietro è fatta: davanti l’attacco è di livello con un Totti che fa la pernacchia alla carta d’identità.

    Voto 6: Pescara. Quando il peggiore della classe prende 6 è come se prendesse 10. Reazione d’orgoglio degli uomini di Stroppa che non si lasciano andare al destino B.

    I bocciati

    Voto 5: Parma. I ducali bocciano all’esame di maturità per troppa sufficienza. Davanti al Pescara doveva dimostrare di essere squadra di livello, invece se ne va a casa con un brutto 2 a 0.

    Voto 4: Napoli. La beffa di Sansone al 90° suona come la campana a morto per le ambizioni di scudetto. I partenopei perdono il treno Juventus-Inter nel modo peggiore nonostante la buona notizia del rientro di Cavani.

    Voto 3: Lazio. Tre come le giornate senza vittorie. La bella Aquila si è spenta ad una settimana dal derby. Petkovic dovrà trovare le contromisure al momento negativo, ma dopo un 4-0 così non è facile rialzarsi

    Voto 2: Juventus. Dopo 12 mesi conosce il sapore amaro della sconfitta, ma sceglie il momento e l’avversario peggiore. Neanche l’aiutino arbitrale ha evitato il patatrac. La Champions League inizia a fare i suoi danni…

    Voto 1: Munoz e Destro. Il primo travolge Ujkani lasciando Osvaldo liberissimo di segnare, il secondo si fa cacciare dopo aver segnato per il famoso gesto di togliersi la maglia e perde il derby di Roma.

    Voto 0: Tagliavento. Direzione imbarazzante. Dopo il goal annullato a Muntari nel palmares dell’arbitro entrerà anche quello convalidato a Vidal. Ma chi è che fa le designazioni?