Speciale Natale

Pagellone 22a giornata Serie A 2014: promossi e bocciati

Pagellone 22a giornata Serie A 2014: promossi e bocciati
da in Calcio, Serie A, Sport
Ultimo aggiornamento:
    Pagellone 22a giornata Serie A 2014: promossi e bocciati

    Ecco il pagellone della 22a giornata di Serie A 2014: promossi e bocciati del massimo campionato italiano messi sotto la lente d’ingrandimento. Vidal domina nel derby d’Italia e si merita la copertina, voti alti anche per Verona, Torino ed Atalanta mentre fanno cilecca Inter, Fiorentina e Napoli.

    Arturo Vidal: voto 10. Il centrocampista ovunque: strappa i palloni sulla propria mediana, serve i compagni, ringhia sulla trequarti, entra in area da 10 consolidato e la butta dentro da centravanti. E siamo a 11 reti in stagione: un campione.

    All’ineffabilità del calciomercato: voto 9. Chi ha cambiato tanto ha perso, chi ha rivoltato la squadra ha fatto cilecca. La Juve e l’Inter si sono ritrovate dopo settimane di pazzia e hanno confermato precisamente quello che già si sapeva dei loro organici. La squadra che ha più perso da questa sessione, la Lazio, vince 2 a 0 fuori casa. Quanto sposta gli equilibri il mercato di gennaio…

    Atalanta: voto 8. Passeggia sulle rovine del Napoli e ringrazia Benitez per la gentile concessione in fatto di turn over. Denis si vendica della sua ex squadra con una prestazione sontuosa condita dal bel gesto del festeggiamento con il figlio. Domenica da ricordare per la Dea.

    Torino: voto 7. Continua la corsa verso l’Europa con un punto prezioso sul campo del Milan, potenziale rivale per la qualificazione. Immobile ormai è da tenere d’occhio in ottica mondiali, Cerci una garanzia. Ventura ha trovato la quadra e ogni traguardo è possibile.

    Verona: voto 6. Altri tre punti in cascina con super Luca Toni, giocatore “finito” secondo illustri firme del giornalismo italiano, ma già arrivato alla rete numero 10 in Serie A 2013-14. Il duello con Parma e Torino per la sorpresa dell’anno è ancora in ballo, ma la “matricola” terribile sarà sicuramente un titolo che fregerà gli Hellas.

    I bocciati

    Catania e Livorno: voto 5. Un pareggio inutile, con la parziale consolazione di aver visto tanti gol e spettacolo. Emeghara sente profumo di girone di ritorno e si mette a segnare, ma sarebbe servita ad entrambe una vittoria per tentare di rimettere in discussione la salvezza.

    Chievo: voto 4. Proprio una brutta sconfitta quella dei clinvensi che vivono un’annata da incubo con i cugini del Verona lanciati in orbita Europa League.

    Dopo tante stagioni di superiorità manifesta, arriva il momento delle delusione anche per gli uomini di patron Campedelli.

    Inter: voto 3. Non è la peggiore di giornata perché davanti c’era una Juve obiettivamente di un altro pianeta. Però 26 punti di distacco sono veramente troppi per il blasone nerazzurro che ora deve guardarsi negli specchietti per non vedersi sorpassare anche dal Milan peggiore di sempre…

    Fiorentina: voto 2. Una giornata di niente cosmico per la squadra che ci aveva abituato al miglior calcio della Serie A. Le giuste recriminazioni con Mazzoleni non coprono però un pomeriggio da dimenticare in fretta.

    All’attacco contro Morandi: voto 1. I tifosi del Bologna dovrebbero dirigere la propria delusione altrove…

    Benitez: voto 0. Cosa avrà voluto dimostrare Don Rafaé con l’insensato turn over che ha portato ad una sconfitta più difficile da digerire per i contorni psicologici che per l’effettivo danno in classifica. Che De Laurentiis mediti una clamorosa cacciata?

    564

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CalcioSerie ASport

    Speciale Natale

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI