Speciale Natale

Pagelle serie A: Inter penultima e in crisi

Pagelle serie A: Inter penultima e in crisi
da in Calcio, Juventus, Serie A, Sport
Ultimo aggiornamento:

    La settima giornata di serie A è stata ricca di sorprese: inattese le sconfitte di Napoli e Inter, prova di forza del Milan con il ritrovato Robinho, il derby romano che torna alla Lazio dopo anni, il gran numero di pareggi per 0-0 della Domenica, la frattura alla mascella del portiere del Novara Ujkani. Insomma… di tutto e di più.

    Era dal 1989 che non si vedevano conque zero a zero in seri A: Chievo-Juventus, Atalanta-Udinese, Cagliari-Siena, Genoa-Lecce e Cesena-Fiorentina sono infatti terminate a reti inviolate. Solo il Bologna è riuscito a segnare e vincere di Domenica. Una vittoria, quella dei rossoblu, che fa precipitare l’Inter penultima in classifica a pari punti con Bologna e Lecce. Da notare anche il numero degli espulsi: ben 4 tra i giocatori e cioè Mutu (Cesena), Pinzi (Udinese), Kaladze (Genoa) e Kjaer (Roma) e 2 allenatori (Tesser e Reja).


    - Inter in crisi:

    La quarta sconfitta in sei gare giocate di campionato porta un record assoluto negativo per i nerazzurri che mai erano partiti così male dalla creazione del girone unico in serie A: bisogna risalire fino al 1924 per trovare 5 ko su 6. Un inizio di stagione che sicuramente neanche il più pessimista dei tifosi si aspettava: è ancora ipotizzabile la parola “scudetto” per i nerazzurri? Sicuramente questo campionato modo equilibrato tiene in corsa la squadra di Ranieri che però dovrà dare una sterzata netta nelle prossime partite.

    Il presidente dell’Inter Massimo Moratti è apparso contrariato per gli errori arbitrali subiti che: “Se devo pensare solo male mi viene in mente che abbiamo avuto contro quattro rigori e tre erano inventati. Due su tre tra l’altro sono stati decisivi. Speriamo che si abbia la coscienza di capire che finora è stato fatto qualcosa che non stento a definire esagerato. E’ una classifica decisamente brutta, così brutta che secondo me ha un’influenza negativa sui giocatori, li blocca: per loro è una situazione nuova e secondo me un po’ li spaventa”


    - Osvaldo: una maglietta sfortunata

    Nell’intervista di fine primo tempo, Osvaldo ha spiegato i perchè del ‘Vi ho purgato anch’io’ della sua maglietta, simile a quella famosa del capitano Totti del 1999: “Se la maglietta me l’ha suggerita Totti? No, gliel’ho promessa io a lui, il goal è dedicato al nostro Capitano (assente per infortunio ndr). Purtroppo per l’attaccante giallorosso la partita è terminata in una maniera diversa da quella le primo tempo: si aspettano sfottò da parte dei laziali.
    osvaldo


    - Ujkani: mascella fratturata

    Al 39’ minuto di Novara-Bologna si è sfiorato il dramma dopo lo scontro tra il portiere novarese Ujkani e il compagno Morganella: l’estremo difensore ha perso 4 denti ed è finito in ospedale con la frattura della mascella destra e del setto nasale.


    - LA TOP 5:


    - Almiron:
    grande partita per l’ex giocatore del Bari che detta i tempi a metà campo e realizza uno splendido gol con un tiro a giro. Voto 7


    - Cassano:
    gol e giocate per i compagni. La formula Ibra-Cassano-Robinho può riportare in alto il Milan. Voto 7


    - Conti:
    record di presenze col Cagliari che viene realizzato al termine di una prestazione di sostanza. E’ l’uomo copertina di questo Cagliari in zona Champions League. Voto 6,5


    - Floccari:
    fa salire la squadra, serve l’assist a Gobbi e lotta per tutta la partita.

    Sicuramente un giocatore ritrovato! Voto 7


    - Reja:
    una vittoria che risponde all’ironia di Totti che l’aveva definito l’uomo derby. E l’allenatore friulano risponde così: da premiare la corsa di 50 metri che lo porta a festeggiare sotto la curva dopo 90 minuti vissuti intensamente. 66 anni e non dimostrarli: voto 7,5


    - LA FLOP 5:


    - Muntari:
    impreciso e assente dal gioco. Doveva essere ceduto già quest’estate: voto 4,5


    - Mutu:
    contro la sua ex squadra si fa espellere per un’ingenuità. Cesena ancora non ha visto il vero Adrian. La domanda si pone semplice: lo vedranno mai? Voto 4,5


    - Larrivey:
    partita in cui sembra un fantasma. Non incide per nulla. Voto 4,5


    - Kaladze:
    discreta partita rovinata dall’espulsione. Voto 5


    - Krasic:
    non riesce ancora a inserirsi nel modulo di Conte. Sembra un altro giocatore rispetto alla scorsa stagione. Voto 5


    - Risultati 7^giornata:

    - Sabato 15 ottobre
    Catania-Inter 2-1
    Milan-Palermo 3-0
    Napoli-Parma 1-2
    Domenica 16 ottobre
    Cesena-Fiorentina 0-0
    Atalanta-Udinese 0-0
    Cagliari-Siena 0-0
    Chievo-Juventus 0-0
    Genoa-Lecce 0-0
    Novara-Bologna 0-2
    Lazio-Roma 2-1


    - Classifica Serie A:

    Juventus pt.12
    Udinese pt.12
    Lazio pt.11
    Cagliari pt.11
    Napoli pt.10
    Palermo pt.10
    Parma pt.9
    Catania pt.9
    Chievo pt.9
    Genoa pt.8
    Milan pt.8
    Roma pt.8
    Fiorentina pt.8
    Siena pt.6
    Novara pt.5
    Atalanta pt.5
    Inter pt.4
    Bologna pt.4
    Lecce pt.4
    Cesena pt.2


    - Prossimo turno serie A:

    sabato 22 ottobre:
    Fiorentina – Catania (ore 18)
    Juventus – Genoa (ore 20.45)
    domenica 23 ottobre:
    Lecce – Milan (ore 12.30)
    Cagliari – Napoli
    Inter – Chievo
    Parma – Atalanta
    Roma – Palermo
    Siena – Cesena
    Udinese – Novara
    Bologna – Lazio (ore 20.45)

    Foto da AP/LaPresse

    886

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CalcioJuventusSerie ASport

    Speciale Natale

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI