Pagelle serie A: gol fantasma annullato al Napoli

da , il

    Pagelle serie A: gol fantasma annullato al Napoli

    La 24° giornata vede Napoli e Inter avvicinarsi sempre più al Milan, fermato dal Genoa. In Napoli-Cesena da segnalare una clamorosa svista della terna arbitrale che non ha visto un chiaro gol di Maggio: la palla colpita dal giocatore partenopeo aveva infatti chiaramente varcato la linea di porta.

    Sarebbe potuto essere il gol della tranquillità per i partenopei che stavano vincendo 1-0 e con un gol dopo solo 4 minuti del secondo tempo avrebbero di fatto chiuso la partita: cross di Zuniga al centro area dove, non arrivato Cavani, Maggio aveva incornato con precisione impegnando Antonioli in un intervento miracoloso, quando già la sfera però, aveva varcato la linea di porta.

    Per fortuna della terna la partita è finita con la vittoria del Napoli: evitate maggiori polemiche a riguardo di una questione, quella dei gol fantasma, che chissà per quanto ci porteremo dietro ancora.

    In Chievo-Lazio protagonista secondo l’allenatore della Lazio Edy Reja è stato l’arbitro Baracani che stando alle opinioni del tecnico biancoceleste, non ha perdonato nulla al centravanti Libor Kozak, il giocatore che con i suoi gomiti alti nella partita con il Milan aveva messo KO Legrottaglie e Bonera.

    “Complimenti a Caressa e Bergomi (commentatori Sky ndr) per il linciaggio mediatico contro Kozak. Ho sentito troppi commenti ingiusti anche da parte di addetti ai lavori e questo non va bene”. Critiche eccessive che, secondo Reja, hanno influenzato l’arbitraggio di Baracani ai danni di Kozak: “Gli hanno fischiato tutto contro. Evidentemente in settimana gli arbitri si sono organizzati. Il ragazzo non merita né le critiche né questo trattamento sul campo“.

    Da sottolineare poi come gli attaccanti della Juventus siano tornati finalmente a segnare: Matri, con una doppietta all’ex Cagliari, Toni e anche… Amauri, in prestito al Parma. Un motivo di speranza in vista della prossima sfida contro l’Inter di Leonardo?

    I 5 migliori di giornata:

    - Sanchez: il cileno è sempre più determinante. E’ presente in ogni occasione d’attacco dell’Udinese. Impressionante! Voto 7,5

    - Pastore: l’argentino, “il maleducato del pallone” come l’aveva definito Maradona qualche tempo fa, ha classe e talento fuori dal normale. Quando si accende il Palermo mette il turbo. Magico! Voto 7,5

    - Matri: dopo gli errori di Palermo, Matri ha aggiustato la mira e silurato la sua ex squadra con una doppietta da attaccante vero. Regala alla Juve tre punti fondamentali. Salvatore della patria! Voto 8

    - Eto’o: quando gioca è difficile non vederlo nelle nostre classifiche. Il camerunense quest’anno è una macchina da gol e in più corre e fa impazzire gli avversari. Cecchino! Voto 8

    - Amauri: dopo un anno di astinenza il brasiliano torna al gol e… che gol! Una rovesciata che caccia via i problemi del recente passato juventino. Ritrovato!(?) Voto 7

    I 5 peggiori di giornata:

    - Tissone: la Sampdoria in mezzo al campo offre poca quantità a sostegno della difesa. Tissone di certo non ha brillato in mezzo a tutti quei funamboli dell’Udinese: scomparso! Voto 5

    -Cerci: il tornante della Fiorentina non è di certo quello di inizio stagione. Poche giocate utili e un insolito nervosismo. Involuto! Voto 5

    -Agazzi: sul primo gol di Matri di certo poteva far meglio. Non appare mai sicuro. E’ in un periodo no: non converrebbe cercare di togliere dalla naftalina Marchetti? Colpevole! Voto 5

    - Martinez: “El Malaca” corre senza essere però mai decisivo o pericoloso. 12 milioni non sono stati forse troppi per acquistarlo? Fantasma! Voto 5

    -Burdisso: macchia la sua partita con il rigore e la conseguente espulsione che rovinano la partita della Roma. Impetuoso (troppo)! Voto 4,5

    Roma-Napoli, Palermo-Fiorentina e soprattutto Juventus-Inter: la prossima giornata sarà pirotecnica!

    Foto da AP/Lapresse