Pagelle Champions League: vince l’Inter, buon pareggio per il Napoli

da , il

    Pagelle Champions League: vince l’Inter, buon pareggio per il Napoli

    La Champions League torna parlare italiano: in attesa dell’impegno soft del Milan contro il Bate Borisov, le altre due squadre italiane hanno dato lustro ai nostri colori.

    L’Inter è balzata in testa al girone B dopo lo 0-1 in casa del Lille al termine di una partita non certamente facile per i nerazzurri. Il Napoli invece, di fronte alla squadra probabilmente più in forma di tutta l’Europa, ha tenuto bene: l’1-1 del San Paolo contro il Bayern è un risultato che fa morale. Analizziamo i migliori e i peggiori di questi 2 match: partiamo dalla supersfida di Napoli.

    - NAPOLI-BAYERN MONACO:

    Il Napoli ospitava per la seconda volta il Bayern Monaco dopo la vittoria per 2-0 nella semifinale di coppa Uefa 1988/89. Si è trattato del primo pareggio contro una squadra tedesca dopo 8 partite. Il Napoli ha giocato una buona partita ma senza strafare: i tre tenori Cavani-Lavezzi-Hamsik non hanno brillato, idem il duo di centrocampo Gargano-Inler. Eppure ne è uscito fuori un pareggio piuttosto “tranquillo”. Se anche senza giocare a mille all’ora il Napoli riesce a fermare il Bayern vuoldire che il lavoro di Mazzari sta sicuramente dando i suoi frutti.

    - Chi sale:

    - Morgan De Sanctis: il rigore parato a Gomez gli vale la palma di migliore in campo. Sicurezza!

    - Hugo Campagnaro: nonostante dalla sua parte agisse un peperino come Ribery, l’italo-argentino ha retto bene.

    - Christian Maggio: nonostante avesse di fronte Lahm e Ribery, l’esterno azzurro riesce a proporsi con continuità e a propiziare il gol che vale il pari. Da sottolineare anche un paio di interventi decisivi in difesa. Pendolino!

    - Chi scende:

    - Marek Hamsik: di certo non la sua migliore partita. Si vede poco in attacco, cerca di far pressing ma senza grandi risultati: ne esce sicuramente una partita sottotono.

    - Gokhan Inler: partita difficile per lo svizzero. Ci si aspettava qualcosa di più in fase di impostazione.

    - Edinson Cavani: chi l’ha visto? Partita anonima da parte del centravanti uruguaiano.

    - LILLE-INTER

    Una bella rete di Pazzini ha regalato i tre punti e la vetta della classifica nel girone B della Champions League. Buon primo tempo da parte dei nerazzurri che nella seconda frazione di gioco hanno retto bene agli attacchi dei francesi. La Champions sembra giovare alla squadra di Ranieri.

    - Chi sale:

    - Julio Cesar: nonostante non fosse al meglio, il portiere brasiliano ha compiuto una serie di grandi parate. Se l’Inter è tornata a Milano coi 3 punti gran parte del merito va a lui.

    - Wesley Sneijder: partita normale per l’olandese che però sembra dare più sicurezza a tutta la squadra con la sua sola presenza in mezzo al campo.

    - Mauro Zarate: spreca molti palloni ma corre, cerca il pallone e giocate. Utile alla causa!

    - Chi scende:

    - Maicon: partita non certo eccezionale per il brasiliano che spinge troppo poco dalla sua parte di campo

    - Yuto Nagatomo: due errori, tra cui un retropassaggio molto pericoloso, gli costano una piena sufficienza.

    - Javier Zanetti: la corsa e la grinta ci sono, come sempre, però senza le sue folate offensive la squadra è parsa un pò troppo schiacciata dietro.

    Foto da AP/LaPresse