Muntari regala la maglia al raccattapalle, lui la rifiuta [VIDEO]

da , il

    Sulley Muntari sembra ripercorrere la strada di Pirlo e Seedorf, in ombra all’Inter e fondamentali nel club rossonero: il ghanese è infatti diventato un perno del centrocampo di Allegri. Corsa, grinta, tecnica e anche tiro dalla distanza, come visto contro il Chievo, sono le sue armi migliori.

    Se il centrocampo del Milan è riuscito a sopperire a tutte le assenze, è anche grazie a lui. Al termine della partita contro i gialloblù, Muntari si è reso suo malgrado protagonista di un episodio curioso: dopo esserti tolto la maglietta, il centrocampista l’ha data un giovane raccattapalle che, incredilmente, ha rifiutato. Forse quando era all’Inter poteva essere anche capito questo gesto, ma dato il giocatore diverso degli ultimi mesi, cosa ha spinto il bambino al gran rifiuto?

    - Il video:

    Qualcuno ha interpretato male il gesto accusando il giovane, che si chiama Nicolò, di razzismo. Alcuni tifosi lo hanno inneggiato ad idolo. La realtà dei fatti arriva però da un comunicato della società veronese, che per evitare alcuni equivoci, ha chiarito la posizione del giovane.

    - Il comunicato:

    “Il comportamento del raccattapalle in questione è solo conseguenza delle indicazioni che la società ha fornito ai giovani calciatori all’inizio della stagione, ovvero di non chiedere o farsi rilasciare maglie sia dai calciatori gialloblù che da quelli della squadra avversaria onde evitare di disturbare i calciatori già alle prese con la tensione post-gara. Il fatto curioso sta nel fatto che il bambino, un giovane calciatore della scuola calcio del Chievo, in realtà è un tifoso rossonero. Certo avrebbe accettato immediatamente e di buon grado la maglia di Muntari per mostrarla orgogliosamente agli amici come un vero e proprio trofeo, ma si è attenuto alle indicazioni del suo capogruppo rifiutando così, in un primo momento, il dono del calciatore. Poi, passato l’imbarazzo, la maglia è tornata nelle mani del fortunato piccolo calciatore”.

    Sicuramente ligio al dovere il piccolo Nicolò: alla fine la maglietta di Muntari rossonero è apprezzabile di questi tempi e sembrava strano questo rifiuto.