Mino Raiola, chi è il procuratore sportivo Re del calciomercato

In questi giorni non si fa che parlare del caso Donnarumma e del presunto divorzio dal Milan. Uno dei protagonisti della vicenda è Mino Raiola, in queste ore al centro dell'attenzione per un recente scambio di tweet. Ma chi è il procuratore sportivo Re del calciomercato? Scoprite di più.

da , il

    Mino Raiola, chi è il procuratore sportivo Re del calciomercato

    Sentito parlare di Mino Raiola? Se non sapete chi è il procuratore sportivo Re del calciomercato al centro delle polemiche legate al caso Donnarumma, ve lo diciamo noi. Negli ultimi anni è stato uno dei protagonisti indiscussi del calciomercato e delle cronache legate al mondo dello sport. Mino Raiola è l’agente e procuratore di alcuni dei calciatori più famosi del campionato italiano e internazionale: non solo Gigio Donnarumma, ma anche nomi del calibro di Zatlan Ibrahimovic e Paul Pogba. La rivista Forbes lo ha inserito al quarto posto nella classifica dei procuratori più ricchi al mondo e nel settore è conosciuto con l’appellativo di “Re del calciomercato”. E dire che ha iniziato la sua carriera come cameriere. Ma chi è Mino Raiola? Scoprite età, origini, carriera e curiosità sul procuratore più discusso del momento.

    Chi è Mino Raiola

    Scorrendo le notizie sportive vi sarà certamente capitato di imbattervi nel suo nome, ma forse non sapete ancora chi è. Mino Raiola, al secolo Carmine, nasce a Nocera Inferiore (in provincia di Salerno) il 4 novembre 1967.

    Subito dopo la sua nascita, la famiglia emigra a Haarlem, nei Paesi Bassi: qui suo padre avvia con successo un’attività di ristorazione. La carriera di Mino Raiola parte proprio dal ristorante di famiglia, dove inizia a farsi le ossa come cameriere.

    Nel frattempo, dopo la maturità classica, si iscrive alla facoltà di giurisprudenza e inizia a giocare nelle giovanili dell’Haarlem. Già nel 1987, abbandona il ruolo di giocatore per diventare responsabile della squadra giovanile. Solo poco tempo dopo acquista il suo primo ristorante McDonald ed entra ufficialmente nel consiglio degli imprenditori di Haarlem.

    A soli 20 anni fonda la sua prima società di intermediazione e si lancia nella carriera di imprenditore, diventando prima direttore sportivo dell’Haarlem e poi agente FIFA.

    Nel corso degli anni riesce a costruirsi una vera e propria fortuna, con un patrimonio da far girare la testa e una scuderia di calciatori tra i più quotati al mondo.

    Ad oggi Raiola possiede ben 6 società sparse in tutto il mondo: non a caso parla ben 7 lingue e il suo nome è legato alle trattative di calciomercato più importanti e degli ultimi anni.

    L’elenco dei giocatori di Mino Raiola

    Se Mino Raiola è diventato uno dei procuratori più ricchi e famosi degli ultimi anni è perché è stato in grado di mettere in piedi una vera e propria scuderia di fuoriclasse. Chi sono i giocatori di Raiola?

    L’elenco sarebbe davvero molto lungo ma è impossibile non citare i più importanti. Il suo nome è associato alle trattative milionarie di Ibrahimovic e Pogba, ma Mino Raiola è anche il procuratore di Gianluigi Donnarumma, Giacomo Bonaventura, Ignazio Abate, Cosimo La Ferrara.

    Raiola è l’agente anche di altri giocatori come di Henrikh Mkhitaryan, Sergio Romero,  Romelu Lukaku, Blaise Matuidi, Maxwell,  Mario Balotelli, Lorenzo Pellegrini, Kenny Tete e di Justin Kluivert.

    Insomma, in totale il valore dei giocatori della sua agenzia è stato stimato intorno ai 330 milioni di euro. I giocatori che gli hanno fruttato di più sono stati Ibrahimovic (con un ingaggio da ben 157 milioni di euro) e Pogba (per 80 milioni di euro).

    Il caso Donnarumma e i tweet per Raiola

    Negli ultimi giorni il nome del procuratore sportivo italo-olandese è sulle prime pagine delle cronache sportive perché direttamente coinvolto nel caso Donnarumma. Raiola è anche il procuratore dell’estremo difensore del Milan, attualmente al centro delle polemiche per un presunto divorzio dal club rossonero.

    Negli ultimi giorni si vociferava anche di un divorzio tra Donnarumma e il suo procuratore. Dopo quasi un mese di silenzio sui social, il diciottenne portiere dell’Italia under 21 ha ribadito la sua presa di posizione con un tweet: «#Donnarumma #Raiola Ieri, Oggi e Domani!!».

    Solo poche ore dopo, sul profilo Instagram di Donnarumma era comparso un post che recitava: ”…La mia promessa è che, non appena sarà finito l’Europeo, incontrerò la Società insieme alla mia famiglia e al mio agente per discutere il mio rinnovo“.  Dopo poco meno di due ore, il portiere del Milan ha dichiarato in un nuovo tweet che il suo profilo Instagram era stato hackerato, annunciandone la chiusura.

    Nel corso della notte, lo stesso Raiola ha ritwittato dal proprio profilo: “tweet tra me e Gigi tweet di amicizia. Dopo Europeo incontriamo Milan. Adesso importante la Nazionale. “ L’hashtag #donnaraiola è diventato trend topic nel giro di poco. Dunque, trattativa riaperta tra Donnarumma e il Milan, sempre sotto la supervisione di Raiola.