Juventus – Bayern, Vialli: “La qualificazione è ancora in gioco” [VIDEO]

Juventus – Bayern, Vialli: “La qualificazione è ancora in gioco” [VIDEO]
da in Calcio, Champions League, Juventus, Sport
Ultimo aggiornamento:

    Juventus – Bayern Monaco sarà la partita dell’anno per i bianconeri che dovranno ribaltare il pesante parziale di 2-0 dell’andata a Monaco di Baviera di settimana scorsa. Secondo Gianluca Vialli, “La qualificazione è ancora in gioco, anche se in questo momento il Bayern è la squadra più forte d’Europa“. Abbiamo incontrato l’ex-centroavanti della Juventus a Milano in occasione della presentazione del nuovo videogioco Lords of Football della Geniaware ed è stata occasione per parlare sia del nuovo titolo made in Italy sia soprattutto di calcio. E quale argomento più scottante se non il disperato tentativo dei bianconeri di qualificarsi tra le prime quattro squadre d’Europa? Ascoltiamo (sopra) e leggiamo (sotto) cosa ne pensa Vialli, compreso sul futuro di Antonio Conte.

    E dire che prima della sfida d’andata, Vialli era ottimista: “Ero fiducioso che la Juventus potesse effettuare una buona partita a Monaco, mi sono sbagliato perché in effetti il Bayern ha giocato nettamente meglio della Juventus e l’ha battuta con grande merito e credo che abbia dimostrato una superiorità netta anche a livello atletico, mi sono sembrati più brillanti, forse la Juve ha patito un po’ lo sforzo della partita di San Siro contro l’Inter di qualche giorno prima“. La partita – vinta in modo netto – contro i rivalissimi neroazzurri non può però essere una scusante, e Vialli lo sa bene: “In generale i tedeschi erano più consapevoli dei propri mezzi, più esperti, più abituati a un certo tipo di partite di palcoscenico e la Juve si è resa conto, ma poi credo che in fondo lo sapesse, che per entrare nelle quattro più forti d’Europa bisogna fare un ulteriore salto di qualità. Credo che la Juve si stia già esprimendo in modo superiore alle aspettative, però per entrare nelle prime quattro d’Europa ci vuole qualcosa di speciale“.

    Insomma, la Juventus fa un po’ la parte della variabile impazzita che ha tutto da guadagnare e niente da perdere. D’altra parte questo quarto di finale può essere considerato una vera e propria scuola: “Questo tipo di partite serve all’allenatore, ai giocatori e alla dirigenza per capire cosa va fatto per migliorare in futuro“. Ma non va persa la speranza: “Detto questo, la qualificazione è ancora in gioco, il Bayern ha dimostrato di essere fortissimo, ma credo che la Juve, allo Juventus Stadium davanti ai propri tifosi potrà segnare un gol nel primo tempo, uno nel secondo e giocarsela. Può succedere di tutto, ma credo che il Bayern in questo momento sia la squadra più forte d’Europa“.

    Gianluca Vialli Lords of Football

    E Antonio Conte, cosa farà al termine della stagione, se ne starà ancora sulla panchina della Juventus a rincorrere nuovi obiettivi e nuovi record o cederà alle sirene internazionali? “Credo che Conte rimarrà alla Juventus, l’ha dichiarato e l’hanno dichiarato i dirigenti.

    Credo che il suo percorso e la sua avventura alla Juve non siano completati, ci sono ancora tanti obiettivi da raggiungere insieme. Però è normale che un allenatore come Antonio che ha fatto così bene in un campionato così difficile come quello italiano sia normale che sia un nome così appetibile in Europa“. Magari al Chelsea? “Il Chelsea sceglie solitamente allenatori che abbiano un certo pedigree a livello internazionale, un bel curriculum magari con qualche Champions League, Abramovich ha questo tipo di esigenza. Tuttavia mi piacerebbe vedere un allenatore italiano al Chelsea perché negli ultimi dieci anni ce ne sono stati quattro (lo stesso Vialli, Ranieri, Ancelotti e Di Matteo NDR) e abbiamo fatto tutti molto bene e quindi se non sarà Conte potrebbe essere un collega come Zola o come Mancini che sono già impegnati nella realtà della Premiership e dunque del calcio inglese“. Ma l’osservato numero uno è ovviamente lo special one: “Ho la sensazione che Mourinho lascerà il Real Madrid e andrà a allenare il Chelsea. Secondo me è questo lo scenario più probabile“.

    717

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CalcioChampions LeagueJuventusSport
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI