Inter: ufficiale l’esonero di Gasperini

da , il

    Inter: ufficiale l’esonero di Gasperini

    Gianpiero Gasperini e l’Inter, un binomio già concluso dopo appena tre giornate di campionato: l’allenatore nerazzurro è stato infatti esonerato. Fatale la sconfitta per 3-1 contro il Novara. Ranieri è in pole position per la sostituzione.

    “L’F.C. Internazionale comunica che stamane, al centro sportivo di Appiano Gentile, l’allenamento della prima squadra è stato diretto da Daniele Bernazzani e Giuseppe Baresi. La Società ringrazia Gian Piero Gasperini per l’impegno dimostrato nello svolgimento dell’incarico, manifestando il proprio rammarico per l’interruzione del rapporto tecnico”: il sito dell’Inter ha così dato ufficialmente il benservito al tecnico ex Genoa.

    La squadra è stata momentaneamente affidata all’allenatore in seconda Beppe Baresi e a Daniele Bernazzani che contro il Bologna potrebbero sedere in panchina nell’attesa della scelta di un nuovo allenatore. L’esperienza è il requisito fondamentale richiesto da Moratti: Claudio Ranieri, ex allenatore di Juventus e Roma è per il suo carisma e la sua lunga carriera il favorito della società.

    I giocatori però non disdegnerebbero l’ipotesi “giovane”: Figo o Baggio sono i nomi più suggestivi ma l’idea sembra comunque quella di affidarsi a qualcuno già rodato da anni di panchine in serie A.

    Difficile pensare a Delio Rossi ( sembrerebbe un Gasperini 2), Van Gaal ( gioco spettacolare ma difese colabrodo), Ancelotti ( per via del passato rossonero) e Walter Zenga ( grande tifoso ma lontano dall’idea di esperienza che si ricerca). Il sogno Capello poi resta tale: ingaggio mostruoso e pretesa di ritorno sul mercato sono gap insormontabili.

    Di certo la panchina dell’Inter resta ambita da molti tecnici. Ma il rischio di fare la fine di Gasperini o Benitez potrebbe portare in molti a mettere qualche paletto prima di accettare le sirene nerazzurre. Anche perchè l’allenatore deve allenare una squadra formata dalla società e quest’anno il mercato di certo non ha aiutato il tecnico ex Genoa ad imporre le sue idee di gioco.

    Chi sarà il prossimo allenatore? Lo scopriremo nei prossimi giorni… sperando di non dover ripetere la telenovelas di inizio estate!

    Foto da AP/LaPresse