I 10 addio più commoventi della storia del calcio moderno [FOTO]

I 10 addio più commoventi della storia del calcio moderno [FOTO]
da in Calcio, Sport, Top & Flop
Ultimo aggiornamento: Lunedì 06/07/2015 18:29

    Gerrard

    Trovare le bandiere nel calcio moderno è sempre più difficile. La maggior parte dei calciatori attuali cambiano casacca di continuo seguendo ambizioni, progetti e denaro. Ci sono però ancora alcuni campioni che decidono di restare fedeli ad una sola maglia per tutta l’intera carriera. Questi diventano delle bandiere e verranno sempre ricordate con affetto dai propri tifosi. A Liverpool in questi giorni c’è grande tristezza e amarezza perchè il campionissimo Steven Gerrard non sarà più il capitano dei Reds dalla prossima stagione. L’inglese, 35 enne, ha infatti deciso di accettare la proposta dei Los Angeles Galaxy e chiudere la carriera negli States. Ma quali sono stati gli addii più belli e commoventi della storia moderna del calcio? Sfogliate le pagine per vedere le immagini e i momenti romantici di questi ultimi decenni.

    Roberto Baggio

    A fine del 2003/2004 Roberto Baggio chiuse la propria carriera da giocatore del Brescia. Il ‘Divin Codino’ fece innamorare i tifosi di Juventus, Inter, Milan ma anche Bologna e sopratutto Brescia. Il fantasista giocò l’ultima partita della carriera a San Siro contro il Milan e ci fu il giusto tripudio per un grande campione.

    Franco Baresi

    Baresi

    Nel calcio il ‘numero 6′ vuole dire Franco Baresi. La bandiera e leggenda del Milan ha giocato 20 anni con i rossoneri. Molti successi, trionfi e carisma da vendere hanno fatto apprezzare Baresi anche in giro per il mondo. In molti pensano tutt’ora che sia stato il più forte difensore della storia del calcio.

    Pavel Nedved

    Nedved

    Pavel Nedved ha chiuso la sua esperienza da calciatore della Juventus. Il calciatore ceco, pallone d’oro nel 2003, è stato bandiera della ‘Vecchia Signora’ per otto lunghi anni. Il popolo bianconero lo ha omaggiato al suo addio per tutto quello che fece in campo come accettare la Serie B. Attualmente è un dirigente della Juventus.

    Beckham

    Beckham

    David Beckham ha abbandonato il calcio giocato a Giugno del 2013 quando militava nel Paris St Germain. Il centrocampista inglese è stato apprezzato per moltissimi anni nel calcio europeo. Manchester United poi Real Madrid, Milan, Psge Galaxy hanno avuto il piacere di vedere le sue giocate. Nell’ultima partita è scoppiato in lacrime.

    Alex Ferguson

    Ferguson

    Alex Ferguson è stato al timone del Manchester United per 27 anni. Il tecnico scozzese ha portato molte volte al trionfo i Red Devils di Manchester. Il suo palmares recita: 2 Champions, 2 Coppe delle Coppe, 2 Supercoppe europee, 2 Mondiali per club, 13 scudetti, 9 coppe d’Inghilterra. A Manchester è stato eretto un monumento in suo onore fuori dallo stadio.

    Del Piero

    Del Piero

    Alessandro Del Piero è stato una delle grandi bandiere della Juventus. Dal 1993 al 2012 è stato il giocatore più rappresentativo dei bianconeri nel mondo. Ora sono un paio di stagioni che sta provando esperienze più di vita che calcistiche ma il nome di Del Piero resterà per sempre legato a quello della Juve.

    Senatori Inter

    Addio argentini

    La passata stagione l’Inter ha deciso di fare a meno dei senatori del ‘Triplete’. In un colpo solo non sono stati rinnovati i contratti di Samuel, Milito e Cambiasso veri condottieri della squadra nerazzurra. Questi giocatori sono stati salutati dal pubblico interista con lughi applausi.

    Senatori Milan

    Senatori milan

    Qualche anno il Milan ha salutato una flotta di campioni. Gattuso, Pirlo, Seedorf, Zambrotta, Nesta e Inzaghi hanno lasciato insieme il Milan e nell’ultima giornata di campionato San Siro ha dedicato striscioni, cori e applausi per dei giocatori che hanno scritto la storia del calcio con vittorie e titoli.

    Zanetti

    Zanetti

    Ultimo ma non ultimo è l’addio di Zanetti all’Inter. Lo storico capitano nerazzurro ha fatto piangere i tifosi il giorno del suo addio. Arrivato fino a 40 anni suoni in campo ha sempre onorato la casacca nerazzurra e attualmente è nella dirigenza della nuova società di Erick Thoir.

    1080