Speciale Natale

Gattuso rifila una testata a Joe Jordan

Gattuso rifila una testata a Joe Jordan
da in Calcio, Sport
Ultimo aggiornamento:
    Gattuso rifila una testata a Joe Jordan

    Inizia il male il cammino degli ottavi di finale di Champions League per le italiane: sconfitte in casa infatti sia Milan che Roma. Partite tese che porteranno a discussioni: per i rossoneri per via della rissa nel finale con protagonista Gattuso mentre per la Roma per la pesante contestazione dei tifosi andate in atto già a fine partita.

    Lo Shakhtar Donetsk ha vinto all’Olimpico per tre a due: al vantaggio di Perrotta hanno ribadito in una decina di minuti Jadson, Douglas Costa e Luiz Adriano: 3 a 1 a fine del primo tempo e fischi assordanti dello stadio. Nel secondo tempo Menez ha accorciato ma è arrivata la sconfitta per i giallorossi.

    A fine match i tifosi hanno chiesto ai giocatori di presentarsi sotto la curva per dare spiegazioni a una squadra che rischia di veder sfumare anche questo obiettivo stagionale: inla Roma dovrà infatti vincere con due gol di scarto (o uno solo, ma dovra’ segnare almeno 4 reti) in Ucraina.

    Passiamo al capitolo Milan e alla questione Gattuso: il comportamento di Ringhio è finito sotto osservazione dell’Uefa. È stata infatti aperta un’azione disciplinare nei suoi confronti dopo che al termine del match di Champions League si è scagliato contro la panchina del Tottenham, rifilando una testata a Joe Jordan, ex difensore del Milan negli anni Ottanta e adesso tecnico in seconda degli Spurs.

    I due avevano già avuto da ridire durante il secondo tempo e così a gara conclusa Gattuso è andato subito al faccia a faccia con l’inglese, colpendolo con una testata alla fronte. Ne è nata una rissa con il centrocampista rossonero che è stato trattenuto a fatica da compagni a membri dello staff tecnico.

    “Rino ha perso un pò la testa ma occorre sottolineare che è stato gravemente provocato. L’entrata con cui gli è costato un giallo era assolutamente corretta, che era nervoso era fuori discussione. Occorre recuperare calma e serenità. L’aggravante è che conosceva bene lo scozzese…”: queste le parole del suo procuratore Pasqualin.

    E la stampa inglese, sempre incline a provocare, ha colto la palla al balzo per un attacco unanime al Milan, a Gattuso e al calcio italiano.

    Sotto accusa Mathieu Flamini (colpevole del fallo su Corluka che ha costretto il nazionale croato ad uscire dal campo anzitempo) ma soprattutto ovviamente Gennaro Gattuso, giudicato un “indegno” capitano: “Gattuso è stato imbarazzante, una vera disgrazia nella tradizione dei capitani rossoneri che comprende irreprensibili uomini di carisma come Paolo Maldini e Franco Baresi” ha commentato il Guardian.

    Titolo ad effetto per il tabloid Sun: “Pazzi contro Eroi: 0-1″. E ancora: “Milanimals” con la foto di Gattuso che prende per il collo Jordan. Durissimo, infine, il Daily Mail: “Come i mafiosi del Milan ci hanno fatto diventare tutti tifosi del Tottenham”.

    Il gesto di Gattuso, anche se provocato, è da condannar ma… non si sarà esagerato con certi attacchi?

    Di certo, sia per Milan che per Roma, la strada per arrivare a Wembley (sede della finale) è più in salita.

    Foto da AP/Lapresse

    505

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CalcioSport

    Speciale Natale

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI