Francesco Totti dice addio alla Roma: 6 cose da sapere su ‘Er pupone’

Francesco Totti dice addio alla Roma ma non al calcio. Il capitano giallorosso giocherà la sua ultima partita in maglia giallorossa contro il Genoa. In attesa di conoscere il futuro di Totti dopo la Roma, scoprite le 6 cose da sapere su “Er Pupone”: età, figli, carriera, record e curiosità sul capitano romanista.

da , il

    La notizia è ufficiale: Francesco Totti dice addio alla Roma. Ecco 6 cose da sapere su “Er Pupone”, in attesa di conoscere il futuro del capitano giallorosso. Quella contro il Genoa del 28 maggio sarà dunque l’ultima partita di Totti con la maglia della Roma, come annunciato pubblicamente in un post Facebook dallo stesso numero 10 giallorosso. Ma come egli stesso ha tenuto a specificare, si tratta di un addio alla squadra ma non al calcio. Totti non smetterà di giocare, dunque, e si prepara a nuove sfide. Aspettando di vedere cosa farà il capitano, leggiamo alcune curiosità su Francesco Totti e sulla sua carriera alla Roma.

    Chi è Francesco Totti, lo storico capitano della Roma

    Amatissimo dai tifosi giallorossi (che lo hanno soprannominato “Er Pupone” per il suo volto pulito da bambinone) e conosciuto anche da chi di calcio se ne intende poco o niente. Ma chi è Francesco Totti? Sapete dove è nato e qual è la sua età? “Romano de Roma”, classe 1976, nato e cresciuto nel quartiere Porta Metronia, inizia a giocare a soli 7 anni. Oltre alla sua carriera alla Roma e in Nazionale, la vita privata di Totti è stata più volte oggetto dei rotocalchi per il suo matrimonio con la showgirl Ilary Blasi avvenuto nel 2005, dalla quale ha avuto 3 figli:  Cristian, nato nel 2005, Chanel nata 2007, e Isabel nata nel 2016. La famiglia Totti – Blasi ha anche fondato una propria linea di abbigliamentoNever Without You”. Il pupone è anche volto noto televisivo, grazie alla partecipazione a numerosi spot pubblicitari, e ha spesso mostrato il suo impegno sociale: Totti è ambasciatore Unicef e ha più volte devoluto in beneficenza i proventi derivanti dalla vendita dei suoi libri.

    La carriera di Totti alla Roma

    Separare la storia e la vita di Totti da quella della Roma è impensabile, visto che ne è il capitano dal 1998. Il numero 10 giallorosso si è avvicinato al del calcio all’età di 7 anni. La Fortitudo è stata la sua prima squadra, a cui segue il Trastevere, con la quale disputa il suo primo campionato esordienti. Gli esordi di Totti risalgono al 1986 alla Lodigiani dalla quale passerà alla Primavera della Roma. Dopo 3 anni nelle giovanili della Roma, entrerà finalmente nella prima squadra nella stagione 1992-1993 a soli 16 anni anche se solo per pochi minuti. La prima partita da titolare nella Roma risale però al dicembre 1993, in una partita di Coppa Italia. Da allora non ha mai messo di indossare i colori giallorossi: 24 anni alla Roma, molti dei quali in veste di capitano. La stagione 2016-2017 sarà l’ultima con la storica maglia numero 10 giallorossa.

    I numeri di Francesco Totti

    I numeri di Totti

    Il pupone non è soltanto lo storico capitano della Roma. Nell’arco della sua carriera calcistica, Francesco Totti può vantare numeri e record da grande campione. Eccone alcuni. Sono 785 le presenze in maglia giallorossa in partite ufficiali, cifra che gli è valsa il record di presenze alla Roma, della quale è anche il miglior realizzatore di tutti i tempi. Ma Totti detiene anche il terzo posto nella classifica dei giocatori con maggiori presenza in Campionato (solo Paolo Maldini e Gigi Buffon lo precedono). Sono 103 le presenze anche nelle coppe europee e, attualmente, Totti è il più anziano marcatore della Champions League per aver segnato all’età di 38 anni. Veniamo alle reti realizzate: ben 307 gol con la maglia della Roma, numero con il quale conquista il primato del giocatore con che ha segnato più reti con la stessa squadra. E non dimentichiamo anche le presenze in nazionale: sono 9 le reti in maglia azzurra. Altri record di Totti: é il giocatore che ha realizzato più rigori in assoluto e il maggior numero di doppiette. (Leggi anche “Calciatori più vecchi della serie A 2016-2017“)

    Titoli e premi di Totti

    Veniamo ora ai titoli e riconoscimenti di Francesco Totti. Nel corso nella su lunga e carriera ha guidato la sua Roma alla conquista dello scudetto nel 2001. Da non dimenticare anche è il numero 10 della Roma è stato anche campione del mondo nel 2006 con la maglia della nazionale. Tra gli altri titoli del Palmares di Totti ricordiamo 2 Coppa Italia ( nel 2007 e nel 2008) e due Supercoppa Italiana (nel 2001 e nel 2007). Nell’ambito dei riconoscimenti individuali, ricordiamo numerosi premi agli Oscar del Calcio, dove ha vinto come miglior giocatore in assoluto, miglior calciatore italiano, miglior cannoniere e tanto altro. Più volte capocannoniere in Serie A , è anche l’unico italiano ad aver vinto la Scarpa d’Oro insieme a Luca Toni. Nel 2004 è stato incluso nella FIFA 100 che racchiude i 125 più grandi giocatori viventi selezionata da Pelé e dalla FIFA.

    Curiosità su Francesco Totti

    Concludiamo con qualche curiosità su Totti. Solo pochi giorni fa, Francesco Totti ha ricevuto Diploma Honoris Causa dell’Università Ca’ Foscari alla 12/a edizione del Master SBS, tra applausi e un po’ di visibile imbarazzo. Sempre recentemente, Totti ha ricevuto uno dei complimenti che ogni giocatore di calcio sogna di ricevere da parte, nientemeno, di Maradona. El Pibe de Oro in un post su Facebook lo ha definito il miglior giocatore che abbia mai visto nella sua vita. Dopo i complimenti di Maradona, Totti ha dichiarato “Ora posso smettere”. Ma a quanto pare non sarà proprio così. Un’altra curiosità su Totti da ricordare? Er Pupone ha pianto 3 volte per la Roma: dopo l’eliminazione in Champions con l’Arsenal, dopo Roma-Sampdoria nel 2010 e, ovviamente, di gioia per lo scudetto del 2001. Famoso per il gesto del pollice dopo le sue reti e per il suo celebre “cucchiaio” ,ricordato per i suoi battibecchi con il tecnico Spalletti, i tifosi giallorossi lo ricorderanno con affetto anche per essersi categoricamente rifiutato di intonare l’inno della Lazio durante la trasmissione Dribbling. Cuore e orgoglio giallorosso fino infondo insomma. Con l’addio alla Roma si chiude un capitolo fondamentale della storia della club della Capitale. (Leggi anche “Sei Totti o Spalletti?“)

    Il futuro di Francesco Totti

    Il futuro del capitano della Roma non è ancora ben certo: nonostante le tante proposte ricevute da diversi team del Campionato nostrano (la Samp lo vuole, ma anche l’ex-compagno di squadra Montella), si vocifera di un ingaggio negli Stati Uniti (più precisamente al Miami di Nesta) o negli Emirati Arabi. La decisione di giocare all’estero appare quantomai probabile se si pensa allo choc dei tifosi romanisti nel vederlo con i colori di un’altra squadra italiana. Qualcuno non esclude neanche l’ipotesi che Totti possa entrare a far parte nella dirigenza della Roma, dopo l’arrivo di Di Francesco. Indipendentemente dalle scelte che farà, Totti lascia un segno indelebile nella storia della Roma e nel cuore dei suoi tifosi.