Speciale Natale

Europa League: Juve, partita con – 14 gradi (foto)

Europa League: Juve, partita con – 14 gradi (foto)
da in Calcio, Europa League, Juventus, Sport
Ultimo aggiornamento:

    Quella di Europa League tra Lech Poznan e Juventus sarà una partita che per molto tempo sia tifosi che giocatori non dimenticheranno: difficile vedere un campo gelato e imbiancato in quella maniera e una temperatura che ha toccato i – 14 gradi nel secondo tempo. Ma andava giocata una partita di hockey…, scusate, di calcio del genere?

    Il pareggio per 1 a 1 che ne è uscito ha portato all’eliminazione dei bianconeri dall’Europa League. Ma a fine partita si è manifestata di Del Neri e Marotta che vedendo la fitta pioggia di aghi ghiacciati sommergere sempre più il campo avevano chiesto invano al delegato Uefa di sospendere il match.

    Nel primo tempo non si vedeva il pallone (bianco come la neve). Nel secondo tempo le maglie bianche degli juventini erano parte ormai del terreno di gioco: molto difficle infatti è stato distinguere le azioni di gioco.

    Furibondo Marotta, a fine gara: “E’ una vergogna. Ho insistito molto affinché si sospendesse il match, tanto­più che le previsioni prean­nunciavano che la nevicata sarebbe aumentata. Ma il de­legato Uefa ha detto che se­condo lui andava bene così. Alla faccia del fair-play, incre­dibile che ieri il terreno fosse morbido e oggi no.

    Molto stra­no. Il peccato è doppio perché non c’è stato spettacolo e noi abbiamo perso la possibilità di giocare in una competizio­ne cui tenevamo. Per noi che dovevamo impostare una ga­ra per vincere era pratica­mente proibitivo”.

    Anche il tecnico del Poznan Bakero ha ammesso: “Io non avrei fatto giocare il mat­ch”. Pure i giocatori sulla stessa lunghezza d’onda a partire da capitan Del Pie­ro: “Nel se­condo tempo non si vedevano le linee, giocavamo sul ghiac­cio”.

    Di sicuro la Juventus deve recriminare più con sè stessa che per altro per l’eliminazione dall’Europa: i pareggi contro Salisburgo e quello dell’andata col Poznan dovevano essere partite con risultati diversi.

    Certo è che però il forte gelo con quei meno 14 gradi ma soprattutto il campo gelato che ha rischiato di compromettere l’incolumità dei giocatori in campo potevano far prendere in considerazione all’arbitro l’idea di sospendere il match. Sicuramente è stato uno spettacolo… unico!

    366

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CalcioEuropa LeagueJuventusSport

    Speciale Natale

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI