Confederation Cup 2013, Italia-Brasile 2-4: azzurri coraggiosi ma la difesa fa acqua

da , il

    Si chiude la fase a gironi della Confederation Cup 2013: Italia-Brasile finisce sul risultato di 2 a 4 al termine di un match combattuto in cui gli azzurri hanno dimostrato personalità e voglia di non abbassare la testa davanti a nessun avversario. Ma non è bastato complice una difesa che in terra carioca fa letteralmente acqua da tutte le parti: i centrali smemorati e un Buffon lontano parente della saracinesca a cui siamo abituati. Il Brasile sfrutta a pieno le chance che gli regaliamo e passa al 46° di un primo tempo iniziato benissimo e proseguito in modo scialbo: la Nazionale non fatica troppo a contenere gli attacchi giallo verdi. Ci vuole un episodio con Dante che insacca (in fuorigioco) la corta respinta di Buffon su colpo di testa di Fred.

    Il secondo tempo

    La ripresa è spumeggiante: l’Italia parte forte e trova subito il pari con Giaccherini, perfetto nell’insaccare con un diagonale l’intuizione di tacco di Balotelli (un babà…). Ma il pari regge poco: Neymar brucia Maggio che lo stende. La punizione del talentino del Barça è splendido e lascia Buffon immobile. Pochi minuti e Fred fa 1 a 3 con un incursione centrale in cui Chiellini-Bonucci palesano tutti i propri limiti attuali. Sembra finita, ma l’Italia ha orgoglio da vendere: Chiellini fa 2-3 in mischia. E’ il nostro momento migliore: il Brasile è schiacciato nella propria metà campo e la traversa colpita da Maggio è l’ultimo baluardo dei padroni di casa. Ma al 43°, quando ormai ci si preparava all’assalto finale, l’ennesima indecisione di Buffon regala il definitivo 2 a 4 ancora a Fred. Ora ci aspetta la Spagna e ci vorrà un’altra Italia per evitare l’imbarcata.

    La vigilia

    Torna il calcio giocato alla Confederation Cup 2013: è il giorno tanto atteso di Italia-Brasile. Qnm vi offre le formazioni e gli orari tv di un match che ha perso importanza a causa delle violente proteste che stanno infiammando il paese sudamericano in questi giorni. Dopo il paventato stop di ieri sembra esserci maggior calma e la passeggiata tra la folla di Balotelli a Bahia lo testimonia. La Rai trasmetterà l’incontro dalle ore 21.00 con pre-partita dalle 20.30. Dal punto di vista tecnico c’è da decidere il primo posto nel girone e di conseguenza l’avversario della Spagna (ipotesi scontata) nelle semifinali. Il Brasile apporta qualche modifica, ma conferma di fatto la formazione che ha vinto contro Giappone e Messico. Prandelli invece dà spazio alle seconde linee per far rifiatare una Nazionale in debito d’ossigeno.

    Formazioni Italia-Brasile, terzo turno Confederation Cup 2013

    Italia (4-3-3): 1 Buffon, 20 Abate, 19 Bonucci, 3 Chiellini, 5 De Sciglio, 8 Marchisio, 18 Montolivo, 7 Aquilani, 23 Diamanti, 9 Balotelli, 6 Candreva.

    A disposizione: 12 Sirigu, 13 Marchetti, 2 Maggio, 4 Astori, 15 Barzagli, 22 Giaccherini, 10 Giovinco, 11 Gilardino, 14 El Shaarawy, 17 Cerci. All.: Prandelli.

    Brasile (4-2-3-1): 12 Julio Cesar, 2 Dani Alves, 3 Thiago Silva, 13 Dante, 6 Marcelo, 8 Hernanes, 17 Luiz Gustavo, 19 Hulk, 11 Oscar, 10 Neymar, 9 Fred.

    A disposizione: 1 Jefferson, 22 Cavalieri, 4 David Luiz, 14 Filipe Luis, 15 Jean, 16 Rever, 5 Fernando, 23 Jadson, 7 Lucas, 20 Bernard, 21 Jo). All.: Scolari.