Arbitro espelle 36 calciatori in Argentina (video)

da , il

    Una rissa record che ha portato al record di espulsi di una partita di calcio, ben 36! La partita finita sotto i riflettori è l’ incontro di quinta divisione argentina tra Claypole e Victoriano Arenas, dove l’arbitro ha espulso tutti, titolari e riserve di entrambe le squadre. Ma dopo aver visionato le immagini, il Tribunale Sportivo decide di punirne solo 7 “per consentire il regolare svolgimento del torneo”.

    A causa di una “furibonda rissa generalizzata”, questa la motivazione inserita nel referto di gara, l’arbitro dell’incontro, l’argentino Damián Rubino ha deciso di espellere tutti i giocatori delle due squadre, riserve comprese.

    Dopo una partita con due espulsi e numerosi falli, il risultato finale è stato di 2-0 per il Claypole. A fine gara è scoppiata però la clamorosa mega rissa.

    La miccia è stata un vivace battibecco a bordo campo tra Rodrigo Sanchez, giocatore del Victoriano, e il proprio allenatore, Carlos Torino, subito seguito da un violento parapiglia che ha coinvolto tutti i 22 in campo e le riserve.

    La rissa è proseguita nel tunnel che porta agli spogliatoi e l’arbitro si è deciso così ad espellere tutti.

    “Ha fatto una stupidata. Ha preso una decisione sommaria”, ha dichiarato il presidente del Victoriano, Domingo Sganga, secondo il quale “molti giocatori in realtà non hanno alzato nemmeno un dito. Semmai molti hanno cercato di calmare gli animi e contenere i compagni. E adesso chi mandiamo in campo la prossima settimana?”

    Il Tribunale Sportivo, per evitare problemi nella prosecuzione del campioanto, ha convinto l’arbitro Rubino a modificare il referto e ridurre sensibilmente il numero degli espulsi, scesi così a 7 (4 giocatori del Victoriano e 3 del Claypole).

    “Dalle immagini registrate l’arbitro si è reso conto che non tutti i giocatori hanno partecipato alla rissa”, ha spiegato un funzionario del Tribunale all’agenzia Telam, salvo ammettere poco dopo che “si è trattato di una decisione politica per consentire il regolare svolgimento del torneo”.

    Sempre in Argentina, solo qualche mese fa, erano stati espulsi 18 giocatori durante un incontro di quarta divisione tra Barracas e Lamadrid, quando l’intera squadra ospite venne espulsa dopo aver abbandonato il terreno di gioco per riversarsi sugli spalti e scontrarsi con i tifosi avversari, colpevoli di aver ecceduto con le ingiurie.

    Che dire… un campionato tranquillo quello delle serie minori argentine…

    Foto da AP/Lapresse