Tasse più odiate dagli italiani: vince il canone Rai

Tasse più odiate dagli italiani: vince il canone Rai
da in Fisco e Tasse, Soldi e Carriera
    Tasse più odiate dagli italiani: vince il canone Rai

    Le tasse non sono mai piaciute a nessuno, e in Italia a dire il vero non siamo proprio campioni di onestà e correttezza, se è vero che abbiamo i tassi di evasione più alti d’Europa. Quando poi persino il premier se ne esce con frasi del tipo “in alcuni casi evadere è morale”, allora si capisce che l’avversione è endemica nel popolo italico.

    Certo, non tutte le tasse sono viste allo stesso modo, e se alcune sono considerate sacrosante ce ne sono almeno altrettante che vengono viste come il classico “mettere le mani nelle tasche dei cittadini”. Non desta sorpresa sapere che al primo posto tra le tasse più odiate si trova il canone Rai, vero e proprio balzello difficile da giustificare allo stato attuale.

    Ce lo conferma un sondaggio realizzato dall’Ifel, il centro studio dell’Anci, l’associazione dei Comuni, in collaborazione con la Swg: 45,5% delle 8 mila persone che hanno risposto alle domande degli intervistatori considera il canone per la televisione pubblica la più insensata e odiosa delle tasse.

    Si tratta di un vero e proprio plebiscito, visto che dietro c’è praticamente il vuoto, e la seconda tassa in ordine di odio riesce a racimolare appena il 14,2%. Si tratta del bollo auto, che peraltro Berlusconi aveva promesso di eliminare nell’ultima campagna elettorale, ma senza tener fede alla promessa (aveva peraltro anche promesso la cancellazione del canone Rai, e anche lì non ci fu seguito).

    Proseguendo in questa classifica molto particolare troviamo al terzo posto l’Iva (in procinto peraltro di aumentare) con il 9,1%, seguita dall’Irpef con il 7,5%. Solo al quinto posto si piazza l’Ici, che solamente il 6,4% degli italiani ritiene un fardello inutile e da eliminare.

    La tassa di cui tutti parlano alla fine non è vista come una priorità dai contribuenti.

    La vera sorpresa però arriva dalla considerazione generale che i contribuenti italiani hanno delle tasse, spesso sbandierate dai nostri politici a fini elettorali. A smentire il pregiudizio che l’Italia sia un paese di evasori, addirittura il 65% degli intervistati ha dichiarato di considerare le imposte un dovere civico (31,6%) o, comunque, uno strumento di equità che garantisce servizi a tutti i cittadini (33,4%). Insomma, non sono le tasse a infastidire gli italiani, quanto piuttosto gli inutili balzelli e l’iniquità fiscale.

    Foto da Images_of_Money

    418

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Fisco e TasseSoldi e Carriera
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI