Speciale Natale

Rimborso Imu, ecco come fare per richiederlo

Rimborso Imu, ecco come fare per richiederlo
da in Fisco e Tasse, Imu, Rimborsi, Soldi e Carriera
Ultimo aggiornamento:
    Rimborso Imu, ecco come fare per richiederlo

    L’Imu è una tassa illegittima e quindi va rimborsata: questa è la voce che circola con insistenza in rete da qualche giorno, sospinta dalle affermazioni di alcuni politici ma anche da qualche associazione dei consumatori, che vorrebbe trasformare l’imposta municipale unica in un clamoroso caso di rimborso collettivo. Se si evita il bagliore di una promessa che suona molto da campagna elettorale, però, si scopre che la realtà è molto diversa da come viene dipinta, e sorge allora un dubbio: il rimborso Imu è possibile? Quali sono le modalità per inoltrare la domanda di rimborso?

    Escludendo le affermazioni dei politici in piena campagna elettorale per le politiche 2013, il clamorse sulla tassa sulla casa nasce soprattutto da una nota inviata al governo italiano dalla Commissione Europea, che qualche tempo fa ha criticato l’Imu affermando che si tratta di una tassa iniqua perché non andrebbe a colpire in maniera progressiva la popolazione, di fatto pesando di più su chi ha meno. Scambiando il termine iniqua con illegittima, molti (in buona fede o meno) hanno considerato quindi possibile il rimborso da parte dello Stato del maltolto.

    Chiariamo subito: come in tantissimi altri casi, si tratti di tasse o imposte indirette, il cittadino ha facoltà di richiedere il rimborso qualora ritenga di essere stato tassato in maniera ingiustificata o eccessiva rispetto a quanto realmente dovuto. Fatta questa premessa, però, tra la domanda e il rimborso effettivo c’è di mezzo la fondatezza della richiesta. Cosa vuol dire? Vuol dire che se il contribuente ritiene iniqua l’Imu può fare domanda per il rimborso, ma non c’è alcuna certezza che questa venga accolta, anzi. Si tratta di un tentativo che difficilmente verrà baciato dalla buona sorte, a differenza di quanto affermano alcuni.

    Come inoltrare la richiesta di rimborso Imu in concreto? Come per ogni altra domanda di rimborso simile, basta recarsi all’Ufficio Tributi del proprio Comune e richiedere il modulo apposito, da compilare in tutte le sue parti e restituire allo stesso ufficio allegando le fotocopie delle ricevute di pagamento.

    Fatto questo, non resta altro che attendere 90 giorni e, in caso di mancata risposta, si può decidere di inoltrare la medesima richiesta alla Commissione Tributaria Provinciale, la quale dovrà emettere il suo giudizio. In linea teorica basterebbe che una sola sezione acettasse la richiesta per creare un precedente e far arrivare richieste a pioggia.

    E’ bene ricordare però che la Commissione Tributaria può anche decidere di ignorare la richiesta o rimandare la decisione alla Corte Costituzionale, che a sua volta sarà chiamata a esprimere un giudizio sulla legittimità o meno della tassa. Il che, dato che l’Imu non è affatto illegittima, lascia davvero poche speranze a chi crede nel rimborso. Ultima avvertenza: diffidate da chi promette rimborsi sontuosi e veloci, soprattutto se in cambio dei propri servizi pretende il pagamento di una parcella. Oltre al danno aggiungereste la beffa.

    505

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Fisco e TasseImuRimborsiSoldi e Carriera

    Speciale Natale

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI