Prestiti personali senza busta paga: caratteristiche

Prestiti personali senza busta paga: caratteristiche
da in Prestiti, Soldi e Carriera
Ultimo aggiornamento:
    Prestiti personali senza busta paga: caratteristiche

    La situazione lavorativa in Italia mostra dati sempre più preoccupanti, con ripercussioni che vanno ben aldilà dell’ambito professionale, per investire anche l’economia familiare. Sempre più giovani e meno giovani si ritrovano con un lavoro precario o addirittura con lunghi periodi di disoccupazione. In questo contesto, fiorisce il mercato dei prestiti.

    Molte volte, però, le garanzie richieste dagli istituti sono talmente restrittive da escludere proprio quelle fasce di persone che avrebbero più bisogno di liquidità. Ecco come sono nati i cosiddetti prestiti personali senza busta paga, pensati per tutti coloro che, non avendo un reddito certificabile, non possono accedere alle altre forme di prestito.

    Bisogna chiarire che, se pure sul mercato c’è un’offerta molto ampia di prestiti personali senza busta paga, ottenerne uno non è poi così semplice come si potrebbe pensare, e anche qui bisogna stare molto attenti per evitare di cadere vittime di truffe o peggio.

    La prima precisazione in merito, infatti, è che gli istituti di credito (che possono essere banche o anche finanziarie) che erogano i prestiti personali senza busta paga, pur non obbligando alla certificazione del reddito, chiedono comunque delle garanzie per il denaro dato in prestito. E molto spesso rifiutano questo prestito proprio in virtù della carenza di garanzie.

    La seconda precisazione è che mai come in questo caso è buona norma verificare l’affidabilità della finanziaria cui si chiede il prestito, informandosi sulla reputazione e su eventuali precedenti in contenzioso. Non bisogna mai fidarsi poi dei tassi (TAEG sopratutto) troppo bassi, perché in genere nascondono delle insidie. Confrontare i preventivi aiuterà poi a scegliere l’offerta migliore e più vantaggiosa, e anche in questo caso Internet offre un ausilio notevole in termini di risparmio di denaro e tempo.

    Quali sono dunque le garanzie richieste dagli istituti che erogano il prestito? Se non di dispone di uno stipendio fisso, si può andare dagli eventuali immobili di proprietà alle assicurazioni sulla vita, da un bene che produca reddito certificabile (un immobile in affitto) alla movimentazione del conto corrente (ma non tutte lo accettano).

    Se non si rientra in nessuna di queste condizioni, tuttavia, è possibile presentare una persona che si fa da garante (prestiti con garante). Altro chiarimento importante: la banca controlla sempre l’affidabilità creditizia del soggetto richiedente controllando che non ci siano insolvenze o protesti presso la centrale rischi della Banca d’Italia.

    Un passaggio obbligato che purtroppo per molti significa il diniego del prestito. Dietro la facciata di soldi facili, quindi, si nasconde comunque un meccanismo molto selettivo, e solo il confronto dei preventivi vi dirà se siete nelle condizioni di poter richiedere un prestito personale senza busta paga.

    450

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN PrestitiSoldi e Carriera Ultimo aggiornamento: Giovedì 02/07/2015 16:12
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI